Come rimuovere i tatuaggi con una crema senza laser

279
tatuaggio cinese drago

La scelta di fare un tatuaggio è sempre accompagnata dal dubbio che poi finirà per “stancare” e da tutte le domande su come si può eventualmente rimuovere dalla propria pelle, un aspetto importantissimo in caso di tatuaggi “sbagliati” e frutto spesso dell’entusiasmo del momento (classico è l’esempio del nome di un vecchio amore), considerando che trasformare un tattoo non sempre ha l’effetto finale sperato.

Attualmente la tecnica più utilizzata per rimuovere un tatuaggio temporaneo prevede l’utilizzo del laser, un trattamento che richiede un numero di sedute che varia in base alla complessità del tattoo, alle dimensioni e alla presenza di colori, il tutto ad un costo non sempre accessibile così come i risultati non sono in tutti i casi garantiti al 100%.

Il trattamento laser oltre che  lungo e costoso è anche doloroso ma ben presto rimuovere un tatuaggio potrebbe essere semplice e indolore grazie alla crema inventata da un team di ricercatori canadesi della Dalhousie University di Halifax.  Si chiama Bisphosphonate Liposomal Tattoo Removal la crema in grado di cancellare i tatuaggi sfruttando le difese naturali dell’organismo perchè, una volta applicata sulla pelle, rilascia un principio attivo in grado di richiamare sulla superficie cutanea un gruppo di cellule che letteralmente mangiano il tatuaggio.

Attraverso piccole cellule di grasso (liposomi) il principio attivo giunge in sede a livello delle cellule in cui è penetrato l’inchiostro del tatuaggio ed  qui che agisce attivano i macrofagi, gli “spazzini del corpo umano” che eliminano le sostanze di rifiuto (cellule morte, batteri, ecc) mangiandole: nel caso del tatuaggio rimuovono le cellule che contengono l’inchiostro e, nell’insieme, formano il disegno che si è scelto per il tattoo.

Bisphosphonate Liposomal Tattoo Removal, la crema per rimuovere i tatuaggi ideata in Canada da Alec Falkenham è ancora in via di sviluppo e di studio così come è in atto la trafila per brevettare il prodotto così da poterlo produrre e diffondere su larga scala ed aiutare così tutti i tatuati pentiti.