Come depilare le ascelle?

69.182 views
depilazione ascelle

I peli sul corpo non sono mai ospiti graditi, ma diciamo che quelli delle ascelle sono proprio orribili, soprattutto se troppo lunghi che spuntano dalla canotta.

La depilazione delle ascelle, ammettiamolo, viene fatto da tutte le donne con il rasoio. Metodo economico, indolore, veloce e semplice (posso confidarvi che tutte le ragazze si depilano le ascelle in palestra sotto la doccia…).

Il gesto della depilazione ascellare fatto poi sotto il getto d’acqua della doccia ruba meno di un minuto. In realtà per evitare irritazioni, bisognerebbe sempre utilizzare anche una schiuma per la depilazione (chi di noi lo fa?!!). Per cui, ecco in pochi gesti come bisognerebbe procedere:

  • Bagnare le ascelle con il getto d’acqua calda, così da rendere più facile l’eliminazione dei peli
  • Stendete uno strato non troppo spesso di schiuma da barba (ma oggi si trovano anche le versioni femminili ricche di emollienti es. Gillete Satin Care € 4,55)
  • Passare il rasoio tri-lama (o almeno bi-lama) nella direzione opposta a quella della ricrescita dei peli
  • Una volta finito, sciacquare le ascelle fino a eliminare ogni residuo
  • Asciugarsi e applicare una crema lenitiva

Consigli: se avete dei peli molto lunghi, prima di iniziare la depilazione con il rasoio, procedete a tagliarli un poco con le forbicine. Evitate di depilarvi con il rasoio ” a secco”. Il rasoio manuale deve essere sciacquato con acqua tiepida dopo ogni passata per rimuovere i peli rimasti tra le lame e deve essere mantenuto bagnato nel corso della depilazione. Dopo averlo utilizzato un paio di volte, rinnovatene uno nuovo.

Infine, sconsiglio il rasoio manuale, è molto più igienico quello elettrico. I nuovi modelli sono piccoli, maneggevoli e si possono utilizzare anche sotto il getto d’acqua della doccia.

Lo svantaggio del rasoio è, purtroppo, la rapidità di ricrescita dei peli, già dopo 3 giorni li vedi spuntare con la loro brutta faccia.

Crema depilatoria

Un altro metodo utilizzato è la crema depilatoria. E’indolore ma più laborioso come metodo rispetto al rasoio, perché ha comunque un tempo “di posa” poiché agisce in maniera chimica distruggendo la fibra del pelo. E’ l’ideale se volete una pelle veramente liscia come una pesca. In qualsiasi profumeria o catena di supermercati, potete trovare la crema depilatoria apposita per le ascelle, che ha una formula più delicata rispetto a quella per le gambe.
Procedete in questo modo:

  • Stendete uno strato di crema depilatoria con l’apposita spatolina (la trovate nella confezione) e lasciate agire per qualche minuto (è indicato sulla confezione)
  • Poi eliminate la crema con la spatolina, passandola in direzione opposta a quella di ricrescita dei peli
  • Sciacquate accuratamente la zona depilata
  • Asciugarsi e applicare una crema lenitiva

Consigli: quando procedete alla depilazione con la crema depilatoria, accertatevi di avere del tempo a disposizione. Se togliete la crema prima che abbia agito, non avrete ottenuto nessun effetto, se non quello di esservi sporcate e dover fare una doccia.

Svantaggi: l’odore “chimico” della crema depilatoria non è il massimo per il nostro olfatto! E la non “immediatezza” rispetto al rasoio.

Ceretta a freddo o a caldo

Alto metodo di depilazione è la ceretta a freddo o a caldo, che ha come effetto positivo la ricrescita del pelo molto lenta (anche un mese e mezzo). Quella a caldo è solitamente sconsigliata perché è troppo traumatica per una zona così delicata come le ascelle, anche se il suo effetto, elimina peli, è garantito. Quella a freddo, invece, si può utilizzare, ma non è semplice, per cui consiglio di farla eseguire dalla propria estetista.

