Come fare la spesa quando si è a dieta?

368
carrello spesa

Seguire una dieta dimagrante e avere buoni risultati è possibile. Sicuramente però non bisogna sottovalutare le novità che si introducono a livello comportamentale, sportivo, alimentare e di preparazione dei cibi.

Generalmente siamo portati ad essere soggetti abitudinari, ecco perché è così difficile talvolta cambiare il proprio stile di vita e i comportamenti che ripetiamo con regolarità.

Intraprendere una dieta alimentare significa dunque riprogrammare alcuni comportamenti.

Tra questi vi è indubbiamente la modalità di fare la spesa, la quale dovrà essere ben organizzata onde attenerci scrupolosamente a ciò che ci siamo prefissate.

Quando si entra al supermarket infatti, ci sono tentazioni gastronomiche di ogni tipo, da cui  sarà bene guardarsi.

Vediamo quindi come comprare in modo mirato, senza lasciare che la pubblicità, le offerte commerciali, e l’impatto visivo e olfattivo di certi alimenti ci inducano a distogliere l’attenzione dal nostro intento.

Innanzitutto, quando decidiamo autonomamente di tagliare un po’ di calorie, ma non abbiamo una specifica lista di alimenti fornitaci da un dietologo, è bene realizzarla noi stesse.

Pianificazione

Annotiamo gli alimenti che dovranno costituire la base della nostra dieta ovvero cibi a basso contenuto calorico e con pochi grassi. Un’ottima strategia consiste nello stabilire in anticipo i primi, i secondi e i contorni adatti al nostro obiettivo, dunque salutari e leggeri, compresi i diversi  ingredienti che occorrono per cucinarli. In questo modo, ogni giorno sapremo già che tipo di piatto cucinare e ancor prima cosa comprare, perché porteremo la lista con noi, senza lasciare che le scelte sia legate al caso.

Umore

Non andate mai al supermercato quando siete nervose, arrabbiate, deluse o affamate; ciò rischia di farvi dirigere su elementi non previsti, legati all’acquisto emotivo. Quindi programmate il momento della spesa o quando avete da poco mangiato o quando prima avrete fatto uno spuntino per non essere prese di gola.

Cadenza settimanale

Altro trucco è fare la spesa settimanalmente e non giorno per giorno: così dovrete resistere alle tentazioni solo una volta a settimana e perciò sarà più semplice oltre che meno stressante.

Niente bambini!

Meglio evitare di fare la spesa con i bambini che richiamano spesso l’attenzione sui cibi più calorici e zuccherini, pregandovi di comprarli. Può essere un’ottima scusa comprare per i bambini, e poi assaggiare o finire quello che lasciano nel piatto o che si trova in dispensa.

Prodotti freschi

Mettiamo nel carrello: frutta e verdura di stagione in grandi quantità; evitiamo i prodotti in scatola, di conserva o precotti, che sono molto più salati di quelli al naturale e ricchi di grassi oltre che meno appetitosi. Scegliamo prodotti dalla farina integrale come il pane, le fette biscottate o la pasta integrali al 100% che grazie alle fibre ci aiuteranno a sgonfiare e avere un maggior senso di sazietà con una porzione più piccola. Carne e pesce magro non devono mancare. Yogurt  per la flora batterica e per uno spuntino leggero e sano. Se potete evitate del tutto i vari tipi di formaggi, prendendo al massimo solo del grana o parmigiano che andrà bene per primi e secondi, da mangiare in piccole quantità però. Via libera a legumi secchi e a frutta secca, ricca di vitamine e ottima per la colazione. Per i liquidi solo acqua naturale.