La dieta Paleo

151
dieta paleo

‘Vuoi essere bello e in salute? Comportati da uomo delle caverne’. Questo è il claim che accompagna la dieta Paleo, un regime alimentare che sta diventando sempre più famoso e che sta conquistando estimatori in ogni parte del mondo. La dieta Paleo, riduzione del termine Paleolitico, guarda infatti a un lontanissimo passato, alle origini dell’uomo, quando gli esseri umani si cibavano solamente di carni cacciate, di bacche e radici selvatiche e non conoscevano l’arte dell’agricoltura e dell’allevamento.

Il ritorno alle origini viene seguito nella dieta paleolitica, in quanto essa si basa sulla credenza che la dieta moderna, troppo ricca di cibi raffinati, abbia condotto le persone a soffrire di malattie e patologie gravi, come il diabete, i tumori, i problemi dell’apparato circolatorio e cardiaco e le malattie degenerative come il morbo di Parkinson e il morbo di Alzheimer, nonché di patologie ‘moderne’ come la depressione e la sterilità.

La dieta Paleo propone quindi di fare un passo indietro molto importante e di rivolgere le attenzioni alimentari a un’alimentazione originaria, assolutamente priva di alimenti raffinati o lavorati. Questo regime alimentare chiede di consumare alimenti che mangiavano anche i cavernicoli, quindi carni rosse e bianche, pesci, pollami, frutta e verdura, frutta secca e bacche, miele e funghi. Ogni alimento che non era previsto nella dieta preistorica va in assoluto eliminato, quindi un no deciso deve essere detto ai cereali, ai legumi, agli zuccheri raffinati e ad ogni prodotto lattiero caseario. Acqua, tè verde e latte di cocco sono le uniche bibite approvate dalla dieta paleolitica, mentre ogni altra tipologia di bevanda va esclusa, alcolici compresi. Questo è solamente un riassunto dei cibi che la dieta paleolitica annovera, ma si rivela sintomatico della sua natura molto speciale.

paleo dieta

Perché è necessario rivolgersi a un passato così lontano per trovare un’alimentazione corretta? La dieta Paleo si ispira ai primitivi in primis perché si basa su studi scientifici che hanno dimostrato la grande dannosità di alimenti ‘moderni’, soprattutto di quelli di natura raffinata e quindi industriale. Il principio base della dieta Paleo si fonda, infatti, sul concetto che gli alimenti che necessitano di un processo tecnologico per essere considerati consumabili non sono in assoluto adatti alla nutrizione umana perché innescano una serie di reazioni negative all’interno dell’organismo umano. Cambia quindi la visione dell’alimentazione, che chiede di guardare al passato e di proporre uno stile alimentare assolutamente naturale, quindi affine al corpo umano. La dieta Paleo si propone, infine, strettamente collegata con un sistema di sport e di attività fisica mirato a scolpire e modellare il corpo, quindi è spesso preferita dalle persone che lavorano con il body building e con le discipline di combattimento.

Paleo Dieta e Etica

L’alimentazione è la causa del benessere degli esseri umani e, in quanto tale, può diventare un’arma a doppio taglio e far sì che possano insorgere malattie gravi come tumori, problemi al sistema cardiocircolatorio, diabete e obesità. La dieta Paleo mira a combattere l’insorgenza di queste malattie proponendo a chi la segue di consumare solo ed esclusivamente cibi di origine naturale. Questo regime alimentare sottolinea la stretta correlazione che esiste tra produzione alimentare moderna e business, ovvero sulla produzione di cibi modificati e raffinati che non fanno bene alla salute ma che vengono proposti al pubblico solo come fonte di arricchimento.

Geneticamente parlando, la dieta Paleo afferma che l’essere umano moderno non è diverso dagli antenati preistorici e che a differenza degli uomini di un tempo, che vivevano forti e magri in libertà, la rovina dell’essere umano è arrivata con l’avvento dell’agricoltura, che ha piegato gli esseri umani ad alimentarsi in modo non naturale. Il tutto è degenerato nei tempi presenti e la dieta Paleo sottolinea lo stretto collegamento fra la diffusione di malattie dovute ad una alimentazione sbagliata e la conseguente richiesta di medicinali atti a curarle. In termini più semplici, molto individui hanno immesso nel mercato cibi dannosi, per poi dare la possibilità alle industrie farmaceutiche di curare i disturbi generati dai prodotti alimentari, arricchendosi a loro volta. Se non ci sono malattie non servono medicine, quindi la dieta Paleo si propone di tornare alle origini perché il corpo possa mantenersi sano, nutrito in modo perfetto e quindi forte e resistente.

La dieta Paleo non chiede di contare le calorie introdotte, perché crede nell’autoregolamentazione del corpo. Spesso la Paleo dieta è stata accusata di essere un regime alimentare troppo proteico e quindi portato ad affaticare gli organi vitali come il fegato e i reni. Chi ha elaborato questo regime alimentare afferma l’esatto contrario, in quanto la dieta Paleo ripropone nella quotidianità un sistema di caccia e raccolta, ovvero basa le sue fondamenta su proteine e grassi, dove gli zuccheri che non vengono introdotti con i carboidrati sono attinti da frutta e verdura fresche. Lo scopo della dieta Paleo consiste, infatti, nel generare una prima fase in cui l’organismo si disintossica dagli errori fatti finora, e in una seconda fase durante la quale si porta il corpo a ripristinare l’efficienza degli organi interni, inducendo un normale meccanismo di fame e sazietà.

