Trattamenti alla cheratina per Capelli secchi, sfibrati o con doppie punte

12.379 views
trattamento cheratina

I raggi ultravioletti sono noti per avere un effetto deleterio su tutti i tipi di capelli, anche quelli più spessi e resistenti, i quali tendono inevitabilmente a seccarsi e disidratarsi dopo ore e ore di esposizione incondizionata al sole. Questo tipo di situazione è particolarmente evidente nel periodo estivo, quando i raggi solari sono più forti e maggiore è il danneggiamento del fusto del capello.

E’ proprio per questo che in tale periodo si dovrebbe prestare maggiore attenzione alla cura dei capelli, utilizzando oli appositi per difenderli, altrimenti si rischia di privarli degli elementi essenziali di cui sono composti, compresa la cheratina, ritrovandosi una capigliatura simile alla paglia, molto secca, difficile da gestire e pettinare e soprattutto brutta.

La secchezza interessa soprattutto la lunghezza dei capelli, portando con sé anche le classiche doppie punte, davvero brutte alla vista, in quanto rendono immediatamente evidente il cattivo stato di salute dei capelli, i quali hanno nel frattempo perso lucentezza a favore delle sfavillanti puntine che fuoriescono dalla massa.

Il vero problema è che il capello se viene rovinato, non è in grado, da solo di rigenerarsi; e una semplice maschera idratante (qui trovi come fare le maschere per capelli a base di maionese) non è più efficace quando il capello è ormai morto.

Ecco perché in questi casi sono indicati i trattamenti alla cheratina, che servono a ringiovanire la fibra capillare, ridando quegli strati di cheratina che nel tempo si sono consumati. Oltre alla cheratina, il trattamento contiene anche tutti gli aminoacidi e gli oli essenziali contenuti naturalmente in un capello sano. Si assicura così un nuovo nutrimento, in profondità, una vera e propria ricostruzione.

Come fare il trattamento alla cheratina?

Innanzitutto questo speciale trattamento lo potete fare dal vostro parrucchiere di fiducia che abbia i prodotti alla cheratina appositi per la ricostruzione. Sono 4 i passaggi.

  1. Viene fatto uno shampoo “chelante” con agenti che permettono al prodotto di penetrare bene nel capello e di assorbire entro qualche minuto di posa, tutti i vecchi residui che possono ostruire il passaggio della ricostruzione. Quindi residui di colore vecchio, di prodotti a base di silicone che soffocano i capelli.
  2. Viene applicato un ricostruttore istantaneo di PH naturale del capello, in quanto lo shampoo apre le squame per pulire in profondità; c’è perciò bisogno successivamente di riportare il capello allo stato naturale. L’effetto dopo questi due passaggi è un capello pulito e super idratato.
  3. E’ il momento della ricostruzione vera e propria, che consiste in un impacco di cheratina, steso su tutti i capelli, sia contro che pro squama, come se fosse una tintura che va tenuto o con una fonte leggerissima di calore nelle vicinanze o con una cuffia, per 15 minuti all’incirca.
  4. Il prodotto, dopo la posa viene infine risciacquato, quindi viene applicata una maschera ristrutturante, come trattamento finale, per meglio fissare la cheratina.

Benefici del trattamento

Questa pratica ridona vitalità al capello, elasticità, brillantezza e nutrizione, con effetti piuttosto lunghi nel tempo e immediatamente visibili. La secchezza scompare del tutto. Si consiglia però di eseguirlo comunque una volta al mese per avere capelli di seta, assolutamente perfetti, sempre e ovunque.

Questo trattamento è utilissimo inoltre anche per chi ha capelli fragili, che tendono a spezzarsi o per  chi ha problemi di crescita , permettendo di irrobustirli, senza ricorrere a espedienti come le extenensions per esempio.

Tra l’altro non ci sono controindicazioni ed è adatto a tutti i tipi di capelli, da quelli lisci a quelli ricci, perché non ne modifica l’andamento naturale. Solo dopo la prima seduta è consigliato piastrarli per consentire un ulteriore ingresso della cheratina nel capello, grazie al calore, ma ciò non è d’obbligo.