Ma lo YOGURT ACTIVIA funziona davvero?
Home » alimentazione » Yogurt Activia funziona davvero?
Yogurt Activia funziona davvero?

Yogurt Activia funziona davvero?

activia Yogurt Activia funziona davvero?La Danone, con le sue famose donne, sponsorizzano la straordinaria capacità del proprio yogurt Activia di eliminare completamente il gonfiore allo stomaco: ma è vero?

Innanzitutto, è importante sapere che l’aria nella pancia (quindi la pancia gonfia e che tira) è spesso un disturbo di chi soffre di irregolarità intestinale, ossia un rallentamento del transito intestinale ed il conseguente squilibrio dei processi fermentativi fisiologici della microflora intestinale.

Ciò è spesso causato da una vita sedentaria, da stress e tensioni, da farmaci e da una cattiva ed irregolare alimentazione. Per eliminare questo fastidioso problema e ridurre anche il gonfiore quindi, è necessario ripristinare il corretto funzionamento dell’intestino e della sua microflora.

Lo yogurt Danone Activia, con il suo Bifidus Actiregularis, promette di ritrovare la regolarità naturale e ridurre il gonfiore addominale, permettendo così alle donne di ritornare serene e felici con se stesse e con gli altri. Lo yogurt, in generale, contiene già due fermenti quali lo Streptococcus termophilus e il Lactobacillus bulgaricus.

In aggiunta, Activia possiede l’esclusivo Bifidus ActiRegularis (nome commerciale del Bifidobacterium Lactis DN – 173 010), fermento selezionato dal centro di ricerca Danone Research che, a differenza degli altri “standard”, riesce ad attraversare e superare la barriera acida dello stomaco giungendo ancora attivo nell’intestino.

E in ogni vasetto ce ne sarebbero più di 1 miliardo… Questo sarebbe il segreto dell’efficacia dello yogurt Activia: il Bifidus Actiregularis riesce ad arrivare nell’intestino ancora vivo e quindi a regolarizzarne il flusso e a smuoverlo. Le esperienze delle donne a riguardo (perché l’intestino pigro e il gonfiore sono un problema prettamente femminile) sono logicamente contrastanti e con risultati più diversi che mai.

C’è chi lo adora sia per i gusto, sia soprattutto per gli effetti che ha, e chi lo ritiene inutile; chi lo ritiene un ottimo acquisto, e chi si è assuefatto ed è tornato al punto di partenza; chi lo ritiene “la salvezza”, e chi lo considera un utile rimedio solo per coloro che hanno un blando problema; chi pensa che funzioni ma consiglia di non eccedere con più di 2 vasetti al giorno, per non incorrere in mal di pancia o simili, e chi non lo distingue per efficacia dagli altri yogurt presenti sul mercato; chi lo decanta entusiasta e chi si è fatto rimborsare dalla Danone (programma “Soddisfatti o Rimborsati”).

Insomma, la soggettività delle persone è sempre la prima regola che determina l’efficacia o no di un prodotto, anche per lo yogurt in questione dunque. Sicuramente molte donne hanno riscontrato un miglioramento e lo consigliano alle amiche come rimedio però, bisogna riportare che, spesso, lo yogurt è stato abbinato ad un miglioramento dell’alimentazione generale e dello stile di vita (facendo attività fisica ad es.).

Quindi, il risultato positivo è sempre un fattore determinato da una molteplicità di comportamenti, metodi, prodotti e abitudini adottati contemporaneamente, per il fine desiderato e desiderabile: arduo poter affermare con certezza che sia lo yogurt ad esserne il solo fautore, ma sicuramente c’è da riconoscere l’aiuto considerevole che apporta.

Un commento

  1. giuseppe bianca

    il lactococcus lactis produce un gruppo d’antibiotici polipeptici detti nisine che sono un fattore di primaria importanza nel promuovere l’adattamento di streptococchi lattici in un ecosistema molto competitivo. Le nisine sono attualmente utilizzati in Europa nell’industria alimentare per controllare i processi fermentativi.