Quando lo yoga diventa un gioco da bambini

3.646 views
yoga bambini

Lo yoga, disciplina orientale dalle molte sfaccettature che mira all’armonia tra corpo, mente e spiritualità, è stata conosciuta da noi occidentali non più di 50 anni fa, quando alcuni guru (maestri) decisero che questa antica pratica dovesse essere messa a disposizione di tutti.

Ecco che viene alla luce quel circuito elitario venutosi a creare nei territori d’origine, in quanto dono prezioso da fornire all’umanità per affrontare al meglio l’esistenza, nella forma fisica e spirituale. Così, a cominciare dagli Stati Uniti fino ad arrivare a noi, lo yoga ha creato tantissimi appassionati.

Il trend che si registra oggi ci dà un ulteriore dato: a praticare lo yoga non sono più soltanto gli adulti ma anche i bambini, a partire dall’età prescolare, i quali godono di tutti i vantaggi offerti dallo yoga.

In una società sempre più complessa, anche i bambini sentono l’esigenza di trovare modalità per calmarsi e gestire i tanti stimoli a cui sono sottoposti, mitigando ansie, paure, conflitti a scuola e in famiglia, iperattività, disturbi dell’attenzione, difficoltà di apprendimento e scarsa autostima.

Lo yoga può diventare così  uno strumento di grande valore per venire incontro a questi disagi sempre più frequenti nei bambini di oggi, aiutandoli  in modo concreto.

Gli incontri, tenuti da insegnanti qualificati anche nelle discipline pedagogiche, prevedono solitamente:

  • la pratica di alcune asana (posizioni) di base
  • racconto di storie e favole che aiutino i bambini nella memorizzazione di alcune sequenze di posture benefiche
  • introduzione giocosa alla respirazione, plasmata attraverso l’imitazione di quella degli animali
  • ricerca dell’equilibrio con l’estensione armonica dei movimenti
  • consapevolezza del proprio corpo
  • iniziazione alla meditazione

Benefici yoga per bambini

I benefici si registrano quindi sia su un piano più prettamente fisico, favorendo la scioltezza corporea, l’elasticità, l’equilibrio, la postura, valido aiuto per tutti i  problemi di schiena, gambe e piedi ,garantendo il miglioramento complessivo dello stato di salute e una corretta crescita, sia su un piano interiore, consolidando personalità, sicurezza, autostima e soprattutto grande armonia con loro stessi e con gli altri.

Per i bambini infatti nulla resta invariato per un lasso di tempo lungo; tutto è veloce, tutto va assimilato, il loro corpo cambia continuamente, sempre nuove cose da imparare. In questa tempesta sensoriale la pratica costante dello yoga porta nel bambino uno stato di rilassamento e calma attraverso cui impara a gestire i propri pensieri e le proprie emozioni, ad ascoltare i suoi ritmi naturali.

Yoga a scuola

Grazie ad un Protocollo, firmato nel 2003 tra il Ministero dell’Istruzione e la Federazione Italiana Yoga, questa disciplina è stata riconosciuta come “ un ottimo strumento di aiuto in campo educativo e sociale” e così si è dato il via a progetti di collaborazione tra scuole yoga e scuole d’istruzione primaria e secondaria per coinvolgere i bambini in quest’attività che in alcuni casi viene inserita proprio in orario scolastico, come alternativa o complementare ad altri sport.

Le iniziative già sperimentate al Nord Italia e pian piano anche al Sud del paese hanno avuto grande successo, con ottimi risultati riscontrati sui bambini. Un processo evolutivo che fa ben sperare circa l’effettiva capacità di far crescere nuove generazioni più consapevoli, equilibrate e in una parola più felici.