Le tisane: quali scegliere a seconda delle esigenze

159
tisana calda

Le tisane sono da tempo memorabile un rimedio naturale per combattere le forme lievi di malessere, come ad esempio la cattiva digestione, l’insonnia, i problemi intestinali, la debolezza stagionale e tante altri sintomi che traggono dalla natura un effettivo giovamento.

Specie in inverno, quando fa freddo, è estremamente piacevole prendersi cura di se stessi, con un rituale, quale quello della tisana, che unisce ai suoi profumi, la gradevolezza del sapore oltre al fatto di essere una calda bevanda riscaldante di cui spesso siamo alla ricerca.

Come dicevamo innanzi esistono erbe e piante assai diversificate in natura, ognuna adatta ad un’esigenza specifica.

Il classico utilizzo la vede principalmente come bevanda depurativa. Tutti, chi più chi meno, sentiamo il bisogno di assumere qualcosa di naturale che ci aiuti ad espellere le tossine che facilmente accumuliamo con lo stile di vita moderno , appesantendoci fisicamente ma anche mentalmente.

In questi casi risultano particolarmente efficaci il tarassaco e il carciofo, dalle note proprietà disintossicanti e piuttosto concentrate rispetto ad altre erbe che pure vi contribuiscono come il pungitopo, la calendula , la lavanda etc.

Perciò se questo è il vostro interesse cercate di acquistare tisane che li contengano oppure, come molti consigliano, fatela preparare direttamente e in modo personalizzato da un erborista che saprà indicarvi anche altri componenti che magari potete aggiungere per aiutarvi in altrettante cose.

Ma questa è solo una possibilità. Infatti anche le tisane che trovate al supermercato vanno bene, certamente hanno una minor concentrazione di quelle “pure” dell’erboristeria ma offrono comunque una vasta scelta e un’accettabile qualità.

Dirigersi su tisane biologiche è in assoluto la migliore scelta per il vostro benessere e per la qualità degli ingredienti, siano essi utilizzati per tisane o nelle diverse formule del decotto e dell’infuso.

Se avete bisogno di rimettervi in forma e quindi puntate molto sulla funzione drenante e di stimolazione del metabolismo, sono consigliati la betulla, la malva,l’ equiseto e il gambo di ananas.

Per chi invece non riesce a dormire bene e ha difficoltà spesso e volentieri ad addormentarsi, si può ricorrere ad erbe rilassanti e lievemente sedative come la passiflora e il biancospino, la camomilla e la melissa, che sono le più indicate per lo scopo.

E ancora se soffrite di disturbi gastrici è ottimo rimedio bere due tre tazze di tisana al giorno composta di camomilla e liquirizia che spengono l’acidità e rilassano le pareti dello stomaco, donandovi sollievo immediato anche se non vale come cura della gastrite a lungo termine.

Se è la digestione in sé a darvi problemi, appesantendovi, provate la tisana al finocchio dopo i pasti.

Per chi soffre di mestruazioni dolorose, conviene scegliere le tisane a base di edera, melissa e anice.

Se invece sono le difese immunitarie il vostro problema e le volete rinforzare, preferite le tisane che contengano la maggiore percentuale di rosa canina, molto ricca di vitamina C, ma anche l’equiseto utile appunto per rinforzarvi e combattere più efficacemente i malanni di stagione.

Attenzione a bere questa tisana per almeno 1 settimana, di modo da avere la reale possibilità di star meglio. Ciò vale anche in caso di tosse e disturbi delle vie respiratorie, prendete in tal caso in considerazione anche l’eucalipto e la menta piperita.