Come togliere le cuticole dalle unghie?

cuticole pellicine unghie

In un periodo in cui va così tanto di moda la manicure e tutte le decorazioni per mani e unghie, le cuticole sono un vero problema antiestetico da dover eliminare. Le cuticole sono le odiose pellicine che si formano intorno alle unghie e che scientificamente sono il tessuto morto che aderisce alla lamina unguenale; in ogni servizio nail, il trattamento della cuticola è un momento molto importante ed è utile solo se viene effettuato in modo corretto.

Come togliere le cuticole?

Eliminate lo smalto accuratamente, applicate della crema o olio per cuticole apposito o immergete le mani in acqua calda e sapone, per ammorbidire la pelle. Dopo qualche minuto, togliete le mani e asciugatele bene.

Prendete quindi uno spingi cuticole in metallo con forma a cucchiaio (più facile ed efficace da usare) oppure un bastoncino di legno d’arancio o di palissandro, quindi morbidi (li trovate in ogni profumeria), e tenendo una presa leggera ma ferma, spingete l’eponichio (la zona di pelle viva che confina con la base della lamina unguenale) in modo che quest’ultimo scivoli indietro, mettendo in evidenza la cuticola (pelle morta).

Fatelo con molta attenzione e con movimenti leggeri per non danneggiare le unghie e le cuticole e non rompere la barriera fra unghia e pelle. Se si utilizza quello in metallo, ricordarsi di smussare gli angoli appuntiti e ruvidi con una limetta per unghie, prima di spingere la cuticola; mentre se si preferisce quello in legno, meglio avvolgerlo in un batuffolo di cotone.

Una volta esposte le cuticole, rimuovete il tessuto morto facendo piccoli cerchi: con l’aiuto di un prodotto scioglicuticole non è difficile distaccarlo perfettamente e senza danneggiare la lamina unguenale. La pulizia totale è fondamentale sia se si vuole poi effettuare una ricostruzione delle unghie (altrimenti i residui interferiranno con l’adesione ottimale del prodotto) sia per stendere lo semplice smalto.

Non tagliare le cuticole!

Non usare mai forbici, pinzette, tronchesini e lime elettriche taglia cuticole: quest’ultime causano frizione e una sensazione dolorosa di bruciore sulla lamina ungueale mentre il tronchesino dovrebbe essere usato solo per tagliare le escrescenze di pelle morta sui bordi delle unghie (per le quali non bisogna mai stringere e tirare ma eseguire sempre un taglio netto e pulito).

E’ bandito il taglio delle cuticole semplicemente perché in tal modo, ricresceranno ancor più tenaci e resistenti e soprattutto, perché le cuticole sono fondamentali per la salute dell’unghia. Esse sono una naturale barriera di protezione dagli agenti patogeni che possono penetrare all’interno e portare infezioni anche serie, e per questo motivo è assolutamente vietato tagliarle.

Stendete infine la crema mani idratante, effettuando un bel massaggio, come conclusione del trattamento. Oppure, soluzione alternativa, in una ciotola di acqua tiepida versate un cucchiaio di olio (di oliva o di mandorle) con il succo di mezzo limone (ottimale per sbiancare le unghie macchiate) e immergetevi le punta delle dita.

Lo sciogli cuticole non è d’obbligo, c’è chi preferisce non usarlo per le possibili controindicazioni: tale prodotto che contiene idrossido di potassio o idrossido di sodio e umettanti, consente la rimozione della cuticola aderente alla lamina ungueale senza comportare alcun trauma meccanico. Viene applicato per 5 -10 minuti per ammorbidire ed è molto facile da usare, ma si potrebbe anche ammorbidire la lamina ungueale o rimuovere tessuto in eccesso, nonché insorgere infezioni batteriche come la paronichia (rossore e gonfiore dell’eponichio sui muri laterali). Effettuare poi sempre, un test su una piccola parte prima, in modo da verificare possibili reazioni allergiche.

Non fate comunque crescere troppo le cuticole, perché possono impedire lo sviluppo delle unghie, rallentando e ostacolando la loro crescita, e mantenete sempre le mani idratate e nutrite, altrimenti le cuticole saranno sempre più asciutte e si esfolieranno (soprattutto in inverno). Attenzione anche al solvente, asciuga moltissimo le cuticole: se possibile quindi, preferite gli smalti resistenti, in modo da utilizzare il meno possibile il solvente.

Olio per cuticole

Ricorrete anche ad un olio ricostituente per cuticole e unghie, per prevenire la formazione delle pellicine e lo sfaldamento della superficie delle unghie: potete farlo autonomamente a casa utilizzando 5ml di olio extra vergine di oliva, 5ml di olio di ricino e 5 gocce di olio essenziale di limone. Miscelate gli ingredienti e applicate il tutto con un pennellino a setole compatte, almeno 1 volta alla settimana lasciandolo agire per tutta la notte. L’olio extravergine d’oliva ha proprietà rigeneranti e nutritive, rinforza e stimola il processo di crescita; quello di ricino indurisce senza aggredire l’unghia, mentre l’olio essenziale di limone sbianca la superficie senza creare abrasioni.

Questa miscela quindi, è un vero toccasana per la salute delle unghie, è naturale, economico, facile da utilizzare e si conserva per circa tre settimane in una boccetta di smalto pulita.