Magnetoterapia senza fili

361
magnetoterapia

La magnetoterapia è conosciuta fin dall’antichità come la tecnica naturale più diffusa e certificata grazie alle numerose applicazioni che riguardano il dolore, mini-fratture, lesioni e non solo.

Quando è opportuno usare la magnetoterapia? Come si usa? Quali sono le nuove frontiere della tecnica senza fili? Scopriamolo insieme.

Cos’è la magnetoterapia?

La magnetoterapia è una tecnica antica e attualissima che sfrutta l’energia elettromagnetica per la rigenerazione dei tessuti avvalendosi dell’azione di un campo magnetico indotto dalla corrente elettrica che percorre una bobina (solenoide) per favorire i processi riparativi dei tessuti e stimolare le difese naturali organiche.

Le membrane cellulari si comportano come mini-batterie che devono essere ricaricate e devono riacquistare energia vitale (si trattano sia patologie croniche che acute).

Quando usare la magnetoterapia?

Uno degli esempi più credibili dell’utilizzo della magnetoterapia riguarda il dolore cervicale. Quante volte vi siete trovati a dover fare i conti con mal di testa costanti, formicolio alle mani, dolore persistente al collo e al braccio.

In questo caso bisogna intervenire subito e non aspettare che passi da sola. La strategia di intervento deve procedere su due fronti:

  • combattere il dolore
  • agire sull’infiammazione combattendola

La magnetoterapia è una tecnica non invasiva, è naturale e non ha gli effetti collaterali tipici dei medicinali. Essa agisce sia contro il dolore sia contro l’infiammazione e può essere gestita direttamente a casa propria grazie alla facilità di utilizzo.

La magnetoterapia è molto diffusa e usata anche in altri campi, come l’ortopedia e la fisioterapia:

Tra gli effetti più importanti della magnetoterapia ci sono: ossigenazione migliore dei tessuti e riduzione dei gonfiori.

Come si usa la magnetoterapia?

Negli anni passati la magnetoterapia poteva essere applicata solo in ospedali sotto controllo medico e infermieristico poichè le apparecchiature erano difficili da usare e ingombranti.

Negli ultimi tempi, grazie a strumenti e apparecchiature più sofisticate e di ridotte dimensioni, la magnetoterapia è applicabile anche in casa con una semplice pressione di un tasto o nei centri fisioterapici grazie a magneti di ultima generazione.

Biosintesi Wireless Therapy

Con il progresso scientifico e tecnologico oggi possiamo avvalerci di apparecchiature semplici, piccole e con numerosi vantaggi dell’alta e bassa frequenza.

Gli impulsi a Bassa Frequenza sono impiegati per la calcificazione ossea e nella terapia del dolore ed in generale nel trattamento dei tessuti molli.

Gli impulsi ad Alta Frequenza sono impiegati nella:

  • terapia del dolore,
  • cicatrizzazioni,
  • problemi di circolazione,
  • infiammazioni,
  • edemi
  • patologie a carico dei tessuti molli

Possono essere applicati anche per la calcificazione ma richiedono più trattamenti rispetto alla magnetoterapia a bassa frequenza.

E’ il caso di Biosintesi Wireless therapy, apparecchio senza fili, compatto, facile da usare e con diversi trattamenti programmabili grazie a software codificati.

I trattamenti sono accessibili a tutti, adatti a tutte le esigenze e si programmano con un tasto che si spegnerà al termine della seduta terapica. E’ importante rivolgersi a professionisti e certificarsi che le apparecchiature usate siano sempre garantite dal Ministero della Salute.

Biosintesi è certificato dal Ministero come dispositivo medico CE0476, diffidare dalle imitazioni per non incorrere in pericolosi effetti indesiderati.