Sonniferi naturali

insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno molto comune e diffuso nella popolazione. La difficoltà a riposare può colpire tutti, uomini e donne, indipendentemente dall’età (anche se si stima che gli anziani ne soffrono di più per un fattore genetico).  Tra le cause più frequenti: stress, pensieri negativi, vere e proprie patologie.

Quando l’insonnia colpisce il primo pensiero va ai sonniferi farmacologici di sintesi. Questi ultimi possono creare dipendenza e quindi prima di optare per essi sarebbe meglio rivolgersi ad uno specialista e provare i sonniferi naturali (leggi anche il metodo naturale 4-7-8 per addormentarsi).

Come riconoscere l’insonnia? Quali sono i principali sonniferi naturali? Sono davvero efficaci e potenti contro l’insonnia? Possono avere effetti collaterali?

Come riconoscere l’insonnia?

I sintomi dell’insonnia non sono facili da riconoscere perchè spesso si confondono con altre problematiche. Spesso i soggetti tendono a non riconoscere volontariamente il problema e ci convivono malamente a vita. Assolutamente sbagliato! Meglio intervenire subito e migliorare anche la qualità della vita (che è messa a dura prova da chi soffre di cattivo riposo notturno). I sintomi più comuni dell’insonnia sono:

  • incapacità di prendere sonno nel giro di 20 minuti (la soglia limite massima)
  • segnali di depressione
  • svegliarsi spesso durante la notte
  • stati di ansia
  • stanchezza al mattino appena svegli
  • mal di testa frequenti
  • agitazione
  • irritabilità
  • bisogno frequente di caffeina
  • bisogno di riposare continuamente
  • difficoltà di concentrazione

Se avvertite questi sintomi è bene rivolgersi al medico curante per trattare il problema nella giusta dimensione, evitando farmaci e magari optando per rimedi naturali, i sonniferi non di sintesi.

Sonniferi naturali

Non riuscire a dormire la notte può causare disturbi importanti nei soggetti e minare le attività lavorative, domestiche e di studio. E’ necessario rimediare a tale disturbo con metodi non invasivi, ma naturali allo scopo di alleviare il problema senza particolari danni e senza creare dipendenze. I sonniferi naturali sono più sicuri rispetto ai farmaci ma non sempre danno buoni risultati.

Ecco i principali sonniferi naturali utilizzati per combattere l’insonnia:

  • passiflora
  • valeriana
  • melatonina
  • griffonia
  • tiglio
  • melissa

Passiflora

E’ uno dei sonniferi naturali impiegati per combattere l’insonnia. La passiflora viene utilizzata fin dall’antichità sotto forma di tisane rilassanti da assumere la sera prima di coricarsi. Uno dei benefici maggiori di questa erba officinale è quella di fungere anche come potente calmante ad effetto rilassante, non ha effetti indesiderati durante il giorno (come sulla capacità di guidare).

La passiflora permette di far riposare il soggetto la notte e durante il giorno dargli la possibilità di svolgere le attività in modo sereno e tranquillo.

Valeriana

La valeriana è i più diffuso sonnifero naturale, usato da sola o in combinazione con altre erbe officinali (come la melissa o la passiflora). E’ un rimedio anti-insonnia blando che deve essere assunto,come tutti i sonniferi naturali, solo dopo un consulto medico.

Melatonina

L’ormone naturalmente prodotto dal corpo è da sempre stato indicato come curatore dell’insonnia. La melatonina, a differenza degli altri rimedi, non è da considerare un vero e proprio sonnifero naturale, ma come sostanza in grado di regolare sonno-veglia e come per tutti gli altri è da assumere solo dopo consulto medico. Leggi Melatonina Pura.

Griffonia

La griffonia è un mediatore chimico derivante da una pianta originaria dell’Africa che regola (allo stesso modo della melatonina) i ritmi sonno-veglia. La griffonia oltre che favorire un corretto riposo è capace di agire positivamente anche sull’umore.

La griffonia si presenta sotto forma di capsule o compresse e comode tavolette in parafarmacia o erboristeria.

Tiglio

Il tiglio è un sonnifero naturale molto blando usato soprattutto per l‘insonnia “passeggera”. Il tiglio è reperibile sotto forma di tisana o estratto/integratore e può essere assunto anche più volte durante il giorno sempre dopo un consiglio specialistico.

Melissa

La melissa è un’erba che ha uno straordinario effetto calmante e rilassante e per questo motivo rientra a pieno titolo tra i rimedi naturali contro l’insonnia. La melissa si presenta sotto forma di tisane e infusi da consumare preferibilmente la sera prima di coricarsi. In erboristeria sono disponibili anche infusi di melissa mescolati alla passiflora o alla valeriana. Anche in questo caso assumere dopo aver chiesto il parere di un medico.

I sonniferi naturali funzionano davvero?

I sonniferi naturali vengono usati per contrastare i sintomi dell’insonnia leggera e passeggera. Essi non risolvono vere e proprie patologie che possono stare dietro a un’insonnia grave o cronica. In questo caso è preferibile assumere farmaci di sintesi sempre e solo dopo aver consultato un medico. Per contrastare l’insonnia è indispensabile condurre un sano stile di vita e una dieta bilanciata evitando di mangiare (soprattutto di sera) fritti, dolci e alimenti ricchi di grassi.

E’ bene evitare anche caffeina e alcol, andare a dormire presto (massimo le 22), evitare di stare al pc fino a tardi e fare della costante attività fisica giornaliera. Queste sane abitudini potrebbero essere un valido aiuto per ridurre i sintomi del cattivo riposo.

Sia i sonniferi naturali che i farmaci possono avere effetti indesiderati a lungo termine se si fa un abuso.