I cibi che non scadono mai

581
cibi-che-non-scadono-mai-zucchero-caffe

Quando acquistiamo o consumiamo alimenti è buona abitudine consultare la data di scadenza del prodotto. In alcuni casi la data sulla confezione è solo indicativa e l’alimento può anche essere consumato per qualche giorno successivo (cibi scaduti: quali mangiare?).

Questo vale sono per alcuni alimenti (sono esclusi categoricamente uova, carne, pesce e latticini), in ogni caso per essere sicuri meglio attenersi al limite massimo indicato sull’etichetta. Esistono però dei cibi che invece non scadono mai (o quasi) e possono essere consumati ad oltranza senza perdere le loro caratteristiche organolettiche. Vediamo quali sono.

uova-scadute

Zucchero

Avete notato che lo zucchero rimane sempre intatto anche dopo anni? Il motivo è semplice, al suo interno riescono a riprodursi i batteri. Per questo motivo lo zucchero viene usato per conservare marmellate, confetture e frutta sciroppata (come pesche e ananas).

L’unico limite dello zucchero nel tempo è che può indurirsi e magari sciogliersi meno facilmente. Per quanto riguarda sapore e sicurezza niente di cui preoccuparsi. Potete tenerlo per anni (conservato in un luogo asciutto) e consumarlo con tranquillità.

Sale

Il sale, l’altro alimento bianco indispensabile per il condimento della pasta, può mantenersi a lungo solo se conservato in un luogo fresco e secco mischiato con il riso. Questo perchè non dimenticate che il sale è un ingrediente igroscopico.

Liquori e distillati

L’alcol sappiamo essere un distillato e proprio come lo zucchero non permette la formazione di batteri. I liquori (es grappa) come tutti sanno più invecchiano più sono buoni. L’unico accortezza è che si conservino in luoghi chiusi, bui e freschi.

Stesso discorso anche per l’aceto di vino, dopo tempo non cambia sapore e colore. L’importante anche in questo caso la conservazione. Idonei luoghi freschi e senza luce.

Miele

Il miele prodotto dalle nostre api può essere consumato per moltissimo tempo e essere usato per combattere mal di gola, tosse e stati influenzali. Il miele va conservato chiuso in un luogo fresco. L’unica alterazione riguarda il colore (tenderà a scurirsi), basterà immergerlo a bagnomaria per qualche minuto e consumarlo senza problemi anche nella preparazione di torte e dolciumi.

miele cibo no scadenza

Caffè solubile

Il caffè solubile può durare a lungo, l’unica precauzione è conservarlo in freezer dopo averlo diviso in piccole porzioni. Questa tecnica permetterà al caffè solubile di essere consumato per sempre (o quasi). Oltre alla lunga permanenza il caffè torna utile anche per il riciclo (vedi come riutilizzare i fondi del caffè).

Legumi

Ceci (proprietà e controindicazioni), fagioli, lenticchie possono essere conservati per lunghissimi periodi, basta che stiano in un luogo secco (non umido) e fresco. E’ buona regola passare i legumi sotto l’acqua corrente prima di consumarli da soli o come arricchimento di pietanze.

Riso e avena

Il riso insieme all’avena e al farro possono durare anni e anni basta che siano chiusi ermeticamente e ben sigillati. Conservarli in luoghi freschi, asciutti e senza pericolo di insetti e polveri. Se tenuti bene questi tre alimenti possono essere consumati anche a distanza di moltissimo tempo.

L’unica eccezione riguarda il riso integrale che può irrancidire perchè molto ricco di grassi. Per quanto riguarda la pasta invece la norma prevede che non debba essere consumata dopo 3 anni dall’acquisto (anche in caso di ottima conservazione).

Latte in polvere

Anche per il latte in polvere come per caffè e sale la conservazione gioca un ruolo fondamentale per far si che possiamo assumerlo a vita (o quasi).

Questi cibi elencati hanno una lunghissima conservazione, non è sicuramente per sempre, ma i tempi sono davvero molto lunghi. L’importante però è saperli conservare bene con le dovute regole e precauzioni. SE non siete convinti potete chiedere a chi è più esperto di voi e magari evitarvi delle conseguenze spiacevoli.