Tutte le proprietà dell’olio essenziale di incenso

404 views
olio-essenziale-di-incenso-benefici

Ancora una volta, gli oli essenziali dimostrano le loro immense proprietà e non smettono mai di essere dei potenti alleati della nostra salute.

Oggi vogliamo parlarvi di un olio essenziale speciale, ricavato da una pianta antica dalle origini sacre e dalle preziose componenti..

Se la curiosità ha fatto spazio nella vostra mente, vi sveliamo subito di cosa stiamo parlando: il protagonista di oggi è l’olio essenziale di incenso, utilizzato ancora adesso come rimedio naturale in moltissime circostanze.

Qualche cenno storico

Boswellia Carterii (detta anche Boswellia sacra) è il nome della pianta da cui questo olio essenziale è ricavato.

È originaria di terre esotiche e affascinanti, dallo Yemen alla Somalia, e la gommoresina estratta dai suoi rami era utilizzata anche in tempi antichi. Dalla distillazione della gommoresina si ricava questo olio essenziale unico.

Non dimentichiamoci, anche secondo i racconti della Bibbia i Re Magi donarono a Gesù oro, mirra e incenso (appunto).

L’incenso era molto prezioso. Gli Egizi lo portavano in offerta al dio Amon-Ra insieme ad oro e a pietre preziose. Lo utilizzavano anche per realizzare alcuni cosmetici. Veniva inoltre utilizzato nell’antica pratica della medicina per moltissimi scopi.

Anche ai tempi dei Romani, l’incenso era prediletto e utilizzato. Secondo alcune fonti, Nerone in occasione dei funerali della moglie Poppea bruciò una quantità così grande di incenso da consumare la produzione di un intero anno.

Tra miti e leggende, tra passato e presente, l’incenso continua a renderci omaggio con le sue infinite virtù.

Proprietà e benefici

Per la pelle del viso

L’olio essenziale di incenso contiene moltissime proprietà che fanno bene alla pelle del viso. Può essere un potente antirughe naturale, aggiungendone 2/3 gocce nella crema idratante che di solito utilizziamo.

Ma può anche potenziare l’effetto purificante di maschere e creme, poiché svolge un’azione cicatrizzante e antinfiammatoria sulla pelle. Possiamo aggiungere quindi 2 gocce di olio essenziale di incenso insieme a 1 cucchiaio di olio di mandorle dolci in una ciotola contenente argilla ventilata.

Contro i sintomi influenzali

Una delle ragioni per cui questo olio essenziale è molto apprezzato da chi lo utilizza risiede nelle sue proprietà antinfiammatorie, sedative ed espettoranti, capaci di liberare efficacemente le vie respiratorie da diversi sintomi influenzali.

Mal di gola, tosse, raffreddore… Sono sintomi che possono essere combattuti attraverso dei suffumigi all’olio essenziale di incenso. Bastano 1 o 2 gocce da aggiungere ad acqua bollente da respirare.

Come antisettico

Lasciar diffondere le gocce di olio essenziale di incenso in tutta la casa svolgerà un’efficace azione antisettica, purificando in modo naturale l’ambiente di casa.

Le gocce possono anche essere aggiunte in un diffusore per ambienti o nell’umidificatore del calorifero.

Se soffri di cistite

In caso di infezioni come la cistite, è possibile effettuare una serie di lavande esterne, aggiungendo 5 gocce di olio essenziale di incenso a 250 ml di acqua. Ripetere l’operazione quotidianamente.

Come antireumatico

I dolori reumatici possono presentarsi in momenti diversi, soprattutto con il freddo o secondo altre circostanze. Le proprietà benefiche dell’olio essenziale di incenso si rivelano utili anche per attenuare i dolori reumatici.

3 gocce di olio essenziale di incenso associate a 2 cucchiai di olio di sesamo possono essere adoperate per effettuare dei massaggi sulla zona da trattare.

Controindicazioni

L’olio essenziale di incenso non sembra presentare particolari controindicazioni, salvo nei casi di “utilizzo interno”.

Infatti, come accade per tutti gli oli essenziali, va usato con moderazione e deve essere sempre veicolato. Nel caso di questo olio essenziale un ottimo vettore è di sicuro il miele.

Riguardo al suo odore, abbiamo una piccola curiosità: sembra infatti che la sua fragranza per quanto piacevole possa inibire il desiderio sessuale (che sembra coincidere in modo simbolico con il suo valore spirituale, se ci pensiamo).

In ogni caso, consigliamo di evitare l’assunzione dell’olio essenziale di incenso in caso di allergie o ipersensibilità al prodotto.

Si consiglia inoltre di consultare in prima istanza il proprio medico ai fini di valutare il proprio stato di salute prima di prendere propria iniziativa. Consultare il medico soprattutto se in stato di gravidanza o allattamento.

Giuliana Mele
Laureata in Lingue, Lettere e Culture comparate presso l’Università degli studi di Napoli “L’Orientale”. Con la danza nel cuore e nell’anima, resto affascinata da ogni forma d’arte. Divoratrice di libri e musica e da sempre appassionata di benessere, cosmetica bio e rimedi naturali.