Il bagno detox per eliminare le tossine

271
relax bagno detox

Tra doccia e vasca tradizionalmente è il bagno ad essere identificato come il momento per eccellenza per coccolarsi un pò e rilassarsi, dimenticando stress e motivi di tensione. Sin dall’antichità il bagno è stato utilizzato anche per purificare il corpo da tutte le tossine, una tradizione millenaria riscoperta con la diffusione del bagno detox o derivativo che nella versione classica prevede l’utilizzo solo di acqua ma numerose sono le varianti aggiungendo prodotti naturali.

Alla base del bagno detox vi è il principio che la pelle è una sorta di “terzo rene”, che permette da una parte di  far fuoriuscire tutte le tossine accumulate e dall’altra di assorbire le sostanze benefiche e nutritive presenti e/o aggiunte nell’acqua.

In Giappone bagni del genere sono molto diffusi e si effettuano in una particolare vasca chiamata furò, che si trova all’aperto nelle zone termali, in tutte le case e gli alberghi tradizionali: nella vasca c’è semplicemente acqua calda ad altissima concentrazione salina e in continuo movimento che può essere ricreata a casa aggiungendo del comune sale grosso e restare a mollo per almeno 20 minuti. Durante il bagno, per favorire l’eliminazione delle tossine, si può sorseggiare del tè verde.

Con la sudorazione facilitata dall’acqua caldo si eliminano le tossine ed è naturale avvertire una sensazione di stanchezza dopo essere stati a mollo per 20-30 minuti in acqua calda, motivo per cui è preferibile dedicarsi al bagno detox se si ha tempo a disposizione per il proprio relax o prima di andare a dormire.

Molto importante è rimanere idratati durante e dopo il bagno, sorseggiando bevande depurative o bevendo semplicemente dell’acqua.Trattandosi di bagni con acqua calda sono da evitare o da fare sotto controllo medico in caso di gravidanza, pressione bassa, problemi di cuore e pressione ed altre patologie.

Per rendere ancora più efficace il bagno detox  spesso si aggiungono all’acqua calda alcuni elementi naturali come lo zenzero, il bicarbonato di sodio, l’argilla e i sali Epsom che favoriscono l’eliminazione delle tossine.

Bagno disintossicante allo zenzero o all’argilla

Il bagno allo zenzero è indicato se si vuole ottenere un effetto simile alla sauna o al bagno turco anche a casa: occorono circa 70 grammi di zenzero fresco grattugiato o in polvere aggiunto all’acqua calda (restare in ammollo per 15-20 minuti) per avere un aumento della sudorazione che si protrae anche dopo il bagno; in caso di pelle sensibile e delicata è bene testare lo zenzero su una parte limitata del corpo ed aspettare 24 ore prima di procedere al bagno disintossicante alla spezia.

L’argilla è altresì un prodotto naturale molto utilizzato per un bagno dall’effetto disintossicante ma va dosata con attenzione per evitare di avere problemi con lo scarico e le tubature. Qualche ora prima del bagno si deve preparare un composto fatto con 8 parti di acqua e 1 di argilla che andrà poi versato nell’acqua calda durante il bagno.

Bagno disintossicante al bicarbonato e i sali Epsom

Aggiungere bicarbonato di sodio all’acqua del bagno non solo ha un effetto disintossicante ma permette anche di neutralizzare le tracce di cloro che solitamente viene aggiunta all’acqua che arriva nelle nostre case dal rubinetto. Solitamente il bicarbonato di sodio nel bagno detox va accoppiato ai sali Epsom ricchi di magnesio ed utili per rilassare i muscoli e trovare sollievo dai dolori (soprattutto in caso di artrosi), aumentare la circolazione sanguigna e ridurre le infiammazioni.

Per un bagno disintossicante si possono aggiungere 2 parti di bicarbonato (che facilita l’assimilazione del magnesio),  1 parte di sali ed eventualmente oli essenziali o glicerina per nutrire la pelle che potrebbe risultare troppo secca a causa del sale. Per trarre dei benefici il bagno dovrebbe durare almeno 20-30 minuti.

Bagno disintossicante ideale

Per preparare un bagno detox ideale si possono anche utilizzare tutti gli elementi per sfruttare le singole proprietà. In una ciotola vanno mescolati 100 grammi di sale Epsom,100 grammi di sale marino, 2 cucchiai di zenzero in polvere (fresco o secco), 100 grammi di bicarbonato di sodio o 250 ml di aceto di sidro di mele; questo composto va versato quando la vasca si sta riempendo, così da far sciogliere bene tutti gli elementi con il calore dell’acqua che prenderà un colore giallognolo.

Il mix disintossicante può essere arricchito anche da oli essenziali per rendere l’esperienza ancor più piacevole e rilassante, ad esempio la menta piperita aiuta ad allontanare lo stress, la lavanda è calmante e il rosmarino allevia il mal di testa.