Fitness in acqua

1.887 views
fitness acqua

Il Fitness in acqua è un’attività fisica in espansione grazie ai numerosi benefici che procura al corpo. Essendo, infatti, la densità dell’acqua maggiore di quella dell’aria, l’allenamento in piscina nello specifico risulta più faticoso ma meno traumatico per le articolazioni (meno stressate).

Ecco perchè sono sempre più di moda esercizi di acquagym, aerobica in acqua, idrobike e anche le donne in gravidanza scelgono l’acqua come metodo alternativo e “meno doloroso” per mettere al mondo i propri figli (ovviamente se le condizioni del parto e fisiche della gestante lo permettono).

In antichità l’acqua era l’elemento preferito dai Romani che si recavano alle Terme solo per rilassarsi (una tendenza che è arrivata fino ai giorni nostri). Oggi invece le persone sfruttano l’acqua per svolgere esercizi di Fitness e questa pratica sta incentivando anche le classiche palestre che si stanno adoperando per ampliare le strutture installando piscine e vasche idromassaggio. Scopriamo insieme tutte le tipologie di attività sportiva ed esercizi fisici in acqua, i benefici e gli attrezzi più utilizzati per l’allenamento in acqua.

Perchè fa bene fare Fitness in acqua?

L’acqua, come anticipato, è un liquido con densità superiore a quella atmosferica. Per questo motivo l’allenamento in un liquido è sicuramente più duro e faticoso, i movimenti in acqua sono più lenti, ma è anche il metodo meno stressante e naturale per le articolazioni.

E’ una pratica naturalissima se pensiamo che il nostro organismo è costituito per quasi il 70% di acqua. Le spinte fatte in acqua, le resistenze ai gesti motori e le forze che si manifestano nel liquido, consentono di migliorare i coordinamenti motori e la mobilità degli arti.

L’acqua provoca vantaggi funzionali e anche benessere mentale. Pensate che già nel grembo materno vivevamo in un fluido e per questo motivo stare in acqua è come se stessimo in un habitat famigliare che ci fa sentire a nostro agio.

A chi è adatto il Fitness in acqua?

La ginnastica in acqua è una pratica sportiva adatta a tutti, dai più piccoli agli anziani, maschi e femmine e in particolare è consigliatissima alle donne in gravidanza. L’acqua ha diversi benefici derivanti dall’attività fisica che svolgiamo in essa. Tra i vantaggi ci sono:

  • stimolazione della microcircolazione cutanea
  • riduzione della cellulite
  • socializzazione con altri atleti
  • divertimento
  • possibilità di praticare posizioni impossibili a terra
  • agevola i soggetti obesi al movimento
  • etc

Ma quali sono gli esercizi più praticati in acqua? Il più diffuso è di sicuro l’acquagym, seguito dal nuoto e dal tapis roulant acquatico e hydrobike. In ognuna di queste attività vengono utilizzati diversi attrezzi e accessori.

Acquagym

L’acquagym è la ginnastica più diffusa soprattutto tra le donne. E’ la semplice trasposizione in acqua di discipline che in genere vengono praticate in palestra (es. aerobica e step). Gli accessori utilizzati per questa pratica sportiva sono molteplici:

  • pesi
  • cinture
  • tubi
  • step
  • bici
  • tapis roulant

In alcune attività (come bici e tapis roulant) il corpo deve essere immerso totalmente in acqua per evitare che si raffreddi. Anche l’abbigliamento deve essere conforme alla location dell’allenamento, ovvero l’acqua. Via libera a pratici costumi, cuffie e tappi per le orecchie (se si soffre di otite).

In atleti più esperti spesso vengono applicati su polsi e caviglie dei supporti in grado di spostare maggiori quantitativi di acqua consentendo al soggetto di intensificare l’attività sportiva e potenziare bicipiti, quadricipiti, spalle e adduttori.

