Un probiotico al giorno per ridurre il grasso e perdere peso

23.438 views

 

Siamo abituati a pensare ai probiotici in relazione soprattutto alla loro funzione di ristabilire l’equilibrio intestinale ovvero la giusta flora batterica che in alcuni periodi dell’anno può aver bisogno di essere reintegrata. E così ci hanno spiegato che essi sono un validissimo aiuto nel combattere la sindrome da colon irritabile e nel rafforzare le difese immunitarie.

Tutto questo è giusto ma studi recenti hanno messo in luce nuove azioni benefiche di questi batteri che abitano normalmente il nostro intestino.

Supplementi giornalieri di lactobacillus gasseri SBT 2055 (LG 2055) possono contribuire a ridurre il peso corporeo e la massa grassa.

E’ quanto riferito da un nuovo studio giapponese, pubblicato sulla rivista “European Journal of clinical nutrition”, secondo cui il consumo giornaliero, per 12 settimane di latte fermentato contenente questo specifico tipo di probiotico ( ce ne sono diversi) consente una riduzione del 3,3% del grasso sottocutaneo e del 4,6% del grasso addominale. Ciò si traduce in una perdita di peso corporeo che si stima essere intorno all’1,5% e una riduzione globale del girovita importante, intorno all’1,8%.

L’esperimento è stato condotto su un gruppo di 87 persone in sovrappeso. Suddivisi in due gruppi, al primo è stato somministrato per 12 settimane consecutive 200g di latte fermentato con l’aggiunta  del probiotico LG2055, mentre al secondo gruppo si è fornito solo del latte fermentato.

Specifichiamo che i probiotici trovano un habitat ideale proprio nei derivati del latte, laddove i lactobacilli fermentano il lattosio ovvero lo zucchero del latte, producendo acido lattico. Ecco perché li troviamo spesso nei prodotti latteo-caseari come yogurt, formaggi freschi e latte fermentato.

Fatta questa precisazione, ritorniamo all’esperimento. In questo caso si è deciso di utilizzare il latte fermentato che presenta di base una serie di probiotici ma non quello specifico di interesse dello studio.

Si è potuto constatare al termine delle 12 settimane, che coloro i quali avevano assunto solo latte fermentato, avevano sì agevolato la flora batterica e quindi presentato i classici benefici rispetto alla funzionalità dell’intestino, all’azione calmante sulle vie respiratorie, all’aumento delle difese immunitarie oltre che sui valori del colesterolo ma non avevano avuto grandi miglioramenti rispetto
alla perdita di peso e di circonferenza.

Dato che invece, si è riscontrato sul primo gruppo, al quale è stato somministrato con regolarità giornaliera il probiotico LG2055. Si è avuta una riduzione su tutti i teste, sia del grasso sottocutaneo e addominale che una riduzione del girovita e del peso complessivo.

Dunque gli scienziati hanno concluso positivamente la loro ricerca. Questo Lactobacillus LG2055 è effettivamente in grado di aiutare, in modo particolare rispetto agli altri probiotici, la diminuzione di peso.

Questo significa che coloro i quali hanno bisogno di smaltire grasso in eccesso, specie quello addominale che affligge tanto le donne quanto il popolo maschile, da oggi hanno un nuovo alleato del tutto naturale e assolutamente benefico per l’intero organismo.

Una soluzione alla portata di tutti, che può senz’altro costituire un validissimo supporto delle diete ipocaloriche e dei regimi alimentari controllati. Prima di vedere quali sono i 5 migliori probiotici ricordiamo i tre principali gruppi di batteri che li compongono:

  • Bifidobacteria
  • Eubacteria
  • Lactobacilli

I probiotici vanno presi per la giusta integrazione, per assumerli nel modo corretto e nelle dosi giuste è bene ricordarsi di;

  • assumerli sempre a stomaco vuoto
  • assumerli per almeno un mese
  • assumerne almeno un miliardo al giorno

I probiotici vanno assunti in caso di deficit immunitario, stipsi, infezioni urinarie, colesterolo, colite e reflusso esofageo.

Effetti collaterali dei probiotici

La medicina non ha ancora documentato gli effetti negativi che possono derivare dall’assunzione dei probiotici che ricordiamo sono importanti per ripristinare il sistema immunitario, ma ad alcuni possono risultare dannosi per la salute:

  • soggetti affetti da pancreatite
  • soggetti affetti da HIV
  • soggetti sottoposti a chemio

Tra i possibili effetti collaterali (anche gravi):

  • setticemia
  • crampi addominali
  • meteorismo
  • flatulenza
  • diarrea
  • stipsi

Proflora fermenti lattici

E’ un probiotico a base di fermenti lattici, utile per ripristinare l’equilibrio della flora batterica intestinale debilitata da assunzione di farmaci, stress e consumo di alcol. La componente probiotica appartiene sia al genere Bifidobacterium che Lactobacillus.

Proflora si presenta in comode confezioni da 10 bustine e si consiglia l’assunzione di una sola al giorno almeno 30 minuti prima dei pasti disciolta in acqua, Mescolare energicamente e bere. Non superare le dosi consigliate e chiedere il parere del medico se si è in gravidanza, allattamento o si hanno altre patologie.

Complesso probiotico

E’ un probiotico che fornisce circa 4 miliardi di fermenti vivi, tra cui lactobacilli e bifidobatteri. Il complesso probiotico 100 capsule vegetariano è importante per:

  • aiutare il processo digestivo
  • è importante per la salute del colon
  • aumenta le difese immunitarie
  • elimina le sostanze di rifiuto

Prima di assumerlo chiedere il parere del medico.

New Ferzym

Integratore alimentare in comode capsule, con 7 miliardi di fermenti lattici tipizzati e stabilizzati con tecnica Dual Coated (3 ceppi selezionati), fibre vegetali specifiche, vitamine, pappa reale e senza glutine. New Ferzym 30 capsule è utile per la flora intestinale.

Si consiglia di assumere 1/3 compresse al giorno preferibilmente prima di colazione o lontano dai pasti. Consultare un medico prima di assumerlo e non sostituire a una dieta bilanciata.

Swiss Probiotix

Il probiotico Swiss contiene circa 8 miliardi di batteri benefici per il ripristino del’equilibrio del nostro organismo. E’ importante assumerlo perchè aiuta a:

  • mantenere in equilibrio la flora intestinale
  • favorire la digestione
  • ridurre i sintomi dello stress

E’ consigliato anche a coloro che sono intolleranti al lattosio, soffre di problemi di stomaco, non assume molte proteine, diabetici e assume regolarmente farmaci antibiotici (responsabili di squilibri intestinali). Prima di assumerlo rivolgersi sempre a un medico.

Kijimea colon irritabile

Kijimea è l’integratore di probiotici più diffuso nella lotta ai deficit immunitari e soprattutto alla protezione del colon irritabile.