La zona da trattare è spesso sudata e la pelle ascellare non sempre è perfettamente tonica, per cui rischiate che lo strappo avvenga più e più volte prima di riuscire a eliminare tutta la peluria. Inoltre, è opinione diffusa che la ceretta alle ascelle possa infiammare i linfonodi, ma da ricerche scientifiche, non è stata riscontrata alcuna correlazione tra l’uso della ceretta per depilare le ascelle e il rischio di tumori, anche se molte donne hanno avuto ingrossamento dei linfonodi dopo aver eseguito la ceretta!

Consigli: almeno 48 ore prima di fare la ceretta, eseguite uno scrub per esfoliare lo strato superficiale della pelle, così eviterete la ricrescita di fastidiosi peli incarniti. Se scegliete la ceretta come metodo di depilazione ascellare, accertatevi che contenga sostante lenitive ed emollienti. Inoltre, che sia del nuovo tipo “a resina”, che si utilizza a strappo (e non con la spatola). Si tratta, infatti, di una resina naturale, trattata in modo particolare, che riesce a “imbrigliare” il pelo alla base senza spezzarlo. E ha l’ulteriore vantaggio di durate più a lungo rispetto a quella normale.

Lo svantaggio della ceretta è, purtroppo, il dolore e il costo dell’estetista. Per quanto riguarda il costo della ceretta a resina è di circa un 10% in più rispetto a quello a spatola.

Epilatore elettrico

Passiamo ora all’epilatore elettrico. Il suo utilizzo è molto semplice e veloce, ma molto più doloroso della ceretta (almeno la ceretta è uno strappo solo!). Questo strumento da tortura estirpa (quindi strappa) il pelo alla radice, grazie ad una serie di piccole pinzette che, al passaggio, “afferrano” il pelo e lo tirano via. Ottimi però sono i tempi di ricrescita, al pari della ceretta.

Consigli: l’avvertenza è quella di passare l’epilatore in direzione opposta a quella in cui ricrescono i peli. Inoltre, l’epilatore elettrico porta alla comparsa di peli incarniti, per cui è necessario esfoliare la pelle prima della depilazione per eliminare le cellule morte.

Svantaggi: dolore elevato e spesso la comparsa di peli incarniti. Inoltre, c’è da mettere in conto il prezzo d’acquisto dell’epilatore, che però una volta comprato, potrete utilizzare anche per le gambe. Il Braun Silk-èpil Epilatore ha una doppia azione, epilatore elettrico e rasoio che potrete usare anche sotto la doccia € 169,99.

Epilazione definitva con laser o luce pulsata

Infine, il sogno di tutte le donne: la depilazione definitiva con laser o luce pulsata.

La differenza è che: il laser può essere utilizzato solo dal dermatologo ed è leggermente doloroso, la luce pulsata è indolore e può essere praticata dall’estetista.

Consiglio: affidatevi solo a ottimi professionisti.

Svantaggi: costi elevati (per la luce pulsata sono circa € 120,00 ad ascella, un poco di più per il laser). Con la luce pulsata però rimane sulla zona già tratta, almeno un 5% di peluria, che bisogna poi eliminare usando l’ago elettrico. Il numero di sedute necessarie per ritrovarsi senza peli sotto le ascelle è almeno di quattro/cinque a seconda dei peli.

In conclusione, qualsiasi metodo di depilazione scegliate in base al vostro stile di vita e alle vostre esigenze, ricordatevi di utilizzare una crema lenitiva che rallenta la ricrescita dei peli (es. Veet Ritardante Riscrescita, grazie al ProMinimize di origine naturale, agisce sul follicolo pilifero € 5,29). Da una ricerca effettuata su 300 donne, il 79% ha confermato di essersi depilata meno spesso utilizzando un ritardante della crescita.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.