Raggi solari: proteggi la pelle con il cibo

1.205 views
cibo abbronzatura

L’estate ci porta inevitabilmente a fare i conti con la prova costume e a seguire tutti i consigli utili per proteggerci dai raggi solari. Ci viene consigliato in modo precauzionale di esporci alle prime ore del mattino e e nel tardo pomeriggio unendo a questa buona abitudine della crema protettiva (vedi creme solari 2016).

In tutti questi consigli spesso viene tralasciata l’importanza dell’alimentazione nel corso dei mesi estivi e quanto essa possa contribuire efficacemente a limitare i danni causati dall’esposizione al sole. Quindi perchè non dare una marcia in più al nostro organismo, per una maggiore salute e protezione, facendo una sana alimentazione e un carico di Vitamina D (molecola fondamentale per la salute).

La vitamina D infatti è considerata una molecola fondamentale per il nostro organismo. Il modo più efficace e veloce per assumerla è tramite i raggi solari. Questa vitamina è infatti scarsa negli alimenti e viene prodotta tramite l’esposizione della pelle al sole (si stima bastino solo 10 minuti per farne una buona riserva). Fare scorta di vitamina D è importante per:

  • salute delle ossa
  • prevenire i tumori
  • salute del cuore
  • salute del sistema immunitario

La Vitamina D è contenuta anche nei cibi ma in piccola quantità. E’ importante l’esposizione al sole, ma controllata e con le dovute precauzioni (anche alimentari).

I cibi che proteggono la pelle

Le radiazioni ultraviolette del sole sono la causa principale di tutti i tumori della pelle (melanoma) tanto che queste radiazioni sono considerate veri e propri agenti cancerogeni. Se nel corso del tempo una persona si procura diverse scottature, aumenta il rischio di melanoma perchè i queste circostanze i raggi ultravioletti (vedi anche luce blu) causano più mutazioni nel DNA e maggiore rischio tumori.

L’alimentazione gioca un ruolo fondamentale, perchè permette di fare il pieno di nutrienti che aiutano le cellule a riparare i danni (compresi quelli della luce solare). Il tè verde, per esempio, ricco di catechine, agisce a livello di 200 geni contribuendo alla loro regolazione e riparazione.

Il beta-carotene come sappiamo, contenuto in molte verdure e in tutto ciò che è arancione (zucca, carote ecc). aiuta la pelle a riparare i danni del sole e ad abbronzarsi in modo più efficace. Nello stesso identico modo funzionano anche:

  • limone contenuto negli agrumi
  • luteina e zeaxantina contenute nelle verdure verdi (sostanze che aiutano anche la vista riparandola dallo stress)
  • fitonutrienti contenuti nelle spezie
  • Omega 3 contenuta nel pesce azzurro e nella frutta a guscio

Quindi i buoni frutti che ci difendono possiamo riassumerli in:

  • verdure verdi e arancioni
  • pomodori
  • frutta (albicocche, melone, anguria e frutti di bosco)

Insomma frutta e verdura sono il nostro scudo difensivo al sole, ovviamente ricordate sempre l’importanza di idratarsi con acqua (vedi bevande da evitare).