Quali sono i cibi più salati?

10.134 views

Seguire un alimentazione povera di sodio è una delle regole basilari per essere in salute. Diversi studi epidemiologici hanno dimostrato che un elevato consumo di sodio è associato ad un aumento rischioso di pressione arteriosa, insorgenza di ictus e infarti, quindi danneggia il cuore e le arterie, irrigidendole. Anche per motivi meno gravi, ridurre il sale significa essere più belle perché si elimina uno dei maggiori fattori scatenanti la ritenzione idrica.

Fin dall’infanzia si dovrebbe abituare i bambini a mangiare cibi naturali e freschi anzicchè prodotti confezionati che sono quelli che hanno di solito hanno la maggior quantità di sale, di modo da abituare fin da subito le papille gustative a sapori semplici.

Certamente oggi non è semplice tenere a bada il consumo di sale per via alimentare in quanto, ovunque sono presentati alimenti troppo ricchi in condimento, in sale, dai sapori sempre più accentuati e complessi. Se ciò significa maggiore sapore, con il gradimento della maggior parte di noi, sappiate però che ciò danneggia la salute a lungo andare.

Vi diamo una indicazione dei cibi più salati che spesso assumiamo, senza alcun sospetto al riguardo:

Pane

Il pane ad esempio è una fonte piuttosto elevata di sale. Una fetta contiene circa 230 ml di sodio, il 15 % di quello consentito in una giornata. Quindi per chi è un amante del pane, attenzione! Mangiarlo più volte al giorno significa incrementare di molto la soglia consentita ovvero 3,8 g  di sale al dì. I medici consigliano di acquistare pane senza sale; le prime volte sentirete la differenza ma basta qualche giorno per abituarsi. Inoltre non ve ne accorgerete perché comunque viene accompagnato a cibi già conditi. E’ difficile mangiare pane a secco! Anche le fette biscottate a volte hanno un’elevata quantità di sale.

Salumi e insaccati

Tutti i tipi di carne lavorata ovvero gli insaccati in primis. Vengono infatti trattati proprio con il sale al fine della conservazione e del particolare gusto che acquisiscono. Parliamo di prosciutto crudo, cotto, mortadella, salame (questi ultimi inoltre sono anche particolarmente grassi  e più dannosi per il fisico)ma anche di tacchino, pancetta ecc. Qui il sale arriva alle stelle, ve ne accorgete quando per caso, ne assaggiate qualche fetta senza pane…per ore la sete si fa sentire.

Anche la carne lavorata è condita con molto sale. Purtroppo il sale è un elemento prezioso per l’industria per la conservazione dei cibi, quindi abbondano. Nel mirino ci sono soprattutto i sandwich e i wrustel. Insospettabile della lista il pollo arrosto, gradito per il suo sapore e perché più magro rispetto ad altre carni, attenzione però a quello comprato. Vengono molto insaporiti con sale e spezie, rendendoli una vera bomba per i nostri reni.

Prodotti in scatola

I prodotti in scatola industriali hanno anch’essi dosi eccessive di sale. Zuppe e minestroni già pronti, ma anche primi e secondi già cucinati e surgelati, ne sono pieni. Quando vi necessita questo tipo di prodotti, fate attenzione all’etichetta, alla voce iodio per verificarne la quantità contenuta. A proposito di prodotti industriali, spiccano per essere altamente nocivi il dado da brodo, le patatine salate in busta e stuzzichini vari salati: sono da mettere al bando.

Pizza

Infine la pizza. Tra il sale dell’impasto, quello della mozzarella e degli altri ingredienti usati per farcirla, la rendono uno dei piatti più salati e più comunemente mangiati a qualsiasi ora del giorno. Ancora una volta la sensazione di sete, causata però anche in caso di impasto non perfettamente lievitato, si avverte per diverse ore dopo il pasto.

I cucina, vi consigliamo di sostituire il sale con le spezie, magari anche fresche, di modo da avere anche elementi nutritivi importanti per il nostro benessere. Via libera a peperoncino, pepe (moderato), salvia, prezzemolo, sedano, zenzero, basilico, erba cipollina, rosmarino, alloro ecc. Ognuno di questi ingredienti è perfettamente in grado da solo di insaporire i vostri piatti senza coprirne il reale sapore come invece fa il sale e in più sono benefiche!