Come prevenire ed evitare le allergie intime?

148
allergie intime

allergie intimeLe parti intime sono una zona molto sensibile e delicata, ma a volte la trattiamo con molta disinvoltura, è così che poi spesso compaiono fastidiosi bruciori.

Molte volte i veri colpevoli sono intorno a noi ma sono insospettabili! Ecco perchè è meglio conoscerli.Una delle allergie principali si scatena per colpa della lingerie colorata. Irritazioni possono scatenarsi per colpa dei coloranti mal fissati sui capi di fibre sintetiche, che “macchiano” la pelle soprattutto nei punti di maggior frizione e sudorazione.

I colori più a rischio allergia sono: il rosso, il viola, il blu e il nero.

Queste irritazioni intime, si possono evitare semplicemente indossando nel quotidiano biancheria di cotone di qualità, oppure di seta. Se ogni tanto poi farai uno “strappo” alla regola per capi sfiziosi non è certo un problema, l’importante è che non diventi un abitudine giornaliera.

Stesso discorso vale per i capi super aderenti come i jeans o i pants elasticizzati. Prima di indossarli, lavati e mettiti una crema specifica per parti intime con vitamina E o acido ialuronico.

Attenzione anche ai detergenti, che devono essere studiati appositamente per le parti intime, ma che spesso vengono addizionati con sostanze lenitive, idratanti e rinfrescanti, spesso d’origine naturale come la malva, la camomilla o la menta, che possono dare comunque fastidio alle pelli molto sensibili. Durante i giorni del ciclo utilizza un detergente intimo a pH acido (3.5 – 4.5), prima e dopo utilizza invece un prodotto a pH 4.5 – 5.5.

Se hai delle irritazioni utilizza invece un pH neutro.

Se le tua pelle è veramente molto sensibile, utilizza sempre solamente il sapone di Marsiglia, che trovi anche in versione liquida.

Se hai le mestruazioni abbondanti e lunghe (6-7 giorni), l’assorbente può facilmente irritarti, perciò scegli assorbenti in fibra di cotone. Se utilizzi tamponi interni, ricordati di cambiarli ogni 3 ore, anche se hai un flusso molto leggero. Rimarrai più fresca e pulita. Invece, non abusare mai del salvaslip, che favorisce il ristagno di secrezioni e il rischio vaginiti.

Lo sapevi poi che la vagina può avere una reazione d’iperacidità a contatto con lo sperma (che è basico)? Qualora si avverta bruciore, sciacquati con acqua e bicarbonato o, se non basta, fatti consigliare dal ginecologo degli ovuli riequilibranti ad azione rinfrescante.

Se abitualmente utilizzi dei sex toys, controlla che non contengano ftalati (sostanze chimiche ritenute cancerogene), che siano sempre ben puliti e che non abbiamo crepe (vi si possono annidare dei batteri, per cui in tal caso buttalo senza esitazioni!). E’sempre meglio scegliere materiali ipoallergenici come il silicone, l’acciaio, il vetro borosilicato (è infrangibile…), oltre a marchi sinonimo di sicurezza ed elevati standard.

Se utilizzi dei lubrificanti, scegli solo quelli a base d’acqua, senza coloranti chimici, evitando quindi quelli oleosi, ottimo terreno per i batteri.

Infine, se frequenti luoghi umidi (sauna, bagno turco, piscina) non tenere il costume bagnato indosso, perché così non fai altro che creare un ambiente ideale per le infezioni.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.