Refill, il ritocco per riempire la ricrescita delle unghie

447
ricostruzione unghie

Quando si è scelto di fare una ricostruzione delle unghie per averle sempre ordinate e curate bisogna fare i conti anche con la ricrescita così come si è abituate in tema di capelli e tinture.

Per coprire la naturale crescita delle unghie (avviene ogni giorno anche se impercettibile) che sono state sottoposte ad una ricostruzione con tip o con cartina bisogna ricorrere ad un “ritocchino”: il refill, così da riempire il margine libero che si crea tra l’unghia ricostruita e la zona delle cuticole e coprire l’evidente differenza di livello tra il materiale utilizzato per la ricostruzione e la lamina ungueale.

Generalmente la ricrescita dell’unghia si inizia a notare dopo 3 settimane dalla ricostruzione per cui il refil andrà fatto entro la settimana successiva, infatti con il trascorrere dei giorni potrebbe diventare necessaria una nuova ricostruzione.

Il refill richiede esperienza e professionalità, per cui è preferibile rivolgersi sempre ad un centro e a personale specializzato che offrono il trattamento ad un prezzo inferiore rispetto alla ricostruzione completa, trattandosi di un ritocco.

Come si fa il refill?

Per chi ama cimentarsi nel fai da te per effettuare un refill occorrono:

  • lime con grane diverse
  • gel o acrilico
  • lampada UV per ricostruzione unghie
  • spingi cuticole

La prima operazione da fare è limare la ricostruzione con una lima con grana 100 (medio-grossa) prestando molta attenzione in questa fase per non limare anche la ricrescita; utilizzando una lima con grana 180 si può scegliere di aggiustare la lunghezza delle unghie e di ricreare la curva C.

A questo punto con un bastoncino apposito spingi le cuticole verso l’interno delicatamente e con un pennello o uno spazzolino rimuovi la polvere bianca di scarto e limatura composta da cellule morte e cuticole; in questa fase puoi anche approfittare per fare un trattamento antifungo o utilizzare del detergente sgrassante e disinfettante per eliminare tutte le impurità. Dopo la preparazione dell’unghia è il momento di passare al refill che può essere con gel o acrilico.

Per il refill con gel si applica un primer solo sulla ricrescita dell’unghia naturale e poi il gel su tutta la superficie con conseguente passaggio nella lampada UV per la catalizzazione; si passa al secondo strato di gel, al gel color e poi si lucida e sigilla il ritocco con un prodotto finale.

Per il refill acrilico si applica il costruttore acrilico (rosa o trasparente)  su tutta la lunghezza dell’unghia, così da creare anche la curvatura a C e poi si stende l’acrilico del colore scelto.