Le 5 piante adattogene che migliorano la vita!

275
pianta

Per raggiungere il massimo grado di benessere è importante essere in equilibrio con mente, corpo e anima. Questo equilibrio può essere raggiunto attraverso un’alimentazione corretta, esercizio fisico ed attività anti-stress. E’ sempre possibile seguire queste pratiche alla lettera? la risposta è No.

Inn questo caso ci viene incontro la natura con le piante adattogene. Questo tipo di piante (come dice il termine stesso) ci aiutano ad adattarci alle circostanze stressanti da un punto di vista fisico, mentale ed emotivo. Il termine adattogene è stato coniato da Nikolai Lazarev ma questa tipologia di piante (da anni) sono alla base della medicina ayurveda..

Scopriamo insieme come funzionano e soprattutto quali sono le 5 piante adattogene anti-stress che migliorano i nostro stile di vita.

Come funzionano le piante adattogene

Dal mondo naturale arrivano i migliori rimedi per i nostri problemi. Ci ha sempre affascinato il fatto che un’erba può far passare un mal di testa o abbassare la pressione sanguigna, possa ridarci energia o farci passare l’esaurimento. Non sappiamo esattamente il modo di lavorare, ma la scienza ci spiega tante cose.

Una di queste è dimostrare come sono in grado di riportare l’equilibrio agendo su:

  • Produzione degli ormoni dello stress e la
  • funzione surrenale
  • Produzione e distribuzione dei neurotrasmettitori
  • Risposta infiammatoria
  • Livelli di energia e metabolismo degli zuccheri nel sangue

Quali sono le 5 piante adattogene capaci di migliorare lo stile di vita, vediamole nello specifico.

Ginseng asiatico

E’ la prima delle 5 piante adattogene a migliorare il nostro equilibrio e la nostra vita nei suoi vari e diversi aspetti.

Il nome deriva dal latino “panax ginseng”, il suo nome panax significa “panacea” ed è un’erba utilizzata per migliorare la depressione e l’esaurimento, le prestazioni cognitive, l’energia, la funzionalità sessuale e l’immunità.

Il ginseng è la più stimolante delle erbe adattogene, ma proprio per questo può peggiorare gli stati di ansia ed insonnia. Se questo è i vostro caso passate al ginseng americano che vedremo in seguito.

Ginseng americano

Questo ginseng è stato utilizzato da varie tribù americane come tonico curativo. Ha la capacità di aumentare la funzione cognitiva. E’ meno stimolante del ginseng asiatico ed è un’ottima alternativa a chi soffre di ansia.

Ginseng siberiano

Detto anche “eluthero” è un ginseng utilizzato per aumentare il vigore e la resistenza e per trattare i disturbi respiratori. I suoi benefici sono simili al ginseng asiatico ma con diversi principi attivi. E’ utilizzato dagli atleti per migliorare le prestazioni ed il recupero post-allenamento.

Ashwagandha

E’ una delle erbe più potenti della medicina ayurvedica. Ashwagandha significa “odore del cavallo”, perché si dice che che dia la forza e la resistenza di questo animale.

Questa erba riduce l’ansia abbassando il cortisolo (l’ormone dello stress). Alcuni studi dimostrano che può migliorare gli stati di ansia, depressione, insonnia. E’ la pianta che migliora la qualità della vita in generale.

Radice artica

La radice artica svolge un ruolo importante nella medicina scandinava e cinese. E’ una delle piante adattogene più popolari utilizzate per superare fatica e stanchezza dovute dallo stress. E’ utile quando si vuole eliminare la caffeina, perché riduce al minimo gli effetti collaterali dell’astinenza.

Prova le armi segrete della natura…Chiedi un ginseng al bar? E’ il tuo stile che cambia, senza esagerare con le dosi. Alternare un buon caffè all’energia quotidiana è un ottimo compromesso.