Come avere la pelle del viso chiara e luminosa? Con l’aceto di riso

476
pelle porcellana chiara

Ogni donna ha il suo trattamento di bellezza preferito, da fare quando si ha tempo , da sole, o in compagnia delle proprie amiche. Sul versante delle idee, c’è né per tutti i gusti, trattamenti di ogni tipo per ammorbidire, ricompattare, togliere la stanchezza dal viso, le rughe, l’ acne  e così via.

 D’altronde, la pelle si sa, nel suo aspetto è determinata tanto da fattori interni (buon funzionamento degli organi) che da caratteristiche proprie dell’epidermide che la rendono più o meno spessa, dal colore bianco o tendente al rosso, acneica oppur meno e così le distinzioni potrebbero continuare.

Date le premesse non possiamo non consigliarvi di partire dall’interno, ovvero dallo stile di vita per avere una bella pelle, in genere con le caratteristiche che tutti conosciamo. Adeguandosi alle buone abitudini avremo fatto l’80% del lavoro. Il resto invece si può curare attraverso espedienti di bellezza che agiscono appunto dall’esterno, a contatto diretto dell’epidermide.

Trattamento all’aceto di riso

Oggi vi proponiamo un trattamento specifico e molto semplice per chi vuole rendere la pelle del proprio viso più luminosa, candida, levigata e schiarita.

Uno dei rimedi più efficaci e delicati oltre che naturali per avere sempre una pelle di porcellana consiste nel far uso frequentemente dell’aceto di riso.

Si tratta di un rimedio molto semplice, poco dispendioso  che richiede poco tempo di attesa per risultati eccellenti e visibili dopo pochi giorni di trattamento.

  • Detergete accuratamente il viso con il latte detergente. In una ciotolina ponete un dito scarso di acqua e versatevi all’interno qualche goccia di aceto di riso; mescolateli.
  • Prendete a questo un dischetto di cotone idrofilo che andrete a bagnare della soluzione fatta, strizzatelo un po’ per togliere gli eccessi e procedete a tamponarlo su tutto il viso e zona decolltè per un effetto uniforme.
  • Evitate il contorno occhi e le labbra, zone delicate che a contatto con la soluzione acidula potrebbero arrossarsi e infiammarsi.
  • Ripetete l’operazione qualche volta, finchè non avrete assorbito l’acqua nella ciotolina.
  • A questo punto basterà solo attendere che la soluzione si asciughi per un 15 minuti.
  • Risciacquare infine il viso e il collo con acqua fresca.
  • Completate il trattamento con un olio emolliente come quello di mandorle (ma vanno bene anche altri per lo stesso scopo) che stenderete sul viso in piccole quantità per attutire l’effetto dell’aceto sulla pelle ed evitare così una leggera disidratazione. Vanno bene anche creme specifiche idratanti che abbiano anche altre funzioni che vi interessano (anti rughe, anti cuperose, anti macchie) in complementarietà al trattamento illuminante per rafforzare i risultati.

In questo modo, grazie alle proprietà dell’aceto di riso, riuscirete ad avere una pelle invidiabile, priva di imperfezioni ed elastica. Basta semplicemente avere costanza nel ripetere il trattamento con frequenza per almeno una decina di giorni e valutare l’effetto ottenuto, anche dal punto di vista dello schiarimento. Se non siete ancora soddisfatte, continuate ad applicare la soluzione descritta per altri giorni ancora, ad intervalli di 1 giorno tra un trattamento e l’altro.

E naturalmente non dimenticate di applicare sempre una crema per il viso che abbia un fattore di protezione dai raggi solari elevato, intorno a 50 che garantirà così alla pelle di mantenere quel candore desiderato e quella luminosità tipica della “pelle di luna”.