Flawless make up quando il trucco c’è ma non si vede

22
flawless make up

Da sempre definito come trucco acqua e sapone o della “ragazza della porta accanto” il flawless make up è la nuova tendenza che sta spopolando tra le star di Hollywood, basti pensare a Gwyneth Paltrow e Keira Knightley ma sta conquistando anche le principesse Charlotte Casiraghi (Principato di Monaco) e Kate Middleton.

Il flawless make up è minale, naturale e, indipendentemente dall’età, è in grado di valorizzare la bellezza di tutte le donne esaltando la freschezza e la luminosità delle under 30 o ringiovanendo il viso delle over 45.

Per il flawless make up l’ideale è avere un’ottima base di partenza, quindi una pelle detersa e idratata (dovrebbe rientrare nell’abc della cura del viso) pronta ad accogliere ogni tipo di trucco si è scelto. Il primo passo da seguire è l’applicazione del primer che va scelto in base al proprio tipo di pelle, optando così per uno opacizzante se si ha la pelle mista o grassa e illuminante se invece si ha l’esigenza di dare maggior luce ad un incarnato spento.

In questa prima fase di preparazione della base per il trucco oltre al primer si ricorre al correttore per andare a mimetizzare alcune imperfezioni, coprire le occhiaie e rendere la pelle più uniforme in caso di discromie; è preferibile utilizzare un correttore fluido da picchiettare leggermente con i polpastrelli così da far riscaldare il prodotto e stenderlo agevolmente, ma in alternativa si possono utilizzare anche le apposite spugnette angolari.

Per la scelta del fondotinta ancor più nel caso del flawless make up vale la regola di optare per un colore quanto più simile al proprio incarnato proprio per avere un effetto naturale e “acqua e sapone” : in polvere, fluido, BB o CC cream il fondotinta deve essere applicato in maniera uniforme e senza appesantire il viso. Per dare compattezza all’incarnato e fissare il fondotinta è bene usare la cipria preferibilmente trasparente.

Per ricreare l’effetto di lieve rossore sulle gote è il blush il prodotto da scegliere in nuance come il pesca, il salmone e rosate procedendo per gradi onde evitare di esagerare con il” rossore” ed ottenere un effetto troppo marcato. Il blush può essere anche utilizzato sulle palpebre dove in alternativa si può scegliere un ombretto nude o pastello.

Un tocco di mascara incurvante sulle ciglia superiore e inferiori e abbondante burrocacao su una base nude o leggermente rosata (matita o rossetto) completano il flawless make up: sulle labbra infatti l’effetto nude, naturalmente “umido” è preferibile ottenerlo proprio con il burrocacao piuttosto che con il gloss.