La saponetta allo zolfo per pelle grassa e impura

179
sapone allo zolfo

Il sapone allo zolfo è  un detergente solitamente consigliato da dermatologi ed esperti in caso di pelle grassa ed impurità come i punti neri, inestetismi che necessitano notoriamente di un’azione purificante e astringente specifica.

Se la pulizia è importante per eliminare le impurità è altrettanto vero che il passo verso l’aggressione della pelle è tanto breve quanto dannoso: anche se impura e profondamente grassa l’epidermide va trattata con i prodotti giusti onde evitare di aggravarne la salute e l’aspetto invece di migliorarli.

Sapone allo zolfo

La saponetta allo zolfo si può acquistare nei negozi specializzati in cosmetici naturali, erboristerie, farmacie o si può auto-produrre in casa ma è sempre bene orientarsi verso un prodotto o una materia prima di qualità. Ad un costo che oscilla tra 2-8 euro si possono acquistare le saponette di diverse marche come I Provenzali, Mantovani, le Terme di Tabiano in Emilia Romagna che sono annoverate tra le migliori a base di zolfo ed acqua termale sulfurea.

Il sapone allo zolfo va usato come un normale detergente insistendo soprattutto nella zona T del viso (fronte, naso e mento) e non ha particolari controindicazioni a patto di non abusarne, perchè un uso eccessivo potrebbe rendere troppo secca la pelle a causa della proprietà dello zolfo di eliminare il sebo.

Per sfruttare al meglio il potere purificante dello zolfo è bene dilatare i pori con il vapore  prima di insaponare e poi risciacquare con abbondante acqua il viso; per dilatare i pori basta riscaldare l’acqua e versarla in una ciotola larga su cui mettere il viso con un asciugamano per circa 10-15 minuti, così come quando si fa un fumento.

Oltre che per combattere pelle grasse ed impurità come acne e punti neri la saponetta allo zolfo può essere usata anche in caso di psoriasi, nello specifico quando si presenta con vesciche di pus che può essere ridotto proprio grazie alle proprietà antibattetiche dello zolfo.