Come avere capelli più voluminosi: le tecniche

60

I capelli al naturale non sempre, anzi quasi mai per noi donne si presentano come noi vorremmo o come meglio ci stanno; è sempre necessario il nostro intervento per modellarli, dargli nuove forme e renderli così adatti al nostro viso e al look che desideriamo.

Tra le diverse esigenze in fatto di capelli vi è quella di averli più voluminosi di quanto non siano di natura. Il volume si sa, costituisce un fattore di bellezza della capigliatura, rendendola più importante, di maggior contorno al viso ed è utile anche per mascherare difetti del viso. Inoltre un capello voluminoso è anche sintomo di capello sano, robusto e forte.

Non tutti hanno però la fortuna di possedere una buona voluminosità; ogni capello presenta specifiche caratteristiche: a volte si presentano sottili, estremamente lisci, ultra piatti o al contrario crespi e molto spessi nel fusto etc.etc. Le combinazioni di natura sono tante ma non bisogna disperare se non ci ha donato quella che meglio si confà alle nostre esigenze perché con i giusti accorgimenti il capello si può modellare e perché no, rendere anche voluminoso.

Il lavaggio è il primo passo fondamentale. Oggi ci sono in commercio dei validi prodotti che hanno l’obiettivo proprio di rendere i nostri capelli più voluminosi a partire dal lavaggio: shampoo e balsamo specifici che non appesantiscono ma rendono i capelli più elastici, morbidi e leggeri, fattori determinanti affinché ci possa essere volume.

L’asciugatura è l’ulteriore passaggio a cui bisogna prestare attenzione se non si vuole rischiare di vedere i capelli appiattiti in testa e dalle lunghezze prive di corposità e movimento.

Regola principale è dunque quella di asciugarli sempre a testa in giù. Per aiutare il capello ad essere elastico è bene applicare una mousse leggera sulle punte (meglio se volumizzante) e asciugarli con il diffusore che ha il pregio di asciugare in modo appunto “diffuso” grazie a tanti piccoli fori da cui esce l’aria creando immediatamente volume tra i capelli a differenza di quando si usa il phon con il beccuccio che indirizza l’aria verso le punte facendo divenire i capelli più lisci ma anche più piatti ed è quindi indicato solo per lavorarli e definirli nelle forme ma non per asciugare nel senso del volume.

Poi ci può essere qualche altro accorgimento a seconda del capello di base che si possiede.

Se si ha una chioma mossa, asciugate i capelli a testa in giù passando le dita tra i capelli per  aprire le ciocche fin dalla base, per accentuare l’effetto voluminoso. Una volta asciutti, si può terminare utilizzando una spazzola tonda per dare piega alle punte e non farle cadere lisce e piatte.

Questo procedimento per chi ha i capelli liscissimi di natura non apporta grandi miglioramenti se non nell’immediato. Chi ha i capelli lisci sa quanto è difficoltoso renderli voluminosi o anche semplicemente mossi perché in genere ogni tentativo fallisce col passare delle ore. In realtà il miglior metodo per le lisce è quello della cotonatura da ripetere diverse volte alla settimana; si prendono ciocche abbastanza larghe e le si tira delicatamente con un pettine dai denti stretti, dalle punte verso la radice; alcuni capelli in questo modo si arruffano alla base creando poi quel volume sperato, anche grazie alla lacca che fissa il tutto come tocco finale.

I capelli ricci sono in genere più predisposti al volume ma se sono tanti anche questi rischiano di appesantirsi alla base. Si possono seguire vari metodi: asciugatura a testa in giù con diffusore prima, spray e prodotti volumizzanti; se dopo aver fatto questo il volume dei vostri capelli non vi soddisfa ancora, potete optare per l’uso del ferro arricciacapelli, che va scelto a seconda del riccio che si vuole ottenere. Il ferro più stretto va bene per ricci stretti, quello più largo per ricci morbidi e ondulazioni. Questo metodo è uno dei più efficaci per chi ha già capelli ricci perché regge meravigliosamente.

Altra soluzione efficace per tutte è quella di mettere i bigodini; anche in tal caso potete scegliere diverse dimensioni del bigodino a seconda dell’effetto voluto: se volete un riccio morbido, tendente più al mosso con un effetto di movimento vi conviene scegliere bigodini larghi altrimenti dirigetevi su quelli più stretti che rendono il riccio più stretto ma anche più elastico e voluminoso e tenderà così a salire.

Spazzola e phon rimangono comunque amici inseparabili del volume. Per avere volume lavorateli con una spazzola tonda forata che assicura un miglior e più facile modellamento creando dei giochi di onde  solo sulle punte. Alla fine portate la testa in giù, scompigliate i capelli con le dita e l’aiuto di una lacca leggera, poi riportateli su di colpo.

Ricordiamo infine che anche un buon taglio scalato è utile per evitare l’appesantimento con qualsiasi tipo di capelli.