Come pulire tutto il FORNO senza detersivi!

754
pulire-forno-senza-detersivi

Odio e amore! Il forno è sicuramente l’elettrodomestico presente in casa più utilizzato per preparare pasti buonissimi da farci leccare i baffi.

Al contempo, però, è davvero una tragedia pulirlo dopo perché il cibo tende ad incrostarsi facilmente.

E quanto è brutto vedere il forno pieno di macchie di grasso, di bruciato e di unto ovunque? Tantissimo!

In più, lo sporco accumulato non è solo così brutto da vedere, ma tende anche a compromettere il gusto delle pietanze preparate con tanto amore!

Per questo è ora di procedere con una pulizia profonda e far tornare il nostro forno come nuovo!

Per fortuna, quest’operazione può essere veloce ed efficace senza l’utilizzo di detersivi ma solo di ingredienti naturali molto facili da reperire!

N.B Vi ricordiamo di consultare sempre le istruzioni del produttore prima di cimentarvi nella pulizia del forno seguendo i nostri rimedi. Laddove necessario, ricordate di tenere staccare la spina per pulire in sicurezza.

Pulizia del vano forno

Innanzitutto, iniziamo dalla pulizia della parte più importante del forno: il vano, ovvero la parte che ospita le nostre teglie e, quindi, le nostre pietanze.

Per la pulizia del vano forno, ci sono vari ingredienti naturali che potete utilizzare…vediamoli insieme!

Aceto

Il primo rimedio per pulire a fondo il forno senza detersivo consiste nell’utilizzare l’aceto, un ingrediente che vanta proprietà sgrassanti, disincrostanti e anti odore.

Ah dimenicavo... se ti piacciono questi rimedi puoi riceverli ogni giorno direttamente su WHATSAPP! Ecco come fare.. ti aspetto!

Iniziate, quindi, con il rimuovere le griglie interne così da svuotare il vano.

Dopodiché, aggiungete mezzo bicchiere di aceto (aceto bianco o aceto di mele) in 1 litro di acqua e mescolate gli ingredienti. Versate, poi, il tutto in un flacone spray.

A questo punto, spruzzate la miscela all’interno del vano forno e insistete, in particolare, sulle parti in cui sono presenti maggiormente le incrostazioni e le macchie.

Strofinate, poi, con una spugnetta imbevuta di acqua fino a rimuovere tutto lo sporco.

In alternativa, potete anche portare a ebollizione 2 bicchieri di aceto bianco di alcool e versarli, poi, idue ciotole.

Riponetele, quindi, le ciotole nel forno quando sono ancora fumanti. Dopodiché, chiudete lo sportello del forno e lasciatele agire per circa 30 minuti.

Durante questo tempo di posa, infatti, i fumi ammorbidiranno lo sporco e le incrostazioni presenti.

A questo punto, aprite lo sportello e risciacquate con acqua e aceto bianco lavando via gli ultimi residui e ottenendo, così, un forno pulitissimo.

Le pareti del vostro forno saranno brillanti come non mai!

N.B Prima di iniziare, accertatevi che il forno sia spento e che si sia completamente raffreddato.

Limone

Un altro rimedio naturale per pulire il vostro forno è il limone, da sempre utilizzato per le sue naturali proprietà sgrassanti e pulenti.

Potete utilizzarlo in due modi.

Il primo consiste nel tagliare un limone a metà e utilizzarlo come se fosse una spugnetta passandolo direttamente sulle pareti interne del forno, insistendo sui punti dove le incrostazioni sono più evidenti.

Infine, risciacquate con acqua tiepida e aceto bianco per eliminare definitivamente le incrostazioni ormai ammorbidite.

Il secondo modo, invece, consiste nell’utilizzare il succo di limone.

Aggiungete, quindi, il succo di 3 limoni in una ciotola o una teglia dai bordi alti contenente acqua.

Infornate, poi, la teglia e lasciate acceso il forno a 180° per circa mezz’ora.

Il calore sprigionato aiuterà a far evaporare la miscela e la superficie del forno sarà totalmente sgrassata.

Una volta raffreddato il forno, utilizzate un panno o un raschietto per rimuovere le incrostazioni ammorbidite dal succo di limone.

