Repellenti anti zanzare: ecco il cerotto al pomodoro selvatico

8.974 views

L’estate è una stagione meravigliosa se non fosse per quelle fastidiosissime zanzare, sempre pronte a lasciare il ricordo della loro presenza sulla pelle di grandi e piccini. Ti ronzano nelle orecchie durante la notte, si posano su ogni zona scoperta del corpo senza risparmiare la testa e, spesso, non vengono ostacolate nemmeno dai jeans.

Ma come tenerle lontane senza doversi cospargere di unguenti e creme dal cattivo odore? La Larus Pharma srl ha messo a punto un cerottino antizanzara davvero eccezionale: si chiama SenzaZzz® by Cer’8® e sfrutta le proprietà del pomodoro selvatico abbinato alla classica citronella e all’eucalipto.

La scoperta è stata fatta dal ricercatore americano Michael Roe, docente alla North Carolina University: lo scienziato ha dimostrato che nella pianta di pomodoro è presente l’undecanone, un chetone utilizzato nella produzione di profumi con note proprietà repellenti ma decisamente meno tossico del più comune DEET.

La citronella, del resto, è da sempre utilizzata come repellente naturale, non solo da spruzzare sul corpo ma anche da bruciare con candele preparate appositamente, per tenere lontane le zanzare dall’area in cui si vuole sostare. Fa parte della famiglia delle Graminacee ed emana un caratteristico odore di limone che, se utilizzato nei diffusori d’ambiente, ha anche un effetto calmate e distensivo sui bambini particolarmente agitati e iperattivi.

Il cerottino SenzaZzz è grande quanto una moneta e si applica sui vestiti, sui passeggini o sulle culle. Dopo aver rimosso l’adesivo è necessario esercitare una lieve pressione sulla parte frontale per liberare l’essenza e attivare il meccanismo di difesa. Non lascia alcun residuo sugli indumenti, emana il tipico odore di citronella ed ha un’efficacia di circa 8 ore.

Per i bambini può essere sufficiente un solo cerottino mentre per gli adulti è consigliabile usarne almeno due, uno per la parte superiore del corpo e uno per quella inferiore. Nella confezione si trovano 48 cerotti e il costo è davvero accessibile a tutte le tasche.

Come alleviare il prurito delle punture di zanzara

Se, tuttavia, la puntura dovesse arrivare lo stesso, si possono mettere in pratica alcuni piccoli suggerimenti per alleviare i fastidi:

  1. Immergere la parte punta in acqua molto calda e lasciarla a bagno il più a lungo possibile, in questo modo l’effetto del veleno iniettato dall’insetto sarà notevolmente ridotto
  2. Applicare sulla ferita l’acetone leva smalto: funziona quasi come un sigillante e attenua il prurito
  3. Una miscela di acqua e bicarbonato si rivela altrettanto efficace
  4. Strofinare fette di cipolla sulle punture aiuta a decongestionare la parte, specie quando si è allergici e i ponfi diventano molto gonfi e pruriginosi.
  5. Utilizzare una pomata a base di cortisone se la parte punta si gonfia molto e si nota un rossore intorno all’area.