Reverse dieta: la dieta al contrario

La Reverse dieta è un regime alimentare che fa dimagrire in modo salutare e semplicemente invertendo i principi basilari come dice la parola stessa “al contrario”. Siete abituati a non mangiare? Bene questa è la dieta inversa, si perde peso mangiando.

Le diete ipocaloriche spesso risultano troppo restrittive e dopo un po’ di tempo anche noiose. La maggior parte delle persone così decide di abbandonare e si ritrova a riprendere peso “in stallo”.

Combattere lo stallo di peso, senza troppi sacrifici, senza restrizioni, ma mangiando di tutto è possibile con il metodo Reverse dieta pensato proprio per combattere il sovrappeso nel tempo e beneficiare dei risultati a lungo termine. Vediamo insieme in cosa consiste la dieta.


Cos’è Reverse Dieta

Di diete ormai siamo un po’ tutti esperti, da quelle più particolari (gruppo sanguigno) alle classiche (dieta mediterranea). In genere quando si parla di dieta automaticamente facciamo riferimento mentalmente ad assenza di piaceri culinari come fritture, dolci, formaggi e salumi.

Reverse dieta, di cui parla per la prima volta Lyle McDonald, è un regime al contrario perchè parte dal presupposto inverso, ovvero mangiare di più per sbloccare metabolismo e perdere peso. Le difficoltà di questa dieta sono molto psicologiche.

Mentre gli altri regimi dietetici fanno dimagrire da una condizione normale di sovrappeso, con la dieta Reverse bisogna prendere consapevolezza che prima di vedersi “magri” è necessario vedersi “grassi”,ovvero ingrassare.

In pratica la dieta va ad aumentare l’introito calorico senza prendere peso (se non un paio di chili iniziali) per poi perderlo gradualmente e mantenere un corpo tonico e in forma. E’ tutta una questione di attività metabolica, è necessario non bloccare il metabolismo.

Perchè si blocca il metabolismo?

Una buona forma fisica dipende innanzitutto da un corretto funzionamento del metabolismo. Quando quest’ultimo di blocca, l’intero organismo rallenta i processi funzionali. Ecco i motivi principali per cui si blocca il metabolismo:

  • sport: per non bloccare il metabolismo è importante associare a sedute di cardio anche dell’attività anaerobica per perdere calorie anche a riposo
  • dieta: quelle troppo drastiche o restrittive bloccano il metabolismo (troppo peso velocemente)
  • carboidrati: per non bloccare il metabolismo è necessario non scendere sotto la soglia limite per non abbassare i livelli di leptina (ormone che brucia i grassi) e bloccare il metabolismo

Ottimizzare l’organismo grazie a:

  • Testosterone
  • Leptina
  • Riserve energetiche
  • Ormoni tiroidei

Leggi anche Dieta del metabolismo.

Come funziona la Reverse Dieta?

La Reverse diet si concentra principalmente sull’apporto di carboidrati che ogni settimana devono aumentare per incidere positivamente sulla leptina e incoraggiare il metabolismo. Non si tratta di diete drastiche delle 1000/1200 calorie, qui stiamo parlando di non scendere sotto i 1000 e bloccare il metabolismo.

Questa condizione vi porterà ad aumentare peso per poi dimagrire nel tempo e mantenere costante il peso. Come regolarsi? Quanto aumentare? Non esiste una formula uguale per tutti. Provate ad aumentare massimo 100 kcal a settimana e valutate come risponde il vostro organismo, aiutandovi anche con esperti.

Il punto cruciale è velocizzare il metabolismo, ma se notate che aumentate più dei due chili richiesti è necessario fermarsi perchè avete raggiunto il tetto calorico massimo. Per proseguire la dieta dovrete tagliare il 15% del vostro nuovo tetto calorico. Il peso guadagnato precedentemente verrà tolto man mano.

A chi è rivolta la Reverse Dieta?

Viene da pensare che la Reverse Dieta è pensata per i folli, per gli anticonformisti grazie ai sui principi base invertiti rispetto alle diete tradizionali. In realtà è una dieta amica, nei momenti di maggiore difficoltà e bisogno.

E’ particolarmente utile a:

  • chi ha un metabolismo lento
  • chi fa sport ma non scende di peso
  • chi fa attività fisica ma si sente sempre spossato
  • chi ha seguito diete ipocaloriche per molto tempo e ora si torva in stallo

E’ sconsigliata a coloro che hanno un metabolismo iperattivo, a chi non riesce ad autogestirsi, a chi non ha la pazienza di vedere i risultati dopo tempo (ma che dureranno nel tempo), a chi non è abituato a seguire regimi dietetici poco “convenzionali” e troppo new generation.

Benefici della Reverse Dieta

Chi decide di seguire la Reverse Diet può beneficiare di tanti vantaggi come:

  • dimagrire mangiando
  • riacquistare un metabolismo sano e corretto
  • non ingrassare anche se qualche volta si “sgarra”
  • funziona sempre

Prima di seguire regimi dietetici affidarsi sempre a consulti specialistici.

Condividi con un amico