Afte: cause, sintomi e cure

1413
afte

La bocca è una delle “sedi” preferite da batteri e infiammazioni. Le più diffuse e conosciute sono le afte, conosciute anche come stomatiti. Le afte sono piccole piaghe (o ulcere) che si manifestano all’interno della bocca, labbra, guance, gola e lingua.

Queste infiammazioni della bocca (da non confondere con le vesciche da febbre) non sono contagiose, ma se non curate possono causare delle conseguenze fastidiose e dolorose. Vediamo insieme i sintomi dell’afte, come si presenta, quali sono le cause che la scaturiscono e soprattutto quali sono i rimedi e le cure da seguire per non essere ignorate.

Cause dell’afte

Perchè alcune persone sono più soggette ad afte orale rispetto ad altre? Non c’è un motivo scientifico che spieghi quali siano le cause che scatenano l’afte, come è inspiegabile anche il fatto che i fumatori sono meno sensibili a contrarla.

Una spiegazione potrebbe essere che il fumo (rimedi per smettere) renda non adatta la mucosa orale al manifestarsi di infezioni. oppure per un’azione di protezione che potrebbe svolgere la nicotina. Non essendoci test medici e spiegazioni in tal senso, prendiamo come certo questo fatto ma cercheremo di capire quali potrebbero essere le cause dell’afte.

Esistono due tipi di afte: semplici e complesse. Le prime appaiono un paio di volte all’anno e colpiscono soggetti giovanissimi, dai 10 ai 20 anni in genere e guariscono in poco tempo (circa 7 giorni). Le seconde invece colpiscono di più soggetti già recidivi ad ulcere orali e hanno tempi di guarigione più lunghi.

Le cause relative alla maggiore probabilità di sviluppare e contrarre l’afte possono essere:

  • deficit del sistema immunitario
  • carenza di acido folico
  • carenza di ferro
  • carenza di Vitamina b12
  • predisposizione alle allergie
  • soggetti intolleranti e allergici
  • stress emotivo
  • tagli o ferite occasionali del labbro o del cavo orale

Le afte coinvolgono un po’ tutte le persone, indipendentemente dal sesso e dall’età. Studi universitari e clinici hanno però dimostrato un’incidenza maggiore di questa infiammazioni nei giovani e nelle donne (specialmente a ridosso del periodo mestruale, in cui le difese immunitarie sono più deboli).

Sintomi dell’afte

I sintomi principali dell’afte? All’inizio vi è la sensazione di formicolio e dolore nel cavo orale, successivamente dolore e nell’arco di 24 ore potrebbe manifestarsi l’infiammazione ulcerosa. Le afte sono delle piccole o medie piaghe rosse nella zona della mucosa della bocca.

Le afte possono presentare anche un alone di colore giallognolo, essere un fenomeno isolato o manifestarsi in gruppi. Talvolta le afte possono essere accompagnate da febbre o sintomi influenzali, ma ciò accade in una rarissima percentuale di casi.

A differenza dell’herpes, le afte non sono contagiose ma trasmissibili. Cosa significa? Se all’interno dello stesso nucleo familiare un genitore soffre di afte in modo frequente, i figli potranno ereditare la “trasmissibilità” della patologia.

Cure dell’afte

Curare l’afte è semplice e deve essere tempestivi per evitare un’espansione a macchia d’olio o una recidività dell’infiammazione. In genere l’afte dura circa due settimane prima di guarire, ma nel caso i sintomi persistano ancora dopo questo periodo rivolgersi ad un medico.

In ogni caso il consulto specialistico dovrebbe essere fatto in ogni caso, da subito, appena compaiono i primi sintomi e li riconoscete. L’afte si cura con semplici farmaci da banco, le applicazioni locali sono le più diffuse ed efficaci.

La pomata prescritta dal medico dovrà essere applicata sulla zona da trattare con l’aiuto di un semplice cotton-fioc, cercate di non bere e mangiare nei successivi 30 minuti dall’applicazione per favorire l’assorbimento e quindi accelerare la guarigione. Nei casi più complessi e sempre sotto consulto e consiglio medico sono necessari altri farmaci (antibiotici) per la cura dell’afte.

In genere piccole infiammazioni dovute all’afte possono essere trattate, per alleviarne i sintomi dolorosi, anche con rimedi naturali.

Rimedi naturale per l’afte

Esistono vari rimedi naturali per la cura dell’afte, per alleviarne i sintomi e preparare il terreno ad una guarigione più veloce. I rimedi naturali più usati sono:

  • sale: Antisettico naturale, usato per alleviare i fastidi dell’afte. Basta mescolare un cucchiaio di sale fino con acqua tiepida e fare degli sciacqui in bocca concentrandosi sulla zona interessata dall’afte. Ripetere il procedimento almeno due volte al giorno
  • bicarbonato di sodio: Stesso discorso del sale. Scioglierlo in acqua tiepida e fare sciacqui orali. In alternativa formate una pasta con il bicarbonato, applicatela sulla zona affetta da afte e lasciatelo agire per qualche minuto
  • ghiaccio: ottimo sedativo e antinfiammatorio naturale. Basta applicare un cubetto sull’afte, dolore e infiammazione si attenueranno
  • acqua ossigenata: antisettico naturale. Applicare direttamente sull’afte con un cotton-fioc dopo averlo immerso nell’acqua ossigenata. Rimedio efficace che funge anche da prevenzione per eventuali infezioni

Segui i nostri consigli, il consiglio del medico e l’afte non sarà più un problema per la vostra bocca.