Le polpette di melanzane

114
Polpette-di-melanzane

Le melanzane sono tra gli ortaggi più versatili in cucina che si prestano a numerose preparazioni, dalle più semplici e veloci come possono essere quelle grigliate alle più impegnative come la famosa parmigiana, ma sono anche ottime per essere conservate sottolio (seguendo le regole per evitare il botulino).

Sono proprio la cottura e le ricette a rendere le melanzane un alimento calorico: di per sè questi ortaggi viola non hanno un alto contenuto di calorie (20 kcal ogni 100 grammi) ma ottimi effetti per la diuresi e la depurazione e una buona quantità di fibre che favoriscono il senso di sazietà.

Una ricetta molto apprezzata a base di melanzane sono le polpette, o meglio ancora le polpettine. da gustare come secondo, come finger food per una cena in piedi o un aperitivo in terrazza. Si tratta di una ricetta facile, nutriente ed economica che permette anche di utilizzare ingredienti di recupero come il pane raffermo.

Esistono diverse ricette per preparare le polpettine di melanzane, più o meno light a seconda del metodo di cottura utilizzato prima per le melanzane e poi per le polpette: le calorie complessive del piatto aumentano in caso di frittura o se si decide di creare un cuore filante di scamorza.

La cottura delle melanzane

Le melanzane, ingrediente principale delle polpette, necessitano di una prima cottura che può essere fatta al forno o in padella. Per cuocere le melanzane in forno bisogna eliminare le estremità verdi e  farle “asciugare” a 200° C per 30 minuti-1 ora: una volta tiepide si possono sbucciare facilmente, si taglia la polpa a striscioline o dadini e si pone in un colino così da favorire la fuoriuscita dell’acqua di vegetazione in eccesso pressando leggermente le melanzane.

Le melanzane oltre che cotte al forno possono anche essere preparate in padella: in questo caso bisogna sbucciare le melanzane, tagliarle a dadini, farle riposare per almeno mezz’ora con del sale grosso e, dopo averle leggermente strizzate, cuocerle in padella con un filo d’olio a fuoco moderato.

Le melanzane a dadini possono anche essere bollite in abbondante acqua ma spesso questa cottura si sconsiglia perchè c’è il rischio che, per quanto vengano strizzate, le melanzane assorbono troppa acqua che rende poi l’impasto troppo morbido.

Come preparare le polpette di melanzane

Una volta cotte le melanzane (al forno, in padella o leggermente lessate) alla polpa si uniscono gli altri ingredienti: uova (1 o 2 in base alla quantità di polpa), due cucchiai di parmigiano, prezzemolo tritato (facoltativo), un pizzico di sale e pepe e a scelta o 100-120 grammi di pane grattugiato o una pari quantità di mollica di pane raffermo.

Si amalgamano bene tutti gli ingredienti e poi si modellano le polpettine con le mani della grandezza desiderata; se si vuole aggiungere un cuore filante di scamorza si crea una piccola conca con le dita al centro della polpettina, si posiziona un dadino di scamorza (o simili) e si richiude la pallina.

Le polpettine così preparate vanno ripassate nel pangrattato e poi sono pronte per essere fritte in abbondante olio così da ottenere una panatura croccante e, nel caso della presenza di ripieno, un cuore filante. Per rendere la ricetta più leggera le polpette di melanzane possono essere cotte in forno con un filo di olio.

Le polpette di melanzane possono essere mangiate fritte, calde o fredde, o possono essere ripassate al sugo, proprio come si fa con le polpette di carne.