Le proprietà dei semi di girasole

2.466 views
semi di girasole proprietà

I semi di girasole, al pari di altri semi commestibili come quelli di zucca e di lino, sono un piccolo concentrato di grandi proprietà, riuscendo ad essere uno snack salutare che calma la fame e apporta all’organismo nutrienti importanti, soprattutto sali minerali, vitamine e acidi grassi essenziali (omega 3 e 6).

Da una testa di girasole si ricavano centinaia di semi commestibili e ne esistono di tre varietà di semi di girasole che si distinguono facilmente dal colore della buccia: bianchi, neri  e striati e si differenziano per il contenuto di alcuni nutrienti, presenti in percentuale maggiore in una varietà piuttosto che un’altra, così i semi di girasole bianchi sono più ricchi di acido linoleico (omega 6), i neri di sali minerali (ferro, zinco, rame, magnesio) e quelli striati di fibre.

E’ importante inserire i semi di girasole nella propria alimentazione innanzitutto per il loro contenuto di acidi grassi essenziali, tra cui l’acido linoleico (i famosi omega 6) e l’acido folico, importante soprattutto in gravidanza per la corretta crescita del nascituro.

I semi di girasole sono preziosi anche per l’elevato contenuto di vitamine, in particolare del gruppo B ed E, quest’ultima con funzione antiossidante contro l’invecchiamento cellulare ed infiammazioni soprattutto a carico delle articolazioni; ricavano benefici dai semi di girasole e dalla vitamina E presente anche il cuore e l’apparato circolatorio, impedendo al colesterolo cattivo di aderire alle pareti delle arterie.

La vitamina E, unita alle fibre, è molto importante anche per l’attività intestinale, la salute delle ossa è invece favorita dalla presenza di numerosi sali minerali, tra cui rame, che favorisce la resistenza e la flessibilità delle articolazioni, e magnesio, utile anche per rilassare i nervi, favorendo il relax generale e allontanando lo stress.

Mangiare semi di girasole migliora l’aspetto della pelle favorendone elasticità e morbidezza grazie alla presenza di alcuni acidi grassi che favoriscono la formazione di collagene.

Tostati e salati i semi di girasole si possono consumare come uno spuntino da soli o aggiunti ai cereali della colazione, ma possono anche andare ad arricchire insalate fresche, minestre, uova strapazzate o nelle preparazioni di muffin e torte salate, anche se sono un ingrediente insolito della nostra tradizione culinaria, associato di più al cibo per criceti

Dai semi di girasole si può ricavare anche una farina per preparare il pane scuro (in Germania è il sonnenblumenbrot) ed altri prodotti da forno; in tutti i casi bisogna ricordare sempre di non ingerire i gusci e se si acquistano già sgusciati bisogna fare attenzione a che non siano rotti, sporchi o flosci.

Benefici dei semi di girasole

I semi della salute, utilizzati da sportivi e non, sono in grado di aiutare il nostro organismo a restare in forma e migliora alcune patologi che possono creare danni e fastidi alla nostra salute. Un consumo regolare e giusto dei semi di girasole aiuta contro il colesterolo.

Grazie ai grassi e  nutrienti presenti nei semi questi hanno un effetto benefico sui livelli di colesterolo nel sangue. Agendo sul colesterolo aiutano anche l’organismo a prevenire malattie cardiache come infarti e cerebrali come ictus e ischemia.

Un altro utilizzo dei semi è quello di migliorare la stitichezza e di controllare l’indice glicemico nel sangue. il consiglio è assumere una manciata di semi al giorno o da soli oppure in compagnia di yogurt.

Controindicazioni di semi di girasole

Come ogni farmaco ed ogni sostanza non è immune da controindicazioni. Prima di assumere qualsiasi nuova sostanza è sempre bene consultare il vostro medico di fiducia. I semi di girasole sono un prodotto naturale ma come tutti i prodotti un abuso e una scorretta assunzione può causare spiacevoli conseguenze.

Ai bambini al di sotto dei 5 anni si sconsiglia l’uso per evitare problemi di soffocamento visto la dimensione minuscola dei semi. Si consiglia anche agli adulti di mangiarli lentamente e masticare bene.

I semi di girasole non devono essere assunti da persone affette da allergie di ogni tipo, in particolare per chi è intollerante alle noci e derivati (mandorle, arachidi, pistacchi ecc). Il consumo di semi in questi casi può causare allergie forti, eczema, orticaria, vomito, diarree e nella peggiore delle ipotesi anche shock anafilattico. Ricordatevi la prevenzione è la base di ogni cosa.