L’acqua aromatizzata con frutta fresca

241
acqua-aromatizzata

In estate aumenta fisiologicamente il bisogno di acqua: il caldo e il sudore ci fanno venire sempre più voglia di qualcosa di fresco da bere per avere una sensazione di sollievo e freschezza immediata ma spesso l’acqua, per quanto dissetante, non è invitante.

Per non cedere alla tentazione di succhi, bibite gassate, alcolici e simili è possibile dare quel gusto che manca all’acqua preparando in casa un’acqua aromatizzata alla frutta, da tenere sempre fresca in frigorifero. Mirtillo, ananas, fragola, zenzero, anguria, pesca sono solo alcuni dei tanti gusti con cui insaporire l’acqua ed ottenere una bevanda naturale a zero calorie (o quasi) che, oltre a rinfrescare e idratare, è in grado di trasferire anche alcuni degli effetti benefici del frutto con cui è stata preparata.

Come preparare l’acqua aromatizzata?

Il procedimento per preparare in casa un’acqua aromatizzata è molto semplice e lo stesso qualunque sia il frutto scelto, infatti basta tagliare la frutta a pezzi, ricoprirla d’acqua e lasciarla in infusione per alcune ore (2-8) in frigorifero e poi filtrare il tutto prima di bere.

Se la bevanda così ottenuta è troppo carica di sapore può essere naturalmente diluita, secondo il gusto, con altra acqua fresca e servita con o senza ghiaccio e con i pezzi di frutta utilizzati per aromatizzarla che potranno essere tranquillamente mangiati.

Acqua all’ananas. L’ananas è da sempre considerato un cibo bruciagrassi ed è un gusto molto apprezzato tra i succhi di frutta. Per preparare l’acqua aromatizzata all’ananas basta tagliare qualche fetta e lasciarla riposare in un barattolo, ricoperta d’acqua naturale, per minimo 2 ore anche se l’ideale è lasciare la frutta in infusione per almeno 8 ore così da insaporire maggiormente l’acqua. A scelta si possono aggiungere delle foglie di menta fresca. Dopo 2 o 8 ore basta filtrare il tutto.

Acqua all’anguria. L’anguria o cocomero è già di per sè un frutto rinfrescante e idratante ricca com’è d’acqua e per preparare un’acqua aromatizzata basta lasciare in infusione per 2-8 ore in un barattolo ricoperto d’acqua un 8 pezzi di anguria (ad esempio una fetta tagliata a pezzi grossolani). Trascorso il tempo di riposo, filtrare il tutto e bere.

Acqua allo zenzero e limone. Lo zenzero ha numerose proprietà benefiche ed è spesso utilizzato per preparare decotti e tisane, così come sono conosciuti tradizionalmente i benefici del bere acqua e limone; dall’unione di zenzero e limone nasce un’acqua aromatizzata fresca, dissetante e depurativa, ottima da bere in dieta. Per prepararla bisogna prendere un pezzettino di zenzero fresco pulito (si può coltivare sul balcone) e qualche fettina di limone, ricoprirli d’acqua e lasciarli anche solo 1 ora in frigo a riposare prima di berla.

Acqua alla pesca. Siamo abituati a bere il tè freddo alla pesca ma l’acqua aromatizzata con questo frutto non è da meno per gusto e, in più, essendo preparata con frutta fresca permette di sfruttare le proprietà digestive della pesca che aiuta il funzionamento dell’intestino. L’acqua aromatizzata alla pesca si prepara lasciando a riposo in un barattolo una pesca taglia a pezzi e ricoperta d’acqua.

Acqua al cetriolo. Il cetriolo è spesso consumato in dieta perchè ricco di acqua e povero di calorie e può essere utilizzato anche per preparare un’acqua aromatizzata dal gusto davvero particolare. Per prepararla bisogna utilizzare un mezzo cetriolo tagliato a fettine lasciato riposare in acqua con mezzo limone tagliato anch’esso a fette.