L’inverno è alle porte: come affrontarlo?

50
protezione-pelle-inverno

Ormai manca davvero pochissimo all’inizio ufficiale della stagione invernale ed il corpo non è detto che sia pronto ad affrontarlo. Il freddo pungente ed intenso mette a rischio la salute, soprattutto dei bambini e degli anziani, ma non cedete alla tentazione di coprirvi il più possibile perché proprio questa eccessività vi porterà a sudare facilmente e, quindi, ad ammalarvi ai cambi di temperatura. Preferite abiti in fibre naturali come la lana ed il cotone, ed abbandonate quelli sintetici che non fanno traspirare ed accumulano cariche elettrostatiche.

Prestate attenzione anche all’alimentazione, con il cambiamento delle stagioni muta anche il fabbisogno calorico del nostro corpo: diminuisce la sintesi delle proteine ed il rinnovamento dei tessuti e delle ossa (data la minor esposizione alla luce del sole) e si consumano più grassi del tessuto adiposo e più zuccheri presenti nei muscoli. Con il freddo poi, l’organismo brucia maggiori calorie e quindi l’alimentazione deve prevedere un apporto superiore di carboidrati e di grassi rispetto alla stagione estiva. Si consiglia dunque di mangiare carni rosse, formaggi stagionati e frutta secca (mandorle, noci, nocciole e arachidi), oltre all’immancabile verdura (spinaci, broccoli, carote, carciofi, zucca, barbabietole, finocchi etc), al pesce almeno 2 volte la settimana e alla frutta (soprattutto gli agrumi). Per il vino, non superare i consueti 1 – 2 bicchieri a pasto.

Per l’umore, non cedete alla tipica “malinconia invernale”! Per chi non sapesse di cosa si tratta, è quello squilibrio dell’umore altalenante caratterizzato da ansia, tristezza e depressione, che colpisce i soggetti particolarmente fragili, in inverno, per via della mancanza di luce solare naturale. Combattete quindi questa perdita di interesse per qualsiasi cosa ed il calo di forze, facendo delle belle passeggiate all’aria aperta, il mattino, in mezzo al verde, insieme ad altre persone piacevoli e simpatiche, che possano essere di compagnia e fonte di serenità, risate e divertimento.

Non rinunciate nemmeno allo sport, per “colpa” dell’inverno: è un atteggiamento sbagliato sia per la psiche sia per il corpo. Gli esperti asseriscono che fino a -5°C, il jogging può essere tranquillamente praticato all’aperto. Nei soggetti sani, il corpo reagisce al freddo aumentando la propria temperatura tramite la vasocostrizione periferica che limita la dispersione del calore, e l’aria gelida che s’inala prima di arrivare ai polmoni, raggiunge comunque i 36°C e non è dunque nociva.

E’ bene non uscire la mattina presto o la sera tardi però, e scegliere indumenti adatti, che facilitino la traspirazione cutanea, che proteggano dall’umidità e dagli agenti atmosferici e che siano impermeabili e non ingombranti. Preoccupatevi di coprire bene la testa, il collo, le mani e le orecchie, che sono le parti maggiormente coinvolte nel processo di termoregolazione. Dopo l’attività sportiva, ma anche dopo una qualsiasi giornata di lavoro invernale, concedetevi una calda tisana di erbe e spezie, per riscaldare il corpo e rilassare la mente. Decongestionano poi, le vie respiratorie e danno sollievo ai dolori delle ossa tipicamente invernali, sopperendo anche la minor voglia di bere che si ha durante questa stagione.