La dieta Paleo prevede un grande consumo di grassi, che sono impiegati al posto degli zuccheri per fornire le calorie necessarie per sopravvivere e per svolgere le corrette funzioni vitali. Ecco che tali grassi derivano dal consumo di elementi insaturi e soprattutto di Omega 3, mentre tutti i prodotti saturi e industriali vengono eliminati. La dieta Paleo afferma, infatti, che non sono i grassi che fanno ingrassare, ma gli zuccheri, e prova questo concetto portando gli esempi degli Inuit eschimesi e di poche tribù ancora esistenti, che si cibano con uno stile di caccia e raccolta.

Alimenti Paleo dieta

Consultando il sito ufficiale italiano della dieta Paleo è possibile comprendere quali sono gli alimenti paleo accettati in questo regime alimentare e quali sono i cibi che devono essere assolutamente eliminati. Di seguito una lista completa, che aiuta a capire quali sono questi alimenti.

Alimenti Vietati:

  • Latte e tutti i suoi derivati
  • Cereali e Farinacei (Pasta, Pane, Biscotti, prodotti da forno, prodotti lievitati etc.)
  • Zucchero e prodotti con zuccheri aggiunti
  • Legumi (Le arachidi e i fagiolini sono legumi)
  • Prodotti lavorati ed industriali di ogni tipo
  • Alcool
  • Verdure e frutta troppo amidacea (Patate, ad esempio)
  • Sale aggiunto
  • Non va consumato nessun alimento che deve subire un processo tecnologico per essere consumato: gli alimenti che di base non possono essere mangiati crudi non sono adatti alla nutrizione umana

Alimenti Consigliati

  • Verdure
  • Frutta (Moderate quantità. Preferibilmente solo a colazione o comunque nella prima parte della giornata)
  • Carne Rossa magra
  • Carne Bianca
  • Frattaglie
  • Pesce
  • Semi e Frutta Secca Lipidica: Mandorle, Lino, Pistacchi, Anacardi, Semi di Girasole, Semi di Zucca, Sesamo, Noci. Evitare le Nocciole se possibile.
  • Olio Extravergine di Oliva o di Lino o di Noci
  • Spezie ed Odori
  • Uova
  • Tè Verde, Guaranà, Yerba Mate
  • Stevia

Ecco che, alla luce di questa lista, la dieta Paleo chiede di guardare sempre e in ogni caso alla natura. Fondamentale nella scelta degli alimenti è il controllo della filiera, ovvero le carni e il pesce non devono provenire da allevamenti intensivi e gli animali devono essere allevati in condizioni di libertà. La stessa regola vale per le uova. Anche la frutta e la verdura devono provenire da colture libere e sicure ed è consiglio dei nutrizionisti paleo scegliere sempre la verdura e la frutta più piccola e meno bella, perché sicuramente sarà la meno trattata e modificata.

Frutti di bosco e bacche sono alimenti fondamentali per la dieta Paleo, poiché si tratta di cibi che i preistorici trovavano in natura e di cui si cibavano in abbondanza. La verdura chiede di essere consumata prevalentemente cruda per trarre il meglio dalle sue proprietà. Come condimenti, la dieta Paleo vuole un grande consumo di grassi insaturi, quindi guarda con benevolenza all’olio di oliva e soprattutto all’olio di lino, ricco di omega 3, ma chiede anche che vengano impiegate le spezie per attivare il metabolismo e per insaporire i cibi in modo naturale.

Attività fisica nella paleo dieta

La dieta Paleo nasce sicuramente come regime alimentare che guarda al passato per costruire una dieta naturale e adatta al presente. Ma questo regime alimentare è stato concepito anche per le persone che lavorano moltissimo con lo sport, soprattutto con il body building e con gli esercizi di modellamento del fisico. La dieta Paleo si rivela ideale per queste persone perché offre un altissimo apporto proteico e prevede una totale mancanza di zuccheri, quindi getta i presupposti necessari per modellare il fisico con più semplicità.

La dieta Paleo si propone di ricercare energia dalle proteine e dai carboidrati contenuti nella frutta, anche se poca, e nella verdura fresca, nonché di bilanciare il tutto con un abbondante consumo di grassi. In questo modo le calorie in eccesso diventano un lontano ricordo, la muscolatura è alimentata con un costante apporto proteico ed è più semplice nutrire la massa magra senza generare massa grassa.

La dieta Paleo si propone, quindi, non solo come un regime alimentare semplice, ma come un vero e proprio stile di vita, che accompagna soprattutto gli atleti nel raggiungimento degli scopi prefissati. La dieta Paleo si associa, infatti, all’allenamento funzionale, ovvero ad un allenamento che ancora una volta guarda al passato e che ripropone le movenze che gli antichi preistorici attuavano nella loro quotidianità, quando cacciavano, pescavano, raccoglievano i frutti e le erbe e combattevano per la sopravvivenza. Il corpo è impiegato come unico strumento per sviluppare forza e per dare vita ad una muscolature tonica, reattiva e coerente. La dieta Paleo è spesso associata al CrossFit, un sistema di allenamento nato negli Stati Uniti che ripropone le movenze degli antenati mediante esercizi anche molto duri, piegamenti, distensioni e corse, abbinando il potenziamento muscolare ad un’attività cardio molto intensa.