Acquagym in gravidanza

L’acquagym è una delle attività fisiche più consigliate in gravidanza, soprattutto nell’ultimo semestre (quando il pancione è più pesante e i mal di schiena più frequenti). L’acqua rende il corpo della gestante più leggero grazie al peso specifico e per questo gli esercizi in piscina diventano più piacevoli e rilassanti.

La pressione del fluido favorisce inoltre:

  • vascolarizzazione delle gambe
  • previene il gonfiore delle gambe
  • allevia il senso di pesantezza
  • tonifica i muscoli
  • stimola la produzione di endorfine (ormoni del benessere)
  • empatia, vicinanza e momenti di condivisione tra mamma e nascituro

Prima di iscriversi a qualsiasi corso è sempre consigliabile prima parlarne con il vostro ginecologo di fiducia per evitare problematiche o complicazioni in caso di gravidanze a rischio.

Acquafin

Questa disciplina rappresenta l’evoluzione dell’acquagym. Gli esercizi che si eseguono sono simili, la differenza sta nella resistenza offerta dal nuovo allenamento. L’acquafin è praticata con dei supporti applicabili alle caviglie e ai polsi che presentano delle alette laterali e vengono usati per aumentare l’intensità di lavoro. Applicati alle gambe, sono utili per incrementare la forza di quadricipiti (con movimenti delle gambe in avanti),

In tanti scelgono di seguire i corsi di acquafin, considerati più completi e più intensi dal punto di vista dell’allenamento. In Italia si stanno diffondendo numerosi corsi per diventare istruttore di acquagym e di tutte le discipline correlate a questa pratica sportiva.

Acquawalking

Un’alternativa all’acquagym è l’acquawalking, ovvero la camminata in acqua che sostituisce quella su strada ma mantiene (se non li aumenta) i benefici tipici della passeggiata. La pratica dell’acquawalking è praticata soprattutto dai giovani che ne fanno una vera e propria moda.

La camminata in acqua può essere eseguita con l’ausilio di un tappeto rullante per rendere le gambe più toniche e rassodare i glutei. L’attività viene resa più piacevole e coinvolgente grazie all’ausilio di comode cuffiette con sui ascoltare della buona musica. Leggi anche barefooting: camminare scalzi.

Acquakickboxing

La pratica del kickboxing in acqua richiede una attrezzatura simile a quella usata su terreno. Anche i movimenti sono simili, eccetto il fatto che sono rallentati e pesanti a causa della maggiore resistenza offerta dall’acqua. Il lavoro di calci e pugni in acqua è più pesante dal punto di vista muscolare ma meno intenso dal punto di vista del dinamismo dei movimenti.

Nella Kick boxing, infatti, sono permessi i clinch (particolari prese che servono a bloccare l’avversario) e i low kick (calci circolari bassi che vanno a colpire il quadricipite).

Il kick boxing è visto come un allenamento pensato per le donne, un esercizio sportivo completo che non lascia a riposo nessun muscolo e aiuterà a ritrovare la sicurezza e la fiducia in se stesse. Questa disciplina, denominata un vero e proprio sport da combattimento che allena il corpo e la mente, è pensata sia per aumentare la consapevolezza nei propri mezzi, sia per avere addominali da urlo.

Acquastep

Questa pratica è la variante dell’acquagym con la differenza che invece di essere svolta a corpo libero, viene sostenuta da uno step o pedana (come si esegue nelle classiche palestre). Questa pedana viene fissata sul fondo della piscina tramite ventose. L’esercizio richiede molto sforzo fisico e consente di stimolare addominali, cosce e glutei.

Mentre nello step sul suolo il movimento deve opporsi alla forza di gravità (la cui direzione va dall’alto verso il basso), in acqua tutti i movimenti devono contrastare la forza di galleggiamento (che va dal basso verso l’alto) e opporsi quindi alle “correnti” da essi stessi creata. E proprio grazie alla resistenza opposta dall’acqua che si ha un maggiore dispendio calorico e un maggiore impegno muscolare.

In questo modo viene favorito il dimagrimento e una tonificazione muscolare completa.

