Borsite al ginocchio: cosa fare?

138
ginocchio

La borsite al ginocchio, conosciuta anche come ginocchio della lavandaia, è una patologia ostica che può essere causata da scorrette abitudini, traumi e contusioni o sforzi ripetuti e intensi durante l’attività sportiva.

Tutti questi fattori provocano un rigonfiamento della “borsa” del ginocchio che, se curata in breve tempo, può scomparire definitivamente. Vediamo cos’è la borsite nello specifico, quali sono gli sport più a rischio e come intervenire per curarla.

Borsite al ginocchio: cos’è e come si diagnostica

La borsite al ginocchio è una forte infiammazione della borsa sierosa pre-patellare posta più in basso della rotula. Queste strutture permettono lo scorrimento senza fare attrito del tendine sulla propria articolazione.

In condizioni normali queste borse sierose contengono del liquido, ma se si infiammano e si gonfiano attirano al proprio interno altri fluidi dannosi all’arto.

Diagnosticare la borsite è semplice, basta rivolgersi nell’immediato allo specialista. In genere basta una visita base con una radiografia o risonanza magnetica (solo se sono presenti complicanze come fratture e lesioni associate).

Quali sono gli sport più rischiosi per la borsite?

La borsite al ginocchio è più frequente negli atleti professionisti di sport di contatto, ma anche altre disciplinecome:

  • calcio
  • lotta
  • rugby
  • pallavolo
  • ginnastica artistica

In questi casi può essere di aiuto solo la prevenzione. Tutti i soggetti impegnati in questi tipi di sport dovrebbero indossare sempre ginocchiere imbottite.

Borsite al ginocchio: come si cura

La cura per la borsite al ginocchio varia in base alle origini dell’infiammazione e alla tipologia della patologia. Per le borsiti acute traumatiche è necessario intervenire subito con del ghiaccio.

Durante la giornata fare diversi impacchi con il ghiaccio, 20 minuti per i primi tre giorni e man mano riducendo. In ogni caso è possibile aiutarsi con farmaci antinfiammatori non steroidei associato a riposo assoluto.

La borsite di solito guarisce nel giro di una settimana. Quando la borsite è conseguenza di lesioni, traumi gravi o altro è bene rivolgersi al medico specialista per valutare l’eventuale assunzione di altri farmaci o seguire altre terapie.

In questo caso si tratta di borsite recidivante nel tempo causata da piccoli traumi. In questo caso va sempre bene applicare ghiaccio ma la guarigione è più complicata.

Spesso è necessario aspirare liquido in eccesso dal ginocchio o fare infiltrazioni con cortisone (associato anche a terapia antibiotica). Nei casi più gravi di borsite cronica e settica, invece, può essere necessaria una bursectomia (asportazione della borsa sierosa infiammata).

La borsite è una patologia infiammatoria che, oltre al ginocchio, può colpire anche spalla e gomito. Leggi anche cisti di Baker.