Zoely, la nuova pillola contraccetiva “bio”

91.730 views

L’ultima novità contraccettiva è priva di effetti collaterali, grazie agli estrogeni naturali che contiene. E’ Zoely, la nuova pillola “bio”. Non è la prima della nuova generazione di contraccettivi, tre anni fa era già uscita in commercio Klaira, ma la Zoely (marchio Teva) è migliore rispetto alle precedenti.

Grazie alla particolare composizione non dà problemi di spotting, cioè le piccole perdite di sangue che ogni tanto si verificano tra un ciclo e l’altro, né secchezza vaginale. Zoely è un contraccettivo orale combinato, monofasico che utilizza un estrogeno naturale (estradiolo), cioè strutturalmente identico a quello prodotto dall’organismo femminile durante il ciclo.

Principio attivo di Zoely

L’estradiolo arriva direttamente alle ovaie senza subire passaggi metabolici e ne stimola l’attività. In questo modo l’organismo non si accorge della “sostituzione” dell’ormone naturale con quello chimico e l’apparato riproduttivo continua a funzionare normalmente, senza naturalmente essere fertile.

La confezione di Zoely contiene 28 pillole in due diverse colori, 24 compresse bianche attive e 4 gialle prive dei principi attivi, cioè semplici placebo. Si assume una compressa al giorno per tutto il tempo in cui si desidera l’effetto contraccettivo, iniziando con l’assunzione di una compressa attiva il primo giorno del ciclo mestruale.

Oltre all’estradiolo, l’altro componente innovativo della Zoely è un progestinico, il nomegestrolo acetato, che ha una funzione mirata sull’endometrio, in modo da evitare la secchezza vaginale. Ecco perché questa piccola anticoncezionale è l’ideale anche per le donne vicino alla menopausa.

I contraccettivi a base di estrogeni naturali sono meglio tollerati dal corpo umano e danno meno effetti collaterali come il gonfiore, gli sbalzi d’umore o il mal di testa. Inoltre, hanno un bassissimo impatto sul metabolismo, alterando pochissimo i valori di colesterolo, zuccheri e trigliceridi.

Ritardare le mestruazioni

Per ritardare le mestruazioni, la donna deve proseguire con un’altra confezione blister di Zoely senza assumere le compresse placebo gialle della confezione attuale. Il ciclo può essere prolungato nella misura desiderata, fino al termine delle compresse attive bianche della seconda confezione.

L’assunzione regolare di Zoely riprenderà dopo che siano state assunte le compresse placebo gialle della seconda confezione. La donna nella fase di prolungamento del ciclo potrà presentare metrorragia o spotting.

Se si assume Zoely e si desidera spostare le mestruazioni a un giorno della settimana diverso da quello previsto dallo schema di assunzione attuale, si può accorciare la fase delle compresse placebo gialle di un massimo di 4 giorni. Quanto più breve sarà l’intervallo, tanto maggiore saranno le probabilità che non si verifichi il sanguinamento da sospensione.

Zoely fa ingrassare?

Quando si parla di pillola anticoncezionale la prima domanda che ci facciamo è se fa ingrassare? Questo perchè l’assunzione di ormoni, oltre ad agire sull’apparato riproduttore, può incidere anche sul metabolismo. In generale Zoely, come le altre pillole, non fa ingrassare (non fa aumentare la massa grassa) ma può causare una maggiore ritenzione idrica (magari temporanea) che incide sull’aumento di peso.

Quanto costa?

Il prezzo di Zoely nelle migliori farmacie online o in quelle fisiche è di circa 17€ a confezione, che contiene 24 compresse

Controindicazioni

Ma attenzione, anche per la pillola bio, alcune controindicazioni rimangono come per quella tradizionale, non va assunta: in caso di elevati disturbi della coagulazione (rischio trombosi) e gravi problemi al fegato. Zoely non deve essere usato in donne ipersensibili (allergiche) a nomegestrolo acetato, estradiolo o a una qualsiasi delle altre sostanze.

Ricordiamo che Zoely è un medicinale contraccettivo, quindi può essere ottenuto soltanto con prescrizione medica.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.