Hydrobike

Se si desidera provare l’esperienza della bici e del pedalare in acqua il corso di hydrobike fa al caso vostro. Hydrobike o hidrospinning è uno sport che si pratica esclusivamente in acqua con semplici e articolati esercizi di cyclette.

E’ denominata hidrospinning proprio perchè richiama gli esercizi di spinning uniti a quelli della tradizionale cyclette a ritmo di musica. La bici adoperata è in acciaio con selle comode e antiscivolo. La pratica è indicata per chi vuole perdere peso o non è troppo propenso all’attività sportiva. E’ uno sport che allena il corpo ma lo fa con divertimento.

Con l’hidrobike si combinano vari tipi di esercizi anche per le braccia. È, infatti, possibile fare movimenti con le braccia , anche usando manubri galleggianti che aiutano a concentrare lo sforzo sui muscoli delle braccia lasciando la schiena leggera.

Hidro-gag

I soggetti più esperti, allenati e atletici si dedicano all’Hidro-gag che consiste in un’attività in cui tutti i soggetti cambiano postazione di attività fisica ogni quarto d’ora. Questa alternanza di posizioni di lavoro rende la lezione meno noiosa e più coinvolgente,

Aumenta la socializzazione e il divertimento. E’ la tipologia di ginnastica in acqua più praticata perchè fa lavorare glutei, gambe e addominali. E’ un allenamento molto gradito alle donne perchè tonifica la muscolatura, ma senza “pompare”.

Un corso di hidro-gag fa bene anche al cuore e alla circolazione, l’importante è che l’acqua della piscina non superi la temperatura di 28°C. Questa prassi è per evitare improvvisi cali di pressione e seri problemi alla rottura dei capillari.

Aquarap

Ecco una delle pratiche più seguite e diffuse tra i più giovani, grazie alla varietà dei movimenti e all’utilizzo di speciali elastici. Questi accessori vengono applicati sulle caviglie e sui polsi per sfruttare i principi dell’isometria (ovvero la capacità di mantenere una posizione ferma e statica anche per 4 minuti di fila).

L’esercizio acquatico in questione favorisce l’equilibrio e la padronanza del proprio corpo oltre a essere indicato per tutti coloro che devono riabilitare gli arti in seguito a traumi, incidenti e infortuni. I benefici sono gli stessi degli altri allenamenti in acqua: tonificazione. padronanza di se e allenamento muscolare.

Acquatraining

Questa particolare attività è molto diffusa dagli amanti dell’attività fisica e degli sport “in sospensione”. L’acquatraining consiste in un particolare allenamento eseguito in galleggiamento con speciali cinture per non toccare il fondo della piscina (ma mantenersi a galla).

Il ritmo di lavoro varia di continuo e viene intervallato solo da alcuni esercizi fuori dall’acqua (eseguiti a bordo piscina per qualche minuto) per poi tornare in acqua. L’acquatraining è una pratica indicata per coloro che hanno già una muscolatura di base potenziata e un’ottima resistenza fisica.

Attrezzi per il Fitness in acqua

Dopo aver parlato e fatto una panoramica veloce sulle principali attività fisiche in acqua, ecco concentrarci sulle principali attrezzature che servono per svolgere al meglio questi allenamenti e beneficiare al massimo dei vantaggi derivanti da questi esercizi acquatici.

I principali attrezzi utilizzati per il Fitness in acqua sono:

  • hydrobike: la cyclette in acqua più comoda e leggera di quella utilizzata nelle palestre
  • acqua jump: tappeto elastico per la ginnastica acquatica
  • tapis roulant acquatico: leggero e richiudibile
  • manubrio: realizzati in schiuma per leggerezza nei movimenti sott’acqua
  • stepper: il gradino, lo step o pedana per esercizi in acqua
  • scarpette e guanti in silicone: per cyclette e utilizzo di accessori

In tanti stanno provando i miracoli dell’acqua, un elemento naturale che ci accompagna dal pancione della mamma fino a rafforzarsi a benessere per il corpo e vero e proprio toccasana per cervello ed emozioni.