Le proprietà benefiche dell’olio d’Argan

6.459 views

A volte i prodotti della tradizione sono ancora la migliore risposta ai problemi estetici di diversa natura.

E’ il caso del prezioso olio d’Argan.

Scoperto in Occidente solo da qualche tempo, quest’olio è utilizzato da secoli in Oriente e nel nord Africa come rimedio naturale. Le donne berbere del Marocco lo utilizzano ancora oggi per proteggere la pelle dai danni causati dagli agenti atmosferici.

Quest’olio è ricavato dalla spremitura a freddo dei semi contenuti nei frutti dell’Argania spinosa, albero originario del nord africa (zona sud est del Marocco e a Madera). Ha sostanze attive costituite da un trittico di vitamine:

–        la “E” che ha effetto antiossidante e protettivo, riesce a riparare le membrane cellulari dall’azione dannosa dei radicali liberi e contrasta i segni del tempo

–       la “A” che ha un’azione diretta sul collagene e il tono della pelle

–       la “F” che incide sul benessere delle membrane cellulari, grazie agli acidi grassi essenziali.

L’olio d’Argan è ideale per le pelli secche e grasse. Ma è perfetto per tutti i tipi di pelle. Il suo utilizzo costante, normalizza la produzione di sebo nelle pelli grasse e, date le sue proprietà antimicotiche e cicatrizzanti, è indicato anche per le pelli acneiche. L’uso regolare in caso di psoriasi riduce il rossore e la desquamazione.

Se avete le unghie fragili, trattatele una volta alla settimana con una miscela di olio d’Argan e succo di limone, in parti uguali. Applicate sulle unghie e lasciare agire per 10/15 minuti. Per avere dei buoni risultati, il trattamento va ripetuto costantemente per almeno tre mesi. Perfetto se vi abituate tutte le sere prima di coricarvi a massaggiare le mani e le unghie con qualche goccia d’olio.

L’olio di Argan è un’ottima difesa per l’epidermide. Oltre a proteggere dalle aggressioni esterne, riequilibra lo stato idrolipidico della pelle aumentando il nutrimento delle cellule cutanee. Inoltre, stimola l’ossigenazione intracellulare e protegge i tessuti connettivi dagli agenti esterni (sole, smog, vento).

Questo cosmetico naturale ha anche un effetto anti-age. Utilizzato con costanza, migliora il tono muscolare del viso, attenua la comparsa delle rughe e mimetizza le occhiaie.

Al mare dopo una giornata di sole, o in montagna dopo aver passato la giornata sulle piste da sci, sostituite il vostro abituale detergente dopo-sole con l’olio di Argan, avrete una pelle liscia, morbida e idratata.

In gravidanza abituatevi a massaggiare quotidianamente il corpo con quest’olio, eviterete la comparsa di antiestetiche smagliature. Ideale anche sulla pancia e sul seno per mantenere la pelle elastica.

Aggiungete una decina di gocce nell’acqua della vasca da bagno, servirà per eliminare le impurità dalla pelle.

Per chi non ama l’unto di un cosmetico come l’olio: perfetto quello d’Argan, perché nutre e idrata la pelle senza ungere.

Infine, l’olio di Argan è adatto per i capelli fragili, secchi e sfibrati perché li rinforza e li idrata. Rende inoltre i capelli brillanti, combatte le doppie punte e l’inaridimento. L’utilizzo sui capelli rispetto alla pelle, è un poco più laborioso. E’ necessario scaldare qualche goccia d’olio tra le mani e strofinarlo delicatamente sui capelli ciocca per ciocca. Si deve lasciare in posa per un’ora e poi si può procedere con il solito lavaggio.

Tante le proprietà di quest’olio, possiamo quindi capire come mai sia chiamato oro verde o oro del deserto. Purtroppo è l’olio cosmetico più caro al mondo, poiché ha una resa bassissima: per ottenere un litro d’olio servono 100kg di noccioli macinati. Costa per cui molto: una boccetta d’olio d’Argan puro da 30 ml costa in media 25-28€.

Perciò se trovate in commercio l’olio d’Argan a un costo irrisorio (ci sono boccette da 50 ml a 6€), diffidate del prodotto. Sicuramente non è olio d’Argan puro, ma è sicuramente olio di jojoba. Per cui fate attenzione, nell’etichetta deve essere indicato 100% olio puro di Argan e non la parolina magica “estratto di olio d’Argan”.

Sonia Brunelli
Sonia Brunelli vive a Imola dove ha studiato agraria occupandosi di alimentazione per diversi anni in una nota azienda del territorio. Si è poi specializzata nella gestione aziendale e ad oggi lavora per una ditta che promuove nuove starup con progetti e idee innovative.