Ripulire l’organismo dagli antibiotici: ecco come riuscirci in modo naturale

22.191 views
antibiotici

Dopo aver seguito una terapia a base di antibiotico o con il consumo di un’eccessiva quantità di prodotti derivanti da animali di allevamento, è possibile che i residui del farmaco permangano nel nostro organismo anche oltre la fine del periodo di assunzione. Ecco perchè è molto importante depurarsi dagli antibiotici magari con rimedi naturali

Gli antibiotici possono compromettere le funzioni dell’apparato digerente perché, oltre ed eliminare gli agenti patogeni responsabili dell’infezione, distruggono anche molti dei batteri benefici che sono presenti all’interno di bocca, colon e stomaco.

Per questo motivo, ripulire il corpo dall’eccesso di antibiotico è un’operazione importante per ripristinare il naturale equilibrio del tratto digestivo e stimolare il sistema immunitario a combattere contro l’insorgenza di patologie. Vediamo come farlo in modo naturale.

Evitare cibi di origine animale

Soprattutto durante e immediatamente dopo una cura a base di antibiotico, è consigliabile evitare il consumo di alimenti derivanti da animali. Il bestiame allevato in modo non biologico, infatti, viene generalmente trattato con antibiotici e, il più delle volte, i loro prodotti vengono immessi sul mercato senza avergli dato il tempo di smaltire il farmaco.

Di conseguenza, mangiando il cibo in questione, assumiamo anche gli antibiotici precedentemente somministrarti all’animale. Gli alimenti sconsigliati includono: uova, prodotti caseari e carne.

Bere molta acqua

Il rimedio più consigliato ed efficace per depurare naturalmente il corpo dai residui di antibiotico è quello di bere molta acqua. Spesso tendiamo a pensare di assumere abbastanza liquidi durante la giornata, magari perché non sentiamo lo stimolo della sete; a volte, però, non è così.

La sete, al contrario è proprio il campanello d’allarme che indica che il processo di disidratazione sta già avvenendo. Per essere certi di eliminare efficacemente ogni tossina dal corpo, è consigliabile bere almeno due litri di acqua al giorno, così da aiutare il fegato e i reni a ripulirsi da ogni traccia di antibiotico.

Un giusto apporto d’acqua, inoltre, contribuisce a elasticizzate la pelle e a consentire il coretto funzionamento del sistema circolatorio, respiratorio e digerente.

Sostituire il caffè con il tè verde

Un po’ di caffeina è salutare per il nostro organismo, ma bisogna prestare attenzione alla quantità che se ne assume durante la giornata, soprattutto quando il corpo è già affaticato dall’apporto di antibiotici.

Il tè verde contiene quel tanto di caffeina che basta a donare la giusta carica di energia al mattino e, in più, è ricco di antiossidanti che prevengono l’invecchiamento precoce delle cellule.

Fare esercizio fisico

Tutti sappiamo quanto l’attività fisica sia benefica per il mantenimento di una buona salute psico-fisica. Fare esercizio è anche un modo naturale per depurare l’organismo.

Durante un’attività fisica, non solo si bruciano calorie e si modellano i muscoli, ma si eliminano in modo efficace le tossine. Con il sudore, infatti, esse fuoriescono e apparati ed organi interni del nostro corpo vengono ripuliti.

Mangiare cibi ricchi di antiossidanti e vitamina C

Gli antiossidanti sono di supporto al fegato nell’eliminare i resti di antibiotico rimasti nel sangue e nelle cellule. È possibile trovarli nelle frutta e nella verdura. Mirtilli, prugne, peperoni, broccoli e fagioli ne sono una ricca fonte. In alternativa, si può scegliere di integrare l’apporto di antiossidanti assumendo degli integratori di vitamina C.

Dormire bene

Avere una buona qualità del sonno è parte fondamentale di un corretto stile di vita. Una sua carenza compromette la salute del sistema immunitario, indebolendo la naturale capacità del nostro organismo di liberarsi delle tossine dannose.

L’ideale è tentare di dormire dalle 7 alle 8 ore a notte, il tempo necessario affinché il corpo recuperi le energie e continui a lavorare correttamente.

Ripristinare i batteri benefici

Gli antibiotici non distruggono solo i batteri responsabili dell’infezione, ma anche quelli “buoni”; in particolar modo, i lactobacilli, presenti nell’intestino e fondamentali per il processo di digestione.

Lo yogurt contiene milioni di lactobacilli, che rimpiazzano così quelli eliminati dall’antibiotico. Per ricevere il massimo  dei benefici, consumate regolarmente questo ingrediente a stomaco vuoto, magari la mattina..

Ricordate di non assumere mai un antibiotico se non è strettamente necessario. Prima di iniziare un trattamento con questo farmaco, è bene rivolgersi ad un medico che sarà in grado di stabilire l’utilità dell’antibiotico in base al problema e scegliere la strategia terapeutica migliore.

Alessandra Montefusco
Ho una laurea magistrale in Teoria dei linguaggi e sono appassionata di rimedi naturali e cosmetica ecobio sin dall’adolescenza. Per questo cerco sempre di tenermi aggiornata sulle ultime novità del settore e sulle potenzialità dei prodotti che madre natura ci ha donato. Mi occupo di comunicazione e lavoro nel settore degli audiovisivi. Amo la musica - mia grande passione - la letteratura, il cinema, le passeggiate all’aria aperta e…il cibo!