La cristalloterapia per conquistare la linea

323

Hai qualche chilo di troppo e non riesci a star bene con te stessa? Le diete che cominci falliscono sempre? Puoi provare con la cristalloterapia, la tecnica naturale che consente di usare le vibrazioni e lo specifico potere delle pietre su noi stessi per riequilibrare l’organismo e la mente.

Usata per gli scopi più differenti, la cristalloterapia è in questo caso altrettanto utile per ristabilire il giusto rapporto con il cibo, ed eliminare la fase nervosa, la prima vera causa del sovrappeso femminile.

Lo stress, una delusione d’amore, una preoccupazione non ci consentono di fermarci in questa vita frenetica quando magari lo vorremo e così si finisce per riempire quel vuoto che sentiamo, frutto del malessere, attenuandolo con l’ingerimento di cibo di qualsiasi tipo e specie purchè ci dia un senso di appagatezza seppur temporaneo.

Il cibo diviene un tampone a problemi di tutt’altro genere, ed entriamo nella spirale della cosiddetta fame nervosa, cioè di quella fame non dovuta alla reale necessità di mangiare ma di soddisfare attraverso il gusto piaceri che dovrebbero discendere da altri aspetti della vita.

Alcune pietre, grazie alle loro vibrazioni, mettono in contatto con il sé più profondo, aiutando a ritrovare fiducia e dunque a riequilibrare anche il rapporto con il cibo.

Ecco i cristalli consigliati dall’esperto.

TOPAZIO GIALLO E’ ideale per la fame nervosa. Purificalo sotto l’acqua corrente, caricalo esponendolo al sole per due, tre ore, poi appoggialo sul plesso solare, poco sopra l’ombellico, stando in pieno relax per 15 minuti.

AGATA MUSCHIATA Contiene l’appetito e pulisce il corpo e la mente. Per potenziare l’azione purificante di una dieta, pulisci e carica al sole la pietra, come per il topazio, poi la sera lasciala a bagno in una brocca piena d’acqua e al mattino, bevi l’acqua arricchita delle sue preziose proprietà.

AMAZZONITE Portata sul cuore come ciondolo, aiuta ad eliminare le dipendenze, stimolando l’autocontrollo. L’Amazzonite va pulita e caricata al sole una volta alla settimana.

QUARZO ROSA  Riequilibra l’eccessivo desiderio di dolce legato alla “fame d’amore” e stimola la guarigione delle ferite emozionali del passato, aumentando l’autostima. La soluzione più pratica ma anche bella è di portare a modi ciondolo una pietra di quarzo rosa all’altezza del cuore finchè non ci si sente meglio. Potrai comunque rimetterla ogni volta che ne senti la necessità.

QUARZO FUME’ E’ un cristallo ansiolitico in quanto calma i nervi mettendo tra l’altro un freno alla voglia di sgranocchiare. Appoggialo sul plesso solare durante 15 minuti di rilassamento, ben stesa su di una superficie comoda e senza rumori che ti possano distrarre. In alternativa puoi sfruttare le sue proprietà purificandola e successivamente immergendola in una brocca d’acqua per una notte intera. Al mattino si beve l’acqua così caricata.

Se si ripetono questi rituali con frequenza, i miglioramenti dovrebbero essere percepibili già dopo qualche settimana. Le pietre sono sempre state curative, rappresentando un rimedio dolce per aiutarci a sconfiggere quei piccoli problemi o difficoltà che si presentano sul nostro cammino.

Inoltre ogni pietra ha un suo potenziale vibratorio ed energetico che vi gioverà non solo in relazione al cibo. Considerate che sono pietre anche di grande bellezza, che si possono tenere in casa o anche in uno scrigno o portate indosso come veri e propri gioielli.

Si trovano nei negozi specializzati in prodotti naturali, new age, etnici o dedicati alle discipline olistiche di cui la cristalloterapia fa parte. Si trovano in diverse dimensioni e forme. Per i trattamenti da fare in relax , appoggiando quindi il cristallo sulla pancia, sono consigliate pietre dalle dimensioni  più grandi; se invece volete portarli al collo, come ciondoli, andranno benissimo anche di dimensioni più piccole.