Le calorie della frutta per dimagrire

43
frutta stagione

La frutta è un alimento che non può mancare in una dieta equilibrata perchè ricca di vitamine, antiossidanti, sali minerali e fibre aiuta a soddisfare il bisogno dell’organismo di questi elementi e lo aiuta in diverse sue funzioni come favorire la diuresi e stimolare il transito intestinale e il rinnovo cellulare. Per questi motivi ne viene consigliato il consumo giornaliero e nelle diete dimagranti un frutto è indicato come spuntino o merenda, ma quanta e quale frutta bisogna mangiare?

In riferimento alla quantità ogni giorno viene generalmente consigliato di consumare 5 porzioni di vegetali, di cui 2 di frutta: divisi tra il prima, subito dopo o lontano dei pasti un frutto è spesso inserito in dieta quale spuntino/merenda di metà mattina e metà pomeriggio. Una certa attenzione va prestata però al tipo di frutta che si sceglie, non cadendo nell’errore che tutta la frutta fa dimagrire: oltre a vitamine, sali minerali, acqua e fibre essa contiene anche sostanze zuccherine che  incidono sulle calorie.

Eccedere con le quantità di frutta che si mangia ogni giorno può far innalzare la quota calorica giornaliera e influenzare – negativamente – la dieta, incidendo sulla linea inconsapevolmente. Per scegliere la frutta più “light” bisogna orientarsi verso quella che contiene meno zuccheri: questo vale soprattutto per il prodotto fresco, infatti un discorso diverso va fatto per la frutta secca e oleosa perchè la prima è stata privata dell’acqua e dunque contiene più zuccheri ( in media il 70%) invece la seconda è meno zuccherosa ma più ricca di grassi.

Per scegliere la frutta fresca con un occhio alle calorie ecco un promemoria del contenuto calorico di alcuni frutti, considerando 100 grammi di prodotto.

A

  • Anguria 30 Kcal
  • Albicocche 47 Kcal
  • Amarene 33 Kcal
  • Ananas 54 Kcal
  • Arancia 45 Kcal

B

C

F

M

L

  • Lamponi 38 Kcal

P

U

  • Uva 72 Kcal