Il benessere in camera da letto con i principi del Feng Shui

86

(stanza da letto progettata dall’architetto Stefano Parancola con l’arch. A. Cerpelloni per Ecoworldhotel a Milano)

Il Feng shui è un’antica arte taoista, affine all’architettura, praticata da secoli e sviluppatasi soprattutto in Cina, dove è  considerata indispensabile strumento affinchè gli spazi e l’ambiente in cui si vive siano in sintonia con le energie del mondo naturale. Letteralmente “feng shui” significa vento ed acqua, in onore ai due elementi che secondo la tradizione taoista, plasmerebbero la terra, determinandone le caratteristiche morfologiche essenziali, dando così vita, con il trasporto del vento e l’energia vitale (QI) dell’acqua, alle nostre montagne, vallate e paesaggi collinari.

Tale tecnica mira  al mantenimento dell’equilibrio energetico nei nostri spazi, partendo dalla connessione delle energie di yin e yang ovvero le forze opposte e complementari esistenti nell’universo e che lo regolano da sempre anche se spesso ignorate dai più.

Vi sarà sicuramente capitato di notare la differenza del vostro stato d’animo o del vostro più generale senso di benessere tra un luogo e un altro. Certi posti infatti hanno la straordinaria capacità di farci sentire a nostro agio, fin da subito, di renderci rilassati, in armonia appunto con ciò che ci circonda, mentre altri inspiegabilmente ci mettono a disagio, rendendoci nervosi, quasi come se non fossero in sintonia con noi. Le filosofie orientali ce lo spiegano da millenni; nella vita di tutti gli esseri viventi e non solo, è tutta questione di energia, e questo vale tanto tra le persone quanto nella relazione tra l’uomo e l’ambiente che abita o in cui dimora per un certo lasso di tempo (ufficio compreso).

Ecco perché il feng shui è così importante e sempre più spesso anche in Occidente si adottano i suoi dettami. Anche il colore è di fondamentale rilevanza nella determinazione delle energie che confluiscono nello spazio, lo si può scegliere sia per dipingere le pareti che per la mobilia: il blu si riflette positivamente sulla carriera e il successo; il viola è il colore dell’amicizia e dei viaggi; il giallo stimola la creatività ed è perfetto per i bambini; l’arancione protegge il matrimonio e le relazioni sociali; il rosso evoca saggezza e buona forma fisica; il marrone porta salute e ricchezza; il verde è perfetto per la zona studio in quanto porta concentrazione ed illuminazione; l’azzurro è il colore della famiglia. Molta importanza hanno anche i punti cardinali e il modo in cui si dispongono i vari elementi della casa in relazione ad essi: aggiunto ai tradizionali quattro punti cardinali della geografia occidentale; gli orientali hanno grande considerazione del centro, considerato a sua volta come un punto cardinale. Si ottiene così un sistema di 5 direzioni combinate in relazione ai 5 elementi.

Come vivere al meglio lo spazio notturno?

 La camera da letto è un po’ il nostro regno personale e intimo dove si addensano energie coscienti e quelle inconsapevoli che si espandono durante il sonno e dato che che circa un terzo della nostra esistenza scorre proprio qui ,  è più che mai importante creare le giuste condizioni ambientali per riposare al meglio. Molto spesso capita che proprio a causa di una cattiva disposizione dei vari elementi nell’ambiente, non si riesca ad avere un sonno ristoratore, e tutti sappiamo quanto ci compromette questa difficoltà nell’affrontare la nostra giornata.

Secondo il feng shui la camera da letto dovrebbe essere sempre posizionata lontano dall’ingresso di casa, in una posizione riparata e soprattutto lontana dai possibili odori della cucina e dai rumori della strada. Il letto, in particolare, va adagiato nell’angolo opposto a quello dell’entrata della stanza, fuori dall’asse della porta (il letto non deve dare mai i piedi alla porta)e con la testa aderente al muro e orientata verso est, punto cardinale di eccellenza del riposo per mente e corpo.

Anche la struttura del letto e i materiali di cui è fatto, sono determinanti ai fini del nostro equilibrio energetico: sono consigliabili materiali naturali come il legno e il lattice o altra fibra naturale per la consistenza del materasso.

No alle molle in ferro o a qualsiasi altro elemento in ferro o metallo; questi hanno delle energie poco in linea con la natura e dunque con il benessere. Meglio evitare poi di appendere specchi nella stanza poiché si instaurano complesse dinamiche energetiche, particolari rispetto ai riflessi che ne derivano  e che si riverberano nella stanza. Soprattutto quando posizionati di fronte al letto, caricano di energia non sempre benefica il letto e quindi le persone che poi vi si stenderanno.

Se proprio non potete farne a meno, si consiglia di sistemarli nell’anta dell’armadio di modo da evitare l’emissione continua di energia non ben identificata. Da bandire invece assolutamente tutti gli apparecchi elettronici  come tv, radio, cellulare ecc che creano campi magnetici i quali interferiscono costantemente con un sonno regolare e profondo. Se proprio non riuscite a fare a meno di questi, assicuratevi almeno che siano lontani dal letto, incluse prese di corrente.

Per quanto concerne la mobilia, preferite come il resto degli oggetti più importanti (vedi letto) materiali naturali , poco lavorati e soprattutto non eccessivamente trattati con sostanze chimiche; evitare inoltre che gli spigoli siano indirizzati al letto; la cosa migliore sarebbe un arredamento dagli angoli morbidi, tendenti al tondo.

Osservare un certo ordine per la disposizione degli oggetti, senza creare ingombri, negativi per il riposo e la rigenerazione mentale. L’illuminazione meglio se data da luci naturali come le candele magari profumate da incensi o lampade al sale che con i loro colori tenui favoriscono il relax e sciolgono le tensioni emotive. Il colore delle pareti può essere chiaro e riposante come un giallino o una tonalità di azzurro pastello.