Le bevande che fanno bene alla linea

296
bevande bere

Quando si è a dieta o si è semplicemente attenti alla linea si fanno tanti sforzi e tante rinunce a tavola, concentrando tutta l’attenzione su ciò che si cucina e si mangia, sottovalutando invece ciò che si beve, dimenticando che alcune bevande sono dei veri concentrati di calorie che pesano nel calcolo giornaliero o che poi si faranno sentire sulla bilancia.

L’acqua deve essere sempre la prima scelta perchè ha zero calorie e aiuta l’organismo a depurarsi dalle tossine favorendo la diuresi, soprattutto se scelta con cura facendo attenzione al valore del residuo fisso; l’acqua inoltre può essere anche un trucco per arrivare a tavola con meno fame: bevendo qualche bicchiere prima dei pasti aumenta il senso di sazietà.

Dissetante, diuretica e dietetica l’acqua non soddisfa però la voglia di qualcosa di buono per cui o si può scegliere di aromatizzarla con frutta fresca o si opta per un’altra bevanda scegliendo tra altre che ugualmente fanno bene alla linea, come il tè verde che, se non è dolcificato, è altrettanto diuretico e privo di calorie. Tra le diverse varietà di tè quello verde è uno dei più famosi per le sue proprietà antiossidanti e dimagranti, infatti sembrerebbe che le catechine in esso contenute aiutando il senso di sazietà favoriscono anche la perdita/controllo di peso; molto simile e apprezzato è anche il tè rosso roobois.

Sempre a calorie zero (anche questo se non è dolcificato) si trova anche il caffè, ottimo per la colazione o una pausa: attenzione a prenderlo macchiato con latte o corretto con sostanze alcoliche perchè, in questi casi, le calorie aumentano vertiginosamente ed essendo una bevanda consumata più volte nell’arco della giornata può incidere sulla linea. Un consumo moderato di caffè non ha influenze negative sull’organismo (si può sempre optare per il decaffeinato) e, ricordando di non buttare i fondi di caffè si possono riutilizzare per gli usi più vari. dall’anticellulite al concime per le piante.

I succhi e i centrifugati di frutta e/o verdura, se preparati freschi con una centrifuga più o meno professionale (spesso scontate su Amazon), sono un’ottima fonte di vitamine, sali minerali, antiossidanti e fibre con un apporto calorico variabile a seconda degli ingredienti scelti, ma di gran lunga inferiore rispetto a dei prodotti confezionati. Per fare degli esempi un succo d’arancia fresco ha circa 120 calorie, 140 quello di pomodoro, 80 di carote. Se succhi freschi e centrifugati hanno un contenuto calorico accettabile un discorso diverso vale per i frullati e i frappè che prevedono l’aggiunta di latte o gelato o per i succhi confezionati per i quali bisogna fare attenzione all’etichetta da leggere per trovare informazioni come percentuale di frutta contenuta, presenza o meno di zuccheri aggiunti.

Bevande alcoliche e gassate è risaputo che sono ricche di calorie ma esistono infine due tipologie di bevande insidiose per chi è a dieta o attento alla linea: gli energy drink e gli integratori di sali minerali, bevuti se si suda molto o per combattere il senso di stanchezza che si prova spesso quando fa caldo; entrambe le bevande sono ricche di calorie  e vanno consumate con parsimonia: è sempre preferibile reintegrare i sali minerali con l’alimentazione.