Stop all’asma con il training autogeno

83
training autogeno

Una vera e propria palestra per la mente, questo è il training autogeno, una tecnica antica che risale agli anni ’30 grazie allo psichiatra e neurologo tedesco Schultz. Il training autogeno è un metodo di “autodistensione da concentrazione”, una palestra che grazie ad esercizi ripetuti controlla le emozioni negative donando senso di leggerezza e relax fisico e mentale. Il training autogeno è un metodo innovativo, parte da elementi antichi, ma si arricchisce di tecniche e pensieri scientifici moderni.

In tanti lo hanno accostato allo yoga, ma il training autogeno presenta caratteristiche uniche che lo differenziano in modo netto dal resto delle discipline. Da soli o preferibilmente in compagnia di esperti, gli esercizi di training autogeno se fatti con criterio e in modo corretto sono gli unici a combattere l’asma. 

Controllare l’asma

L’asma è la malattia popolare più diffusa nell’era moderna. Molti soffrono di asma e lo dicono le statistiche, spesso si manifesta dalla nascita ma si può sviluppare anche in età adulta. Alle prime luci della primavera sono più della metà della popolazione che inizia a avere i primi disturbi, spesso legati anche a polline e il fiorire di alberi e fiori.

Tra le cause principali? Sono svariate, dal fumo ad allergie, da fattori ereditari allo stress. Quest’ultimo resta una delle cause scatenanti e principali dell’asma.

Il training autogeno non sostituisce le cure si intende, ma è un metodo rilassante che cerca di alleviare i sintomi. Il training non si vuole sostituire alla medicina, ma essere in sinergia con essa per apportare benefici maggiori a coloro che soffrono di asma, per migliorare la loro qualità della vita.

Gli Esercizi di training autogeno

Gli esercizi di training autogeno per combattere l’asma possono essere praticati da soli, ma per chi soffre d’asma è sempre un pericolo. Il consiglio è quello di essere sempre monitorati da un medico almeno le prime volte.

Gli esercizi sono molto semplici ma durante lo svolgimento risulteranno più complessi proprio perché dovranno essere svolti in concomitanza ad una patologia fastidiosa come l’asma.

La cosa più importante nel training autogeno è la pratica costante. Come tutti gli allenamenti è fondamentale un esercizio regolare, almeno 2-3 volte al giorno per 3 minuti.

La costanza e la regolarità servono a prendere coscienza del metodo e la pratica servirà a memorizzarlo e farlo automaticamente tenendo a bada gli attacchi di asma.

Come fare gli esercizi di training autogeno

L’esercizio del training autogeno risulterà essere di fondamentale importanza nei mesi primaverili dove l’asma ha il suo punto più acuto a causa del proliferarsi dei pollini nell’aria.

Ecco gli esercizi:

  • Prima di iniziare sciogliere i muscoli saltellando sul posto e muovendo le braccia
  • Mettersi comodamente sdraiati
  • Chiudere gli occhi e rilassarsi
  • Ripetere dentro di sé per sei volte la formula “Il mio respiro è calmo e regolare” e poi aggiungere “Io sono perfettamente calmo”
  • Ripetere tre volte “Il mio respiro è calmo e facile” poi per tre volte “L’asma mi è indifferente”
  • Al termine, aprire e chiudere le mani, flettere e stendere le braccia
  • Respirare profondamente per 4 volte e riaprire gli occhi

La carta vincente per avere successo contro l’asma nel training autogeno è non farsi prendere dall’ansia (Pranayama), dalla fretta e dall’impazienza.

Assumere un atteggiamento positivo e propositivo. L’asma si combatte con la volontà e la calma.

Addio asma

Allenare la mente con il training autogeno è il primo passo per dire addio all’asma. Dominare gli attacchi di asma è fondamentale.

Attraverso gli esercizi mentali di respirazione, è possibile ottenere un grande miglioramento delle crisi asmatiche.

Si impara a controllarle, prevenirle e combattere la paura degli attacchi successivi. E’ spesso la paura degli attacchi che blocca la nostra mente e ci fa vivere in uno stato di forte stress e ansia (Vedi come allenare il muscolo dell’anima contro l’ansia)

Lavorare sui bronchi è fondamentale perché è quella la via della liberazione vera…dall’ansia. Tecnica da praticare con un esperto se siete alle prime armi.