Tre varianti originali degli struffoli napoletani

Il dolce per eccellenza campano? Ma gli struffoli naturalmente! Esistono tantissime ricette di queste simpatiche palline fritte di miele, da quelle più dure dei pasticceri a quelle più morbide tipiche delle nostre nonne.

Gli struffoli hanno una tradizione antichissima che non li vede nascere nella città partenopea, bensì importati dai greci nella Magna Grecia. Altre teorie sostengono che siano tipici dell’Andalusia. In ogni caso noi li consideriamo napoletani e soprattutto ne apprezziamo il gusto e le decorazioni. Oggi vi vogliamo proporre 3 alternative originali alla classica ricetta originale.

Struffoli ai frutti rossi

La prima variante prevede un impasto decorato ai frutti rossi. Ecco gli ingredienti:

  • 3 uova
  • 300 g di farina 00
  • 1 cucchiaio di olio di oliva
  • 20 g di zucchero
  • 1 arancia
  • scorza di limone e sale q.b
  • 200 g di lamponi e 50 g di miele (per la glassa)
  • lamponi, meringhe e cioccolato fondente (per la decorazione)
  • olio di semi di girasole (per la frittura)

Procedimento

Iniziate con l’impasto, uova zucchero e sale. Poi l’olio.la buccia grattugiata del limone e il succo. fare l’impasto e lavorarlo su una spianatoia infarinata. Avvolgete il panetto in una pellicola e fatelo riposare.

Quando sarà pronto formate le palline e friggete. Per la glassa, mettete i lamponi in un mixer e prendetene anche la polpa. Amalgamate con l’olio e fate saltare ancora qualche minuto con gli struffoli (cotti). Servite con scaglie di cioccolato e meringhe decorative.

struffoli-frutti-rossi

Struffoli al forno

E se invece di friggere gli struffoli, li facessimo cuocere al forno? Una ricetta gustosa e molto più leggera. Dopo aver amalgamato gli ingredienti della ricetta originale degli struffoli (vedi sopra) basta metterli su una carta da forno e infornarli a 180°C per circa 20 minuti.

Dopo che risultano cotti (dorati) toglierli dal forno e immergerli tiepidi in una casseruola piena di miele. Amalgamare e servire su una pirofila con i tradizionali diavolini colorati.

Struffoli vegani

Per tutti gli appassionati della cucina vegana ecco gli struffoli napoletani senza ingredienti animali. Occorrono:

  • 200 g di farina bio
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 15 g di margarina vegetale
  • mezza bustina di vanillina
  • sale e scorze di limone e arancia q.b
  • olio di oliva o di semi (per friggere)
  • sciroppo d’acero (al posto del miele) e diavolini (o altri canditi) per condire

SE volete degli struffoli senza glutine, basta sostituire alla farina di grano quella gluten free. Leggi Nima: il dispositivo che rileva il glutine nel cibo.

Per il procedimento è lo stesso della ricetta originale, basta amalgamare tutti gli ingredienti e alla fine invece del miele irrorali con lo sciroppo d’acero. Provate la variante che desiderate per un Natale originale.

Condividi con un amico