I benefici dei semicupi, i bagni a metà

513
semicupio bagno

I semicupi sono una pratica naturale, utilizzata soprattutto in passato ma sempre valida in alcuni casi, che consistono in un bagno parziale della parte inferiore del corpo così da trovare sollievo in caso di emorroidi o gambe pesanti, di disturbi dell’apparato gastrointestinale e ginecologico, ma sono utili anche per rilassarsi e tonificare gambe e glutei.

Questo trattamento prende nome dalla vasca utilizzata (per l’appunto semicupio) di forma rotonda, con spalliera, più bassa e più piccola di una tradizionale; in assenza di questa vasca specifica che è diventata più un oggetto da antiquariato si possono adoperare anche una o due bacinelle abbastanza grandi in cui riuscire a sedersi e immergere il bacino.

I semicupi possono essere di tre tipi in base alla temperatura dell’acqua scelta (calda, fredda o tiepida) ed ognuno sarà più indicato per un disturbo piuttosto che un altro, un quarto tipo di semicupio si effettua poi alternando l’immersione in acqua calda e acqua fredda.

Il semicupio con acqua fredda è utile per riattivare la circolazione locale della zona pelvica aumentando lievemente il tono dei tessuti così da trarre sollievo in caso di infiammazioni genitali come la candida o in caso di gonfiore e pesantezza alle gambe perchè in grado di migliorare il circolo venoso e degli arti inferiori. I semicupi freddi  sembrano essere utili anche in casi di costipazione ed eiaculazione precoce e hanno un effetto sul sistema nervoso che varia con la durata: se è breve (3-5 minuti) ha un effetto eccitante; al contrario è rilassante se prolungato per 10-20 minuti e può trasformarsi in una coccola da concedersi a fine giornata o nei momenti di stress.

Il semicupio con acqua tiepida ha un’azione calmante ed utile soprattutto per il trattamento delle emorroidi per diminuire la congestione e i dolori delle crisi più acute ma può essere utile anche per lenire i pruriti intimi (preferibilmente con acqua corrente). Il semicupio caldo si pratica in presenza di infiammazioni ginecologiche, cistite, ragadi anali e prostatiti e ha una durata di 10-15 minuti.

Come fare un semicupio a casa

La temperatura dell’acqua (sia calda che fredda) deve essere sempre sopportabile per evitare l’effetto di gelo o la scottatura e queste indicazioni valgono anche quando nel caso del semicupio alternato caldo-freddo per cui occorrono due bacinelle: si inizia con il bagno caldo per 3-4 minuti prima di passare a quello freddo in cui restare per appena 30 secondi prima di ritornare a quello caldo, cambiando posizione fino a 4 volte. Il semicupio alternato si può fare mettendo in ammollo anche i piedi (nell’acqua fredda mentre si inizia con il bagno in acqua calda e viceversa) soprattutto se si hanno spesso le caviglie gonfie.

L’acqua dei semicupi può essere arricchita con oli essenziali per un’azione più mirata: l’olio essenziale di lavanda è calmante, quello di malva è rinfrescante ed emolliente, l’olio di camomilla è lenitivo, l’olio essenziale di limone e il tea tree oil sono antisettici, il bergamotto rilassante.