Allergia improvvisa all’animale domestico. Ecco come agire

8.592 views

Hai sempre avuto un cucciolo, cane o gatto che sia, poi improvvisamente scoppia una fastidiosa allergia. Occhi gonfi e rossi, starnuti a go go e un certo prurito sulle braccia, soprattutto se il tuo amico a quattro zampe ci si è sfregato vigorosamente contro. Un problema per noi e per i nostri amici a quattro zampe!

Nonostante siano state fatte tante ricerche, non è ancora chiaro come mai improvvisamente un soggetto possa diventare ipersensibile. Di sicuro questo problema riguarda solamente chi è già predisposto a soffrire di allergie. Si tratta di un problema serio, ma non sempre è necessario allontanare da casa il povero animale domestico. L’animale più a rischio allergie da contatto è il gatto, segue il cane e poi il criceto.

Basta seguire alcune precauzioni.

Uno dei fattori che può far scattare l’allergia è la saliva del cucciolo. O meglio, una proteina contenuta in essa che a contatto con la nostra pelle provoca prurito. L’altro fattore è poi il pelo. Contrariamente a quanto si può pensare, non sono mai stati individuati legami allergici in relazione alla lunghezza del pelo. Un animale con il pelo folto, in pratica, non provoca più allergia rispetto a un animale con il pelo raso.

In caso di allergia, il primo passo è sempre recarsi a una visita da un allergologo, che prescriverà una serie di accertamenti. Poi, se necessario, consiglierà quali medicinali tenere in casa, indicando quando andranno eventualmente assunti.

Anche con qualche piccolo accorgimento, si può convivere senza problemi anche in caso di allergia.

In casa bisogna munirsi di un prodotto antiallergico, che una persona non allergica, dovrà spruzzare quotidianamente  (meglio se all’aria aperta) sul corpo dell’animale.

Va inoltre insegnato all’animale che ci suoni luoghi in cui lui non può entrare, come la camera da letto. Così da avere sempre almeno un ambiente non contaminato.

L’animale va poi spazzolato tutti i giorni con un pettine o una spazzola a seconda del tipo di pelo. Quest’operazione va eseguita alla mattina così da eliminare i residui di pelo che poi durante la giornata non svolazzeranno per casa. Dopo questa operazione, passate su tutto il corpo dell’animale un panno inumidito leggermente (ottimi quelli in microfibra) raccoglierete tutto il pelo in “sospensione”.

Altra cosa fondamentale: dopo le carezze e dopo i giochi insieme, ricordatevi di lavarvi sempre le mani. Eviterete così occhi arrossati, perché senza rendercene conto ci tocchiamo molto spesso il viso.

Tenete molto puliti i complementi tessili (optate sempre per quelli anallergici) e i pavimenti, usando ogni giorno prodotti specifici e passando, almeno tre volte alla settimana, l’aspirapolvere.

Infine, munite la casa di un depuratore d’aria, in commercio ne esistono a partire da € 39,00.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.