onE Puck: ricarica il cellulare con le bevande calde

117
caricabatterie bevande

Invenzioni bizzarre e originali? Non bastava la cyclette per il bucato o Dolfi E’ il caso di onE Puck, il caricabatterie che sfrutta il calore delle bevande per alimentare il cellulare. Il primo prototipo è stato venduto a 99 dollari e presto sarà sul mercato a disposizione di tutti. Ma come funziona e cos’è onE Puck. Scopriamo insieme questa utile e brillante invenzione.

Bevi il caffè e….ricarichi!

Al mattino una buona tazza di caffè aiuta a ricaricarci per affrontare la giornata, ma nessuno avrebbe mai pensato potesse anche ricaricare il nostro cellulare per affrontare le tante chiamate!

La Ephipany Labs di Pittsburgh (USA) ha raccolto la sfida e ideato onE Puck. Questo dispositivo si presenta come un disco di metallo sul quale appoggiare la tazza contenente la propria bevanda calda.

Bisogna aver cura di posizionarla sul lato rosso, quindi si collega il telefono alla porta USB integrata e il calore farà tutto il lavoro.

Il cuore del sistema è il motore Stirling integrato in onE Puck grazie al quale il calore è trasformato in energia. Questo dispositivo funziona anche al contrario. Mettendo la bevanda sulla parte blu il dispositivo sfrutta la differenza di temperatura per ricaricare lo stesso il cellulare.

Curiosità

Una diciottenne americana, Ann  Makosinski, ha creato una tazza in grado di ricaricare l’i-Phone in base alla bevanda che contiene. La tazza si chiama e-Green.

Secondo quanto spiega lei stessa, la sua invenzione risolve due problemi: un caffè che è troppo caldo per essere bevuto e lo smartphone con la batteria scarica.

Grazie alla sua invenzione, la studentessa è stata premiata con 50.000 dollari da Shell perché l’azienda ha valutato la sua proposta come un’idea per “ridurre l’impatto dei campo elettrico”.

Insomma piccoli inventori crescono e grandi idee nascono. Miglioriamo la nostra vita e anche bere un caffè ci sembrerà qualcosa di unico e…utile!