Come scegliere il Tapis roulant?

122

Denominato in inglese treadmill, il tapis roulant è un’ottima palestra in casa per mantenersi in forma senza uscire e seguendo i propri ritmi e voglie.

Non si è obbligati quindi ad abbandonare casa, ad acquistare vestiti o attrezzature specifiche, a fare un abbonamento e lezioni ad orari e giorni prestabiliti ed il costo finale è sicuramente minore; inoltre, è un attrezzo per chiunque, dalla persona più allenata a quella più inesperta, basta scegliere il modello adatto alle proprie caratteristiche:

  1. Modello meccanico: ideale per chi vuole fare un’attività leggera, non ha motore.
  2. Modello magnetico: è il tapis roulant per un’attività fisica occasionale o di poca intensità (3-5 ore a settimana), per persone che non hanno costanza o comunque, non vogliono sforzi stressanti e pesanti. L’attrezzo non ha motore e la rotazione del nastro dipende dal ritmo di corsa dell’atleta: è il Walking, la camminata veloce ideale per riattivare la circolazione sanguigna, combattere la ritenzione idrica, la cellulite, le vene varicose e tonificare i muscoli, le gambe e i glutei. Non avendo il motore, è facile da muovere ed è poco ingombrante quando ripiegato; possiede diversi gradi di sforzo e pendenze. La resistenza è la caratteristica “in più” rispetto al modello precedente.
  3. Modello motorizzato compatto fino a 12 km/h: è adatto per le persone che vogliono svolgere un’attività regolare e intensa. Possiede un motore, ma ha dimensioni ridotte, programmi di allenamento e velocità e inclinazioni gestibili.
  4. Modello motorizzato compatto 12 km/h: è più leggero del precedente ma più potente, ha una superficie di corsa maggiore e altrettanti programmi di allenamento. Come il precedente, rispetto al modello magnetico, permette di svolgere una vera corsa con ritmi differenti (Jogging) e non solo il Walking. Data l’attività fisica impegnativa, si consiglia sempre un adeguato riscaldamento pre e stretching al termine del “seduta” di tapis roulant.
  5. Modello motorizzato con fascia massaggiante, fino a 12 km/h: simile al precedente, ha caratteristiche qualitative maggiori perché dotato di una pedana particolare che fa evitare lesioni e affaticamenti alle ginocchia e alla schiena; nonché possiede una fascia massaggiante per facilitare la circolazione ed il dimagrimento. Tutti poi, danno indicazioni sulla velocità, il tempo, i battiti cardiaci, la distanza e le calorie utilizzate, per permettere ad ogni atleta di controllare i propri parametri e seguire il proprio allenamento.
  6. Modello professionale: quelli presenti nelle palestre, super attrezzati e accessoriati, atti ad essere utilizzati anche in modo massivo tutto il giorno.

In commercio, vi sono molte marche e modelli di tapis roulant e talvolta può essere difficile scegliere quale acquistare nella vasta gamma di offerte. Cercate dunque di valutarlo in base ad alcuni parametri base:

il motore (più è potente, più è longevo l’attrezzo);

la lunghezza del tappeto di corsa (può variare anche in larghezza e in relazione, ne varia anche il prezzo);

l’inclinazione ed il metodo di cambio inclinazione (maggiori sono le possibilità di variarla, soprattutto in modo automatico senza doversi fermare e scendere dal treadmill, maggiore sarà il prezzo: inclinazione fissa, regolabile manualmente e regolabile elettronicamente);

il livello di assorbimento del tappeto (più assorbe e ammortizza, e fa evitare il “colpo duro” e conseguenti lesioni al piede, alle ginocchia e alla schiena, più aumenta di costo). Sarebbe meglio comunque, affidarsi ad un esperto che sappia indirizzare o anche solo spiegare le differenze fra le diverse possibilità offerte: possiamo generalmente consigliare per il Walking (camminata semplice) un tapis roulant di potenza 1,5 HP, per la vera corsa (Jogging o Running) una potenza almeno di 2 HP, e per le persone alte, un tappeto con un nastro più lungo (hanno una falcata maggiore).

Non lesinate poi sulla tipologia e qualità del sistema di ammortizzazione e sul controllo della frequenza cardiaca, preferite le marche rinomate e con esperienza nel campo e assicuratevi di avere un’adeguata garanzia e reali possibilità di manutenzione (concrete e facili) per eventuali guasti. I prezzi possono variare dai 150 ai 3000 euro; in palestra, vi sono modelli che arrivano anche a costare 8000 euro.