Dieta del metabolismo:10 kg in un mese

445
dieta-metabolismo-pomroy-star-america

E dopo la dieta McKeith, dedicata alla forma delle star americana, dal nuovo continente arriva anche un’altra dieta in grado di far perdere 10 kg in un mese: quella del metabolismo, della nutrizionista Pomroy. Perdere tanti chili in un solo mese è fonte di attrattiva per le tante persone che desiderano sentirsi più in forma o perdere i troppi chili in eccesso.

In cosa consiste questa dieta? Quali sono i vantaggi e le regole fondamentali della dieta del metabolismo? Esistono dei limiti oggettivi al questo regime dietetico americano? Cerchiamo insieme di fare il punto della situazione e provare a dare informazioni utili a chi ha deciso di dare un taglio netto alla sua pancia!

Cos’è la dieta del metabolismo e come funziona

Una linea invidiabile è sempre una questione di metabolismo? In genere è così, più esso funziona più ci sentiamo in forma. Se non si ha questa fortuna e in più si conduce una vita sedentaria, senza attività fisica e con un regime alimentare scorretto si fa bingo!

E’ possibile diventare magri, migliorare il metabolismo e magiare tantissimo? Un sogno per tanti e secondo la nutrizionista americana Pomroy, ideatrice della dieta, è possibile. Con la dieta del metabolismo si perdono 10 kg in un mese e si migliorano tutte le funzioni metaboliche del nostro organismo. Basta seguire alla lettera consigli e regole.

Le fasi della dieta del metabolismo

Il programma alimentare della dieta del metabolismo si svolge in 28 giorni (4 settimane) e ogni settimana prevede 3 fasi che comprendono:

  • alimenti da consumare
  • obiettivi da raggiungere
  • quale attività fisica bisogna svolgere

Queste fasi insieme mirano a sbloccare il grasso accumulato, liberare gli ormoni che bruciano il grasso e calmano gli ormoni dello stress. In questo modo il metabolismo viene colto di sorpresa (tipo shock) e in questo la Pomroy evidenza la forza del metodo. Vediamo in pratica cosa fare nelle 3 fasi basilari settimanali:

  1. Fase A (lunedì e martedì): nei primi due giorni della settimana preferire VERDURE E CARBOIDRATI. Attività fisica da scegliere, aerobica. Obiettivo di inizio settimana? Far bruciare all’organismo ciò che si mangia
  2. Fase B (mercoledì e giovedì): alimenti da consumare, PROTEINE e VERDURE. Esercizi da svolgere? Pesi con l’obiettivo di formare muscoli, responsabili di divorare più calorie.
  3. Fase C (da venerdì a domenica): mangiare carboidrati, proteine, verdure e grassi sani. Preferire Yoga, passeggiate (vedi Walk at home) e massaggi. Obiettivo? Introducendo grassi buoni nell’organismo, esso compensa tutto il lavoro svolto per bruciare quello “cattivo”

La dieta del metabolismo ha coinvolto tante dive americane , come Jennifer Lopez, e siamo sicuri che coinvolgerà tanti vip e persone comuni anche in Europa. La dieta del metabolismo ha forse un limite importante: essere troppo drastica sulla perdita dei chili. In ogni caso prima di seguire questa dieta e qualsiasi altra rivolgersi sempre a specialisti seri del settore. Vedremo nell’ultimo paragrafo altri limiti del regime secondo esperti nostrani del settore. Volete seguire la dieta americana? Ecco le regole SI e le regole No dalle quali non si può prescindere.

Le regole delle dieta del metabolismo

Le regole sono ferree e fanno parte di un metodo ben organizzato e preciso. Secondo la nutrizionista Pomroy per perdere 10 kg in 28 giorni e migliorare al massimo la funzionalità del metabolismo è indispensabile seguire queste regole:

  1. Mangiare 5 volte al giorno (ogni 3/4 ore) e mai saltare i pasti
  2. Fare colazione entro 30 minuti dal risveglio
  3. rispettare tutte le fasi del programma così come sono (nell’ordine e nel contenuto) fino al 28° giorno
  4. bere 2 l di acqua al giorno
  5. scegliere carni senza nitriti e nitrati e preferire prodotti bio

Queste regole corrispondono alle cosa da fare durante l’intero programma. Il metodo prevede anche dei DIVIETI assoluti da rispettare (secondo la nutrizionista americana) per raggiungere il massimo dei risultati a fine dieta. Ecco gli alimenti da evitare

  • frumento, soia, mais
  • latticini e zuccheri raffinati
  • caffè, alcol, spremute e edulcoranti artificiali
  • frutta secca
  • alimenti “light”

Limiti della dieta del metabolismo

Secondo nutrizionisti e biologi europei la dieta del metabolismo della Pomroy è un metodo giusto ed efficace per quanto riguarda i principi e le regole fondamentali, ma potrebbe avere qualche limite per così dire “culturale”. Cosa significa? Nella seconda fase della dieta (la più rigida) si chiede ai pazienti di consumare proteine a colazione, un po’ difficile, visto che soprattutto gli italiani non sono abituati. Vedi la colazione perfetta.

Inoltre i tempi per perdere sono troppo precoci e il nostro organismo potrebbe trovare difficoltà ad adattarsi ai cambiamenti. Americanizzare anche i regimi alimentari nostrani potrebbe essere gravoso per la scelta della qualità dei cibi (da selezionare con grande cura). Per quanto riguarda il metabolismo non perdete mai di vista il fatto che il primo miglioramento non passa da quello che si magia, ma prima dall’attività fisica che si svolge.