Acque termali per dimagrire

1043
acque-termali-dimagrire

Un buon metodo per dimagrire? Andare alle Terme. Soprattutto dopo le vacanze il nostro organismo ha bisogno di purificarsi e rigenerarsi dall’eccesso di scorie accumulate, un trattamento detox è quello che serve. Quale miglior momento per usufruire dei benefici delle terme e approfittarne anche per rilassarsi un po’?.

Le acque termali sono note per i molteplici benefici al nostro organismo e alla bellezza corporea. Diversi i trattamenti offerti dai centri termali: dai fanghi alle inalazioni, dalle maschere cutanee ai trattamenti estetici. In questo scenario si inseriscono anche i benefici delle acque termali: dimagrire in benessere. Vediamo insieme quali sono le acque termali che fanno dimagrire e dove andare per ottenere questi risultati.

Acque depurative: zolfo e bromo

Queste due acque sono efficaci per il dimagrimento. Esse in maniera delicata agiscono sul sistema linfatico e sul funzionamento della tiroide. Altri benefici del bromo e dello zolfo sono: aumento della diuresi e disintossicazione del fegato. Come agiscono questi due minerali? Migliorano l’utilizzo dell’adipe per conservare l’energia del metabolismo.

Dove andare per trovare queste acque dimagranti? Una delle mete favorite è Ischia (le 5 migliori terme in Campania). Gli stabilimenti termali dell’isola campana offrono varie consulenze di salute e benessere come:

  • consigli sulle varie diete
  • cure detox
  • trattamenti per migliorare la digestione
  • trattamenti anti-colite
  • trattamenti per colesterolo e diabete
  • trattamenti per combattere la stipsi cronica

Acque clorurate: pancia piatta

Se avete problemi di stipsi, gastriti, colon irritabile, meteorismo, acidità di stomaco e senso di appesantimento e gonfiore, le acque di cloruro sono la soluzione migliore. Il cloruro, infatti, è l’elemento dell’acqua importante e utile per i problemi dell’apparato digerente.

Le acque clorurate riequilibrano la flora batterica, l‘intestino, il fegato e le vie biliari. Quali sono le terme in cui sono presenti le acque clorurate per disintossicare l’intestino e avere una pancia piatta e una silhouette perfetta? Oltre all’acqua di S.Silvestro (in provincia di Brescia) famosa per l’effetto lassativo e contro l’acidità gastrica, degne di nota sono gli stabilimenti balneari del Trentino Alto Adige, terra in cui sono presenti le acque della fonte di Sant’Antonio (utili per il sistema vascolare e per il riequilibrio del Ph gastrico).

Vedi anche Terme di Levico e cure inalatorie per i bambini.

 

Acque ipertermali: pelle senza inestetismi

Le acque migliori per la bellezza della pelle? Senza dubbio quelle ipertermali. Quali sono queste acque? Sono quelle ricche di bicarbonato, sodio e soluzioni alcaline. Sono molto rare in Italia ma la loro efficacia è certificata e garantita. Le acque ipertermali servono per:

  • idratazione
  • depurazione
  • attivazione metabolica
  • produzione di collagene (importante soprattutto per le donne che ne hanno poco). Per questo motivo infatti sono più soggette all’effetto Tindell

Le acque ipertermali sono importanti per dare tonicità e elasticità alla pelle, che appare più levigata, giovane e morbida. Dove andare? Gli stabilimenti (rari nel nostro Paese) dove trovare queste acque efficaci contro gli inestetismo cutanei, si trovano in Sardegna, Toscana e Emilia Romagna (soprattutto a Salsomaggiore). Vedi 5 migliori terme in Emilia Romagna. Per quanto tempo usufruire dell’efficacia e della potenza di queste diverse acque per migliorare benessere e perdere chili in eccesso? Di seguito alcuni consigli pratici.

acque-termali-pelle-inestetismi

Come assumere l’acqua?

Ogni acqua termale deve essere assunta in maniera diversa. Ci sono infatti le acque da bere, quelle da nebulizzare e le acque per immersioni. Tra loro cambiano le modalità, i tempi e anche gli effetti benefici. Vediamo le differenze:

  1. acque da bere: devono essere assunte sempre a digiuno. Lo stomaco vuoto permette a queste acque di svolgere al meglio le azioni benefiche e velocizzare al massimo l’azione terapeutica per la quale sono indicate. La dose giornaliera è di circa 400/600 ml al mattino prima di colazione. N.B. tutte le altre acque, invee, vanno assunte 2 ore prima e 2 dopo i pasti principali
  2. acque da nebulizzare: non c’è un orario stabilito o preciso per assumere le acque da nebulizzare e per le irrigazioni nasali. Gli esperti consigliano comunque di non fare nebulizzazioni immediatamente dopo un pasto troppo pesante
  3. acque per le immersioni: la regola di immergersi in acqua è sempre la stessa come a mare, ovvero sempre a digiuno. Per le acque termali da immersione vale un’altra costrizione: non assumere sali minerali e vitamine subito dopo essersi immersi

Le acque termali sono il momento migliore per una remise en forme completa e dimagrante. Chiedere sempre il parere di un medico prima di intraprendere qualsiasi trattamento.