Il vostro forno non solo sarà sgrassato e privo di macchie, ma anche più profumato poiché il limone è un neutralizzatore naturale molto noto per assorbire i cattivi odori.

Sale e bicarbonato di sodio

Infine, ecco l’ultimo rimedio: la combinazione di sale e bicarbonato!

Entrambi, infatti, svolgono una leggera azione abrasiva pulente, in grado di rimuovere le incrostazioni e lo sporco.

Prendete, quindi, una ciotola e riempitela per metà di sale grosso e per metà di bicarbonato di sodio. Aggiungete un po’ d’acqua tiepida (non troppa) e mescolate, così da ottenere un composto pastoso.

Applicate il composto sulle incrostazioni, fino a ricoprirle completamente. Lasciate agire per almeno un’ora.

Poi, con una spugnetta imbevuta, strofinate, rimuovendo la patina del composto e l’incrostazione.

Pulizie delle griglie

Una volta pulito il vano, è l’ora delle griglie che avrete già tolto dal vano forno. Anche in questo caso, ci sono più soluzioni per la loro pulizia.

Vediamole quali sono!

Aceto bianco e bicarbonato di sodio

Uno dei metodi più semplici consiste nell’utilizzare un mix di aceto bianco e bicarbonato di sodio.

Prendete, quindi, le griglie del forno e mettetele nel lavandino. Spruzzateci sopra dell’ aceto bianco, precedentemente messo in uno spruzzino.

Poi, dopo qualche minuto, spargeteci sopra del bicarbonato di sodio, insistendo sui punti dove le incrostazioni sono più evidenti.

Infine, risciacquate con acqua, strofinando con una spugnetta. Con una sola passata ogni traccia di sporco verrà via.

Sapone di Marsiglia

Un’alternativa all’utilizzo di aceto bianco e bicarbonato di sodio consiste nell’utilizzo del sapone di Marsiglia.

Tutto ciò che dovrete fare è mescolarlo con dell’acqua tiepida e utilizzare il composto così ottenuto sulle griglie.

Utilizzate, poi, una spugnetta per strofinare e rimuovere tutto lo sporco e le incrostazioni.

Il sapone di Marsiglia, infatti, ammorbidirà lo sporco e farà sì che questo possa esser rimosso con molta facilità grazie all’utilizzo di una spugna o di una piccola spazzola.

Pulizia del vetro del forno

Infine, vediamo come pulire il vetro del forno, ovvero la parte che più tende a sporcarsi.

Innanzitutto, è buona abitudine tenerlo aperto dopo aver utilizzato il forno, in modo da far passare dell’aria pulita.

Per la sua pulizia, invece, create una soluzione composta da 2 cucchiai di aceto bianco di alcol 400 ml di acqua.

Per un effetto più efficace, potete aggiungere anche un cucchiaio di bicarbonato. Mescolate tutti gli ingredienti e versate la miscela in un contenitore spray.

Spruzzate, quindi, il composto, lasciate agire per circa 15 minuti, dopodiché strofinate con una spugna morbida sulle macchie da pulire.

Risciacquate la spugna fino a quando il vetro non vi sembrerà pulito.

In caso, invece, di macchie molto ostinate, provate a riscaldare il forno a una temperatura di circa 40° C prima di pulirlo.

A questo punto, aprite il forno, aspettate qualche minuto per lasciarlo raffreddare un po’ e per non scottarvi, poi stendete la soluzione di aceto e bicarbonato.

Lasciate agire per un po’, dopodiché risciacquate con una spugna imbevuta di acqua.

Avvertenze

Vi ricordiamo di consultare sempre le etichette di produzione prima di provare i rimedi suggeriti.

Una casa super pulita!

Siete in vena di pulizie domestiche? Scoprite come pulire con facilità e in modo naturale la vostra casa attraverso i nostri consigli!

Maddy Cimmino
Nata a Napoli, sono laureata in Lingue e comunicazione interculturale. Appassionata di lettura, di musica, di serie tv e di tutto ciò che riguarda la bellezza, la cosmesi naturale, e il benessere green.