L’hidrobike, perché pedalare in acqua fa bene

221

Tra le tante discipline che spopolano oggi nel mondo del fitness, l’hidrobike è senza dubbio una delle più conosciute e praticate. Ormai in tutte le piscine d’Italia si organizzano corsi specifici di questa attività, che riunisce un pubblico di appassionati sempre più vasto e particolarmente vario per genere ed età.

Come spiegare il successo di questa disciplina tra i cultori dello star bene? Innanzitutto, va detto che l’hidrobike è una disciplina che interviene positivamente sull’apparato cardiovascolare. Per tale motivo la pratica è consigliata a tutti, anche e soprattutto alle persone più anziane, in quanto è stato dimostrato agire positivamente su cuore e polmoni.

Tale attività, nello specifico, è incentrata sulla pedalata continua in acqua; un po’ come nello spinning, ma con la cyclette immersa nell’acqua. La resistenza dell’acqua rende i movimenti del corpo più morbidi e continui, favorendo così un rassodamento più veloce di gambe e glutei in primis, ma indirettamente anche al resto del corpo (braccia, addominali, etc…).

La pedalata continua che cerca di vincere la resistenza dell’acqua è il movimento principale di tale attività, ma alcuni istruttori variano la pedalata alternando altri esercizi, come ad esempio gli addominali con le gambe aggrappate al manubrio che fuoriesce dalla superfice dell’acqua.  In questo modo i corsi di tale disciplina divengono più vari e interessanti, riuscendo così a coinvolgere anche un pubblico di appassionati più giovane e desideroso di stare in forma divertendosi.

Dunque l’hidrobike è una disciplina del fitness completa, ideale per tutti, giovani e adulti. Una attività ottima per garantire la salute del sistema cardiovascolare; perfetta per combattere la cellulite o per rassodare gambe e glutei; consigliatissima a chi vuole perdere peso o semplicemente stare in forma senza perdere molto tempo.

Sì perché poche ore di hidrobike alla settimana garantiscono un dispendio calorico ottimale per tutte le fasce di età (per 1 ora di bicicletta fuori dall’acqua circa 700 kcal; nell’acqua circa 1350 kcal); inoltre la pratica è comoda poiché ormai tutte le piscine organizzano corsi in tutti i periodi dell’anno. E allora, cosa aspettate? Buon hidrobike a tutte e